Wine&FashionFlorence 2006


Dopo il successo degli anni passati, partirà dal 24 settembre la Sesta edizione di Wine&FashionFlorence, la rassegna che sposa vino, moda, agricoltura, artigianato di qualità e turismo per promuovere la qualità e la tipicità dei prodotti del Levante Fiorentino. La manifestazione contemplerà anche quest’anno numerosi eventi, workshops internazionali, itinerari economico-culturali, visite agli outlets, sfilate, degustazioni e molte altre attività.

L’iniziativa è promossa da undici Comuni della provincia fiorentina e dalla Comunità Montana Montagna Fiorentina (circa un terzo dell’intero territorio della provincia di Firenze), con il supporto della Provincia di Firenze, della Camera di Commercio, di Apt Firenze e di Toscana Promozione patrocinata della Regione Toscana, con la gestione del Consorzio Terre del Levante Fiorentino e OpenupConsulting. Inoltre la manifestazione vede l’adesione di numerosi partners di alto profilo internazionale nel settore della moda, del vino e dell’alta tecnologia, tra cui Polimoda e Intel Italia.

La principale novità dell’edizione Wine&FashionFlorence 2006 è il nuovo filo conduttore: l’innovazione tecnologica abbinata alla formazione. Marcello Ulivieri, Presidente del Consorzio Terre del Levante Fiorentino, è particolarmente onorato di annunciare la preziosa collaborazione di Intel Italia, che non solo aprirà la porta ad occasioni di incontro, convegni e workshops, ma renderà i singoli luoghi della manifestazioni collegabili in wireless.

Ad ufficializzare il valore internazionale della kermesse sarà la serata speciale del 24 settembre che avrà luogo a Darmstadt, in Germania, in occasione della firma del patto di gemellaggio tra la Provincia di Firenze e quella tedesca di Darmstadt. L’inaugurazione si terrà nel magnifico contesto della Sala del Parlamento dove le note del trio cameristico Fossi Rosadini Gesualdi, dell’associazione Nuovi Eventi Musicali, introdurranno alla scoperta delle eccellenze del Territorio del Levante Fiorentino. La presentazione del video realizzato dal Centro di Documentazione dell’Istituzione Pontassieve Cultura e le degustazioni di vini pregiati e prodotti tipici guidate dal sommelier Massimo Castellani, proseguono un percorso di immagini, sapori, colori che culmina nell’esposizione di quattro preziosi abiti ispirati a progetti ed illustrazioni di Alberto Lattuada, che ha reinterpretato i quadri dei pittori preraffaeliti. I capi sono stati realizzati per l’occasione dagli studenti del corso di Fashion Design dell’istituto internazionale Polimoda di Firenze, a conferma di un rapporto ormai consolidato tra la manifestazione e questa importante realtà formativa.

Gli appuntamenti italiani di Wine & Fashion Florence inizieranno poi presso la Villa di Poggio Reale a Rufina con la mostra “Scagliola inganno sublime”, collezione Bianco Bianchi, che rimarrà aperta dal 28 settembre al 22 ottobre, per poi dare il via ad una serie di appuntamenti, occasioni di crescita e incontro.

Il 6 ottobre si terrà il Workshop, “Un mercato telematico per i prodotti agroalimentari” nella Sala del Consiglio Comunale di Dicomano. Il 10 ottobre, a Pontassieve, presso il Castello del Trebbio a Santa Brigida, sarà l’occasione per una riflessione con la Regione Toscana sulle strategie dei territori del vino con il Convegno “La Città del vino. Economia del vino e sviluppo locale” in collaborazione con Anci Toscana e Città del Vino. Il 14 ottobre sarà la volta del “Oil fashion show” nell’Outlet The Mall di Reggello (Leccio). Il 20 ottobre ancora un convegno dedicato all’applicazione tecnologica del wireless per lo sviluppo dell’agricoltura nella suggestiva cornice della villa gli Olmi a Bagno a Ripoli, a cui seguirà un Fashion Event di Ermanno Scervino. Il 21 ottobre a Incisa Valdarno, un convegno nel Museo di Arte Sacra dedicato all’imprenditoria femminile “Imprese di donne” in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità della Regione Toscana, a cui farà seguito il fashion event di Zoppini Firenze che presenterà il gioiello del Levante Fiorentino. Il 4 novembre si conclude il ciclo di incontri con l’appuntamento di Figline Valdarno, Villa La Borghetta, dedicato alle strategie promozionali.

Un tragitto fatto di suggestioni, sapori, tradizioni e nuove tecnologie, che culminerà il 26 ottobre nella Serata di Gala presso il Salone de’ Cinquecento in Palazzo Vecchio. La cena sarà accompagnata da una performance di sette magnifici abiti scultura, riproduzioni delle creazioni di Roberto Capucci, realizzati dagli studenti del corso di Modellistica Abbigliamento Donna di Polimoda, con proiezione di video ispirati al territorio, esposizione di prodotti dell’artigianato locale, a cura di CNA Firenze, e la presentazione di sette esclusive etichette di vino.

Un calendario ricco e interessante per conoscere il Levante Fiorentino, la sua cultura di profondo rispetto del paesaggio e delle tradizioni. Un percorso all’insegna dell’innovazione consapevole al servizio di un territorio tanto delicato quanto antico, in cui storia, ingegno e artigianato hanno creato le condizioni per far nascere e crescere un’eccellenza unica e impegnativa.

Redazione Nove da Firenze