Rubrica — Spettacolo

Venerdì 30 novembre il suono degli strumenti che Stradivari realizzò per la corte dei Medici

Quintetto mediceo

All’Auditorium Fondazione CR Firenze musiche di W.A.Mozart con il Quintetto Mediceo


Strumenti ad arco realizzati dal liutaio toscano Carlo Vettori in copia del celebre quintetto Mediceo che Antonio Stradivari costruì per la corte dei Medici nel 1690. Li sentiremo risuonare venerdì 30 novembre all’Auditorium FCR Firenze, nell’ambito del festival I Concerti della Liuteria Toscana.

Sul palco un ensemble impreziosito dalle presenze del violista e violinista Marco Fornaciari, solista di fama internazionale e gran cultore del repertorio barocco, e di Augusto Vismara, già prima viola delle orchestre del Maggio Musicale Fiorentino, dell’Accademia di Santa Cecilia, della Scala di Milano e de La Fenice di Venezia. Completano il quintetto Marco Lorenzini e Riccardo Capanni ai violini, Iacopo Luciani al violoncello.

Programma tutto nel segno di Wolfgang Amadeus Mozart, con i due Quintetti “gemelli”, il “K. 515” e il KV 516”, composti in poco più di un mese, tra aprile e maggio del 1787, in un periodo di grande fertilità creativa da cui scaturì anche “Don Giovanni”.

I biglietti per questo concerto (10 euro, posto unico) sono in prevendita nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it (tel. 892.101).

Info e prenotazioni tel. 055.783374 info@orchestrafiorentina.it

Redazione Nove da Firenze