Toscana: weekend di benvenuto all’autunno, fra storia e territorio

Visita guidata all'Isolotto. Festa dei Bambini sabato a Legnaia. Allo Chalet Fontana musica, yoga e brunch gourmet. Il Requiem di Mozart nel Complesso monumentale di Santo Spirito. A Campi Bisenzio "Svuota la cantina". Domani Caccia alla pista botanica a Reggello. A Monteriggioni lo Slow Travel Fest. ‘Stalla Aperta’ al Caseificio Sociale Manciano. Scoperte, attrazioni e una fiera a San Casciano dei Bagni


Firenze, 22 settembre 2017 - Una festa per salutare l’arrivo dell’autunno, con musica, yoga e brunch di alta cucina immersi nel parco dello Chalet Fontana. Si inaugura così, il prossimo 23 settembre, la nuova stagione dello storico locale amato da Rosai e Pratolini, a tre anni dalla sua riapertura. Il menù sarà curato dal nuovo chef, Luigi Bonadonna, che dopo anni di esperienza in giro per i ristoranti stellati d’Europa è arrivato nelle cucine dello Chalet Fontana. Porte aperte quindi dalle 10.30 con la prima lezione del Corso di Ananda Yoga a cura di Karen Lenz (per informazioni: karenlenz@luciennemonique.it). Seguirà aperitivo nel vivaio, con musica jazz di sottofondo, e vendita di piante e ortaggi direttamente nell’orto dello Chalet. Tre proposte per il brunch, dalle 13: un vegetariana, una di carne chianina e una di pesce della costa toscana. Le musiche di Vivaldi, ovviamente le Quattro Stagioni - Estate e Autunno - faranno da accompagnamento. Pomeriggio nell’orto bioattivo con NOA FOOD, a cura dell'Agronomo Andrea Battiata, e a seguire corso di acquerello botanico.

Sabato 23 settembre, alla Cooperativa Agricola di Legnaia, riprendono le feste rivolte alla cittadinanza del Quartiere e dei Comuni limitrofi, di Firenze e Scandicci. Il divertimento inizierà alle ore 15:00 nell'area a verde accanto alla fattoria didattica con gli animali e alle ore 16:30 sarà offerta a tutti i bambini presenti una salutare merenda con i prodotti di Legnaia.

Una mattinata per riscoprire il quartiere dell’Isolotto, non solo esempio di coesione sociale e spazio “a misura di famiglia”, ma anche luogo che ospita preziosi esempi di arte quattrocentesca e di architettura contemporanea. È questa la proposta per sabato 23 settembre firmata Enjoy Firenze, il cartellone di itinerari culturali guidati a cura di Cooperativa Archeologia. Appuntamento alle 10.00 in via Palazzo dei Diavoli, angolo piazza Batoni, per un percorso che prenderà avvio dall’Oratorio della Madonna della Querce, che riprende schemi brunelleschiani ed è preceduto da un portico, chiuso nel Seicento, sulle cui pareti vi sono resti di affreschi attribuiti a Paolo Schiavo. Si proseguirà con una passeggiata nella zona, che rappresenta il primo grande programma di edilizia sociale della Firenze del Novecento. Edificata a partire dagli anni ‘50 dall’I.N.A Case, al progetto del villaggio satellite dell’Isolotto lavorarono architetti di primo piano come Giovanni Michelucci e Arnaldo Foschini, i cui criteri ispiratori furono i modelli inglesi delle città giardino e la tradizione edilizia dei paesi scandinavi.

Musica sacra, note e arte in una cornice d'eccezione come il Complesso monumentale di Santo Spirito. L'appuntamento è per domenica 24 settembre alle 19,15 per il concerto con l'immortale opera sacra di Mozart Requiem K 626, preceduto dalla Ave Verum Corpus. A seguire la visita guidata al percorso d'arte che comprende, insieme al chiostro seicentesco, la sala capitolare e la sagrestia con il suggestivo Cristo crocifisso scolpito dal giovane Michelangelo. L'iniziativa dà il via alla rassegna Firenze Sacra, una serie di grandi eventi musicali organizzati da OMEGA e Ami Mozart, in collaborazione con CoopCulture, Opera d'Arte e Basilica di S. Spirito. Per il Requiem di Mozart si esibiranno solisti di fama internazionale, come il soprano Marina Shevchenko, il mezzosoprano Cristiana Fogli, il tenore Giorgio Casciarri, e il basso Alessandro Ceccarini. Tre i cori di Viterbo in trasferta a Firenze, per questo splendido evento: Coro "Adriano Ceccarini" diretto da Don Roberto Bracaccini, Coro polifonico "SS. Salvatore" di Bolsena e Coro "Vox Antiqua" di Acquapendente diretto da Loretta Pucci. Le musiche saranno eseguite da Orchestra Nuova Europa e dirette da Alexey Nikonov, direttore ospite e collaboratore di OMEGA.

Concluso il concerto gli ospiti saranno accompagnati in una visita guidata con uno storico dell'arte lungo il significativo percorso d'arte del complesso monumentale di Santo Spirito. Il biglietto comprensivo di concerto, ingresso al complesso e visita guidata è di 25 euro (intero), sono previste riduzioni per soci OMEGA, Ami Mozart, CNA, under 25 e over 65, 20 euro. È possibile acquistare i biglietti direttamente al bookshop nel chiostro in p.zza S. Spirito 30, tutti i giorni, mercoledì escluso, dalle 10 alle 18. La domenica dalle 12 alle 18,

A Campi Bisenzio torna domenica 24 settembre l'appuntamento con il mercatino tra privati "Svuota la cantina". I banchi saranno allestiti dalle 10 alle 19 nei giardini del Il Rosi. Svuota la cantina, promossa dal Comune, è un'iniziativa riservata ai soli cittadini residenti nel comune di Campi Bisenzio e non agli operatori commerciali abituali. Sono circa 100 le postazioni previste, per i curiosi e gli appassionati non mancherà quindi la possibilità di acquistare o scambiare oggetti di arredamento, giochi per bambini o articoli per arredamento.

Proseguono gli appuntamenti di “Naturalmente Reggello” ciclo di escursioni ed iniziative per presentare le aree protette del territorio comunale, organizzata dal Comune in collaborazione con gECO. Domani, sabato 23 settembre con ritrovo alle 15 al Centro Visite di Ponte a Enna si inizia con “Caccia alla pista botanica”. Si tratta di un gioco per imparare a riconoscere gli alberi attraverso foglie, corteccia e frutti, familiarizzando con i principi fondamentali dell’orientamento nel bosco. Domenica prossima, 24 settembre sarà la volta di “Sulle orme degli scrittori”. Si tratta di un percorso trekking che prenderà il via alle 10 dal Centro Visite di Ponte a Enna ed arriverà fino alle casa di Sant’Antonio. Una guida-scrittore proporrà durante il percorso esercizi di scrittura creativa a tema naturalistico. Una buona occasione per coloro a cui piace scrivere e vuole mettersi alla prova con una nuova esperienza. Per chi parteciperà il pranzo sarà è a sacco e il ritorno è previsto per le ore 16.

Primatappa autunnale per i pellegrini senesi che anche domenica 24 settembre potranno scoprire il tratto urbano della Via Romea in occasione del nuovo appuntamento di #SienaFrancigena. Il percorso a piedi che va da Porta Camollia a Porta Romana, passando per il Santa Maria della Scala sarà un affascinante viaggio alla scoperta di storie e aneddoti sulle orme degli antichi pellegrini che già nel Medioevo facevano tappa a Siena, nel percorso verso la Città Santa. #SienaFrancigena: le tappe del percorso. L’itinerario, con partenza alle ore 9.30 da Porta Camollia, prevede 10 tappe. Il percorso, in compagnia di una guida esperta, tocca i luoghi dell’accoglienza e racconta le testimonianze dei viandanti che attraversavano il centro storico di Siena nel viaggio verso Roma. Da San Pietro alla Magione, uno degli edifici più rappresentativi del tratto cittadino della Via Francigena, dove fin dal 998 i Cavalieri Templari avevano una chiesa e un ospizio per i pellegrini (appunto una “magione”), i trekker proseguiranno lungo Banchi di Sopra fino a Piazza Duomo per arrivare al Santa Maria della Scala che per tutto il weekend ospita il World Tourism Event, il Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco, la kermesse che racconta i siti e i beni patrimonio dell'umanità, attraverso un ricco programma di eventi, workshop, incontri tra offerta e domanda e approfondimenti sul turismo culturale e responsabile. All’interno del Santa Maria della Scala ai partecipanti sarà consegnata la “Bisaccia del Pellegrino”, contenente un panino con i salumi toscani, una bevanda a scelta tra una bibita e un bicchiere di birra artigianale del Santa Maria della Scala e un ricciarello IGP di Siena. Il trekking si concluderà sempre a piedi fino a Porta Romana.

Entra nel vivo a Monteriggioni lo Slow Travel Fest, il festival del viaggio lento, a piedi e in bicicletta che animerà il territorio di Monteriggioni fino a domenica 24 settembre. Dopo l’apertura di oggi, venerdì 22 settembre con la Francigena Welcome Walk! e i primi appuntamenti nel complesso monumentale di Abbadia Isola, la manifestazione continuerà domani, sabato 23 e domenica 24 settembre con un ricco programma di incontri, escursioni e iniziative dedicate agli amanti del turismo lento e dell’outdoor che è possibile approfondire sulla Pagina Facebook dell’evento, Slow Travel Fest. Anche domani, sabato 23 e domenica 24 settembre, dalle ore 12 fino alla mezzanotte, sarà possibile gustare sapori tipici del territorio accompagnati da birra artigianale, condividendo incontri, escursioni ed esperienze all'aria aperta vissute con le numerose iniziative dello Slow Travel Fest. Dalle ore 8 alle ore 20, inoltre, sarà aperta anche la Olistic Area, novità dell'edizione 2017 dello Slow Travel Fest.

In occasione della giornata delle Bandiere Arancioni, manifestazione organizzata dal Touring club italiano, il Comune di Trequanda propone, per il 23 e il 24 settembre, due giorni alla scoperta del territorio. Si comincia nel pomeriggio di sabato (ore 16), con una visita guidata e gratuita per le vie di Petroio con un “maestro concaio”. A seguire (ore 17) altra visita guidata (ingresso gratuito) al museo della terracotta di Petroio, con possibilità di manipolazione dell’argilla. Quindi, degustazione di olio extravergine di oliva locale e dimostrazione di pici fatti a mano, sempre al museo. Domenica mattina (24 settembre, ore 9,30) visita guidata e gratuita per le vie di Trequanda a cura della proloco e, al termine (ore 10) altra visita guidata e gratuita alla collezione archeologica di Giancarlo Pallavicini. In mattinata (ore 10,30) sono previsti spettacoli di strada, con il gioco dell’oca in piazza. Al termine (ore 12), aperitivo gratuito alla sede della proloco di Trequanda. “Da molti anni – afferma il sindaco di Trequanda Roberto Machetti – siamo tra i protagonisti di questa giornata nazionale. La collaborazione con il Touring club è uno degli strumenti che il Comune utilizza con impegno, all’interno di una strategia sempre più integrata di promozione del nostro territorio”.

Sarà un fine settimana all’insegna della storia e della natura quello in programma domani, sabato 23 e domenica 24 settembre a Cetona. Ad animare il borgo e l’area di Belverde che ospita il Parco archeologico naturalistico e l’Archeodromo saranno il doppio appuntamento dedicato alle Giornate Europee del Patrimonio e al primo dei quattro weekend delle Bandiere Arancioni, riconoscimento assegnato dal Touring Club Italiano ai piccoli borghi per la qualità turistico-ambientale e di cui Cetona è insignito da diversi anni. A Cetona l’iniziativa offrirà l’opportunità di scoprire il patrimonio storico e culturale del Parco archeologico naturalistico e dell’Archeodromo di Belverde e quello del Museo Civico per la Preistoria del Monte Cetona, al piano terra del Palazzo comunale, con ingresso gratuito fino a 18 anni e ridotto sopra i 18 anni. Domani, sabato 23 e domenica 24 settembre sarà anche il primo weekend dedicato alle Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano, che torneranno anche a Cetona sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, sabato 7 e domenica 8 ottobre e sabato 14 e domenica 15 ottobre.

San Casciano Bagni celebre in grande stile la giornata delle Bandiera Arancioni, distribuendo interessanti iniziative nell’arco di un fine settimana (23 e 24 settembre), e coinvolgendo tutte le frazioni del Comune. Sabato è prevista una visita guidata, nel centro storico del capoluogo, con una degustazione della specialità locale: il ciaffagnone (ritrovo in piazza Matteotti (ore 16,30). Si potrà andare a passeggio tra panorami mozzafiato, palazzi storici, chiese e opere d’arte di ogni epoca, come quelli di Pomarancio nella chiesa della Concezione. Al termine si potrà assaggiare un piatto locale originale, il “ciaffagnone”: una sorta di crepe senza burro, condita con formaggio, zucchero e nutella, protagonista anche di una sagra estiva. Domenica 24 settembre, per l’intera giornata, ecco la Fiera d’autunno (comunemente detta fiera delle cipolle). In contemporanea, nella frazione di Palazzone (dalle ore 10) viene proposto un trekking tra i vigneti, in un’area che vanta celebri cantine. A Celle sul Rigo, invece, sempre nello stesso giorno, si andrà alla scoperta dei luoghi di Giosué Carducci, il poeta che passò qui due anni della sua vita. Sarà possibile vedere chiese, mura, antichi torrioni che facevano parte della cinta muraria per finire sulla cima della torre medievale, e godere così di una magnifica vista della Val d’Orcia, del Monte Amiata, della Val di Chiana. Le esperienze citate sono gratuite e la prenotazione non è obbligatoria, tuttavia è consigliata: basta consultare le pagine Facebook delle rispettive proloco.

Una mattina a tu per tu con la natura, per conoscere il territorio di Manciano e lo stato di avanzamento del progetto “Stilnovo” legato al miglioramento della qualità del latte ovino puntando sulla sostenibilità ambientale. L’appuntamento è in programma domani, sabato 23 settembre con ‘Stalla Aperta’ - secondo Open Day del progetto dopo la prima iniziativa dello scorso aprile – ospitato, a partire dalle ore 10.30, presso l’Azienda agricola Bargagli Enrico in località Pinzuto - Marsiliana. L’appuntamento è promosso dal Caseificio Sociale Manciano e aperto a tutti coloro, dagli adulti ai bambini, che vorranno scoprire da vicino la produzione di formaggi in Maremma partendo da una materia prima sempre più sostenibile e legata al territorio. Alla giornata parteciperanno i rappresentanti della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e delle Università di Pisa e di Firenze, coinvolte nel progetto “Stilnovo, sostenibilità e tecnologie innovative per la filiera latte ovino”, coordinato dal Caseificio Sociale Manciano, per unire il miglioramento della qualità del latte alla riscoperta delle essenze autoctone e favorire ricadute positive sul prodotto finale, sotto l’aspetto ambientale ed economico. Stilnovo coinvolge 10 soci allevatori del Caseificio Sociale Manciano, una parte dei loro greggi e aree di pascolo per circa 8 ettari, dove sono state introdotte pratiche agricole sostenibili per migliorare la qualità del latte, il benessere degli animali e la produttività delle imprese. Il latte ovino prodotto dai soci partecipanti al progetto è stimato in circa 500 mila litri all’anno.

Redazione Nove da Firenze