Buon Governo: il Comune di Siena lancia un ciclo di appuntamenti vigilia di cambiamenti storici nella politica italiana


11 settembre 2007- Alla vigilia di storici cambiamenti nella politica italiana e in particolare nello schieramento progressista, il Comune di Siena, con Banca Monte dei Paschi di Siena main sponsor e con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi, propone un ciclo di 50 incontri sui valori e la lezione che ancora oggi il celebre affresco del Buon Governo esprime per quello che riguarda la gestione della cosa pubblica, le istituzioni, la politica. Non poteva che venire da Siena, sede del ciclo di affreschi con “Gli Effetti del Buono e Cattivo Governo” che Ambrogio Lorenzetti realizzò nella Sala dei Nove in Palazzo Pubblico tra il 1338 e il 1339, la proposta di affrontare da più di una sfaccettatura il rapporto tra etica e politica in questo particolare contesto storico. “Questa iniziativa è per noi una sfida importante – ha commentato l’assessore alla Cultura del Comune di Siena Marcello Flores d’Arcais durante la presentazione del programma alla stampa di questa mattina (11 settembre) –. Siena, a distanza di 700 anni da quando il Governo dei Nove proponeva una riflessione sul tema del bene comune, pone di nuovo l’attenzione sulla necessità della partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica, traendo ispirazione da quello che è il tema centrale dell’affresco di Lorenzetti, un tema che ancora è di grande attualità”.
“Alla ricerca del Buon Governo, virtù politiche e Bene Comune” è un grande evento che prevede ben 50 appuntamenti tra dibattiti, convegni, grandi incontri, pièces teatrali, letture, recital di poesie, musica. Palcoscenico, la città di Siena, dal 22 al 30 settembre 2007. A Siena il “Buon Governo” lo si può incontrare in strada, nelle piazze, nei luoghi più suggestivi della città: dalla Sala dei Nove a Palazzo Pubblico, dalla Fortezza Medicea al Santa Maria della Scala. Dal 24 settembre, si potrà anche frequentare il “Caffè della politica” curato da Davide Riondino e Maurizio Boldrini e così conoscere la lezione che ancora oggi il “Buon Governo” ci offre.
Tanti i protagonisti, tra cui Salvatore Veca, Pamela Villoresi, Massimo Livi Bacci, Giancarlo Bosetti, Edmondo Berselli, Paolo Flores d’Arcais, Giuliano Ferrara, Lucio Caracciolo, Nicola Rossi, Ferdinando Adornato, Rosy Bindi, Francesco Cossiga
Le immagini del “Buon Governo” tratte dal ciclo lorenzettiano hanno ormai un valore universale. Sono diventate l’esemplificazione di come il “bene del Comune” diventa “Bene Comune”. A partire dalla domanda su come si può oggi riprendere quella lezione e rispondere al desiderio generale di buona politica e di buon governo, prende il via il ricco calendario che cerca una risposta originale collocandosi in un dibattito ben più vasto all’attenzione dei media, dei partiti politici, delle istituzioni e del senso comune dei cittadini.

Alla ricerca del Buon Governo
Si inizia sabato 22 settembre, alle ore11.30, nella Sala del Mappamondo con l’inaugurazione. Alle ore 12.00, sempre nella Sala del Mappamondo, “La democrazia possibile”, la prima lezione con Salvatore Veca. Alle ore 15.30, nella Sala delle Lupe, “Senza laicità nessuna libertà”, nell’incontro incontro organizzato da “Micromega” con Giuliano Ferrara e Paolo Flores d’Arcais. Alle ore 18.30, in Pia.zza del Mercato, inaugurazione della mostra “I Premi Nobel per la pace” e alle ore 21 si chiude la prima giornata al Teatro dei Rozzi, con il “Buon Governo”, spettacolo inedito, diretto e interpretato da Pamela Villoresi appositamente per l’evento,. .
Domenica 23 settembre appuntamento alle ore 12 nella Sala Sala San Pio, al Santa Maria della Scala con “I pittori e le battaglie” nella lezione di Omar Calabrese. Alle ore 16, ai Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico, l’inaugurazione di “Tre Mostre sulla Pace”. Alle ore 17.30, nella Sala delle Lupe, “I have a dream. Leader di domani alla prova del comizio: una competizione. Dieci minuti per dieci oratori”, a cura di Luca Sofri. Ed infine, alle ore 21, al Teatro dei Rozzi, Musica per la pace in Palestina, con l’Ensemble Dal’Ouna.
Lunedì 24 settembre, alle ore 10.00, nella Sala dei Nove, “Il Buon Governo visto da vicino: i giovani in visita agli affreschi di Ambrogio Lorenzetti” e alle ore 12.30, alla Fortezza Medicea, “Aperitivo in Fortezza: Homo sum?”, politica e diritti umani nel mondo antico nella conversazione di Maurizio Bettini. Alle ore 15.30, presso la Biblioteca degli Intronati, ancora una lezione con protagonista Rosy Bindi. Alle ore 17.30, al Collegio Santa Chiara, “La democrazia del terzo millennio” nell’incontro organizzato da “Testimonianze” con Massimo Livi Bacci, Mauro Ceruti, Melita Richter, Severino Saccardi e Giuseppe Vettori. Inoltre, alle ore 21, nella Sala del Pellegrinaio, al Santa Maria della Scala, “Il Buon Governo delle città: tolleranza, antisemitismo, islamofobia”, incontro organizzato dal “Percorso di educazione alla pace e alla differenza” con Maurizio Cenni, Giovanni Filoramo, Gadi Luzzatto Voghera, Farian Sabati. Coordina Fiorino Intorno. Infine, alle ore 22.30, all’Orto de’ Pecci, la prima serata con il “Caffè della Politica”, cinque argomenti di politica e comunicazione affrontati in conversazioni impertinenti da bar. A cura di Maurizio Boldrini e David Riondino. Ospiti fissi i giornalisti Stefano Bisi, Pino Di Blasio, Paolo Maccherini, Daniele Magrini, Cristiana Mastacchi, Augusto Mattioli, Francesco Meucci. Primo argomento “Parla come mangi: quella dei politici è un’antilingua?” con Franco Ceccuzzi, Valentina Tinacci, Walter Mariotti, Massimo Vedovelli.
Martedì 25 settembre, alle ore 10.00, nel Collegio Santa Chiara, “La cittadinanza attiva: esperienze di Democrazia Deliberativa in Italia”, incontro a cura del “Laboratorio di analisi politiche e sociali (LAPS)” con Luigi Bobbio, Giancarlo Bosetti, Agostino Fragai, Pierangelo Isernia. Alle ore 12.30, alla Fortezza Medicea, Aperitivo in Fortezza con “The Italian Political System”, conversazione di Franco Cazzola con l’autore Maurizio Cotta. Alle ore 17.30, ancora al Collegio Santa Chiara, Politiche per la felicità, incontro a cura di Stefano Bartolini. Alle ore 21.00, al Teatro dei Rozzi, “Le tre male bestie. Dialoghi nella storia di Luigi Sturzo” di Storie Interrotte e Scena Verticale. Infine alle ore 22.30, all’Orto de’ Pecci, torna il Caffè della Politica, a cura di Maurizio Boldrini e David Riondino. Il tema è “L’angolo dell’Unto: provinciale è sempre sinonimo di bello?” con Duccio Balestracci, Roberto Barzanti, Luigi Oliveto, Carlo Sorrentino.
Mercoledì 26 settembre, alle ore 10.00, nella Sala dei Nove, “Il Buon Governo visto da vicino”, i giovani in visita agli affreschi di Ambrogio Lorenzetti. Alle ore 12.30, alla Fortezza Medicea, torna l’Aperitivo in Fortezza con “L’attore e il politico: conversazione giocosa sulla “leggerezza” nella comunicazione politica di Fabrizio Cassanelli, La Città del Teatro. Alle ore 15.30, alla Biblioteca degli Intronati, “L’impegno, il bene comune, l’interesse pubblico”, incontro con i giovani scrittori Marco Archetti, Andrea Bajani, Simona Baldanzi, Giulia Carcasi, coordina Leonardo Palmisano e alle ore 17.30, nella Sala San Pio, al Santa Maria, “Balcani banco di prova per l’Europa”, incontro a cura del centro Gabrio Avanzati con Francesco Andreini, Lorenzo Garibaldi, Gustavo Marin, Michele Nardelli, Christophe Solioz. Alle ore 21, al Teatro dei Rozzi, “Questi fiori li ho raccolti stamattina. Dialoghi nella storia di Giuseppe Di Vittorio” con Storie Interrotte e Palermo Teatro Festival. Ed ancora, alle ore 22.30, all’Orto de’ Pecci, nel Caffè della Politica, “Come nella boxe: la politica è ormai solo rissa?” Con Aldo Berlinguer, Omar Calabrese, Paolo Ermini, Marino Livolsi, Antonio Socci.
Giovedì 27 settembre alle ore 10.00, al Collegio Santa Chiara, “Pace in Terrasanta?” Incontro a cura di “Limes” con Lucio Caracciolo, Margherita Paolini, Umberto De Giovannangeli. Alle ore 12,30 alla Fortezza Medicea torna l’Aperitivo in Fortezza con “La lupa e il leone”, conversazione di Gabriella Piccinni con l’autrice Cristina Acidini. Alle ore 15.30, alla Biblioteca degli Intronati, “Matrimoni misti e integrazione tra culture” nell’incontro organizzato da “Reset” con Giancarlo Bosetti, Claudine Attias-Donfut, Alessandro Rosina, Chiara Saraceno, Souad Sbai. Alle ore 21.00, nella Loggia dei Nove a Palazzo Pubblico, “ Polis. Mito e poesia, Compagnia teatrale I Dionisi” e alle ore 22.30, ancora all’Orto de’ Pecci, il Caffè della Politica con “Palco e telecamera: dalle tribune ai tribuni?” con Sabrina Benenati, Aurelio Ciacci, Giovanna Grignaffini, Enrico Menduni. Venerdì 28 settembre alle ore 10.00, alla Biblioteca degli Intronati, “Il buon governo come orizzonte quotidiano della moralità”, incontro organizzato da “Il Mulino” con Edmondo Berselli, Roberto Cartocci, Piero Ignazi, Andrea Morrone, Bruno Simili. Alle ore 12.30, alla Fortezza Medicea, nell’appuntamento Aperitivo in Fortezza, “Gli italiani, la politica e il Buon Governo, un’inchiesta di massa e di elite”, presentazione del sondaggio a cura del LAPS. Alle ore 16.00, nella Sala del Risorgimento a Palazzo Pubblico, “1977-2007: trent’anni d’Italia, l’antagonismo e il riformismo” nel convegno organizzato dalla Fondazione Liberal a cui parteciperà Francesco Cossina. Alle ore 21.00, nella Sala del Mappamondo, a Palazzo Pubblico, “Per ricordare insieme… per la pace”, viaggio nella poesia italiana con protagonista Vincenzo Bocciarelli e alle ore 22.30, ancora all’Orto de’ Pecci nel Caffè della Politica, “Tutti al muro: foto e manifesti al tempo dei vip” con Roberto Koch, Bruno Bruchi, Vincenzo Coli, David Rossi. Sabato 29 settembre, alle ore 10.00, “Costruire la pace”, l’uso delle simulazioni nella gestione dei conflitti, incontro con gli studenti delle scuole superiori, a cura di “Una città” con Marianella Sclavi e Stacie Smith. Alle ore 10.00, nella Sala del Risorgimento, a Palazzo Pubblico, “1977-2007: trent’anni d’Italia, l’antagonismo e il riformismo”, convegno organizzato dalla Fondazione Liberal a cui saranno presenti Ferdinando Adornato e Anna Finocchiaro. Alle ore 12.30, nell’Aperitivo in Fortezza, “La satira e la politica”, conversazione di Maurizio Boldrini con Emilio Giannelli e alle ore 15.30, nella Sala del Pellegrinaio, “Politica, Riforme, Buon governo”, incontro con Nicola Rossi e Bruno Tabacci, coordina Roberto Barzanti. Alle ore 17.30, nella Sala delle Lupe, a Palazzo Pubblico, “Quale concordia nelle città”, incontro tra i sindaci di Siena e Lecce e alle ore 21.00, al Teatro dei Rozzi, “Aladino di tutti i colori”, Opera dei Pupi, drammaturgia e regia di Mimmo Cuticchio.
Domenica 30 settembre, alle ore 10.00, nella Sala San Pio, al Santa Maria della Scala, Politica, Finanza, Etica nell’incontro organizzato da “Metis” con Franco Belli, Vincenzo Coli, Domenico Fisichella, Giuseppe Mussari, Riccardo Sabbatini e alle ore 12.00, nella Sala del Pellegrinaio l’incontro, “La politica italiana vista dall’estero”, con Marc Lazar e Michael Braun. Alle ore 16.00, nella Sala del Pellegrinaio, “La pace possibile” nella lezione di Mons. Vincenzo Paglia e alle ore 21.00, al Teatro dei Rozzi, “Nostra pelle” con La Città del Teatro.
Gli spettacoli sono ad ingresso libero su prenotazione.

Redazione Nove da Firenze