Rubrica — Agroalimentare

Valorizzazione dell'Olivo Minuta di Chiusi

Convegno di presentazione della Comunità Slow Food sabato 4 maggio


Esiste una varietà di Olivo antica, che non teme il gelo, che cresce in scarpate, ma che offre un frutto piccolo e rotondo con una resa bassissima, l'olio che se ne ricava è eccezionale ricco di polifenoli con caratteristiche organolettiche uniche. Questa pianta è la MINUTA di CHIUSI.

Un gruppo di produttori insieme a ristoratori, commercianti e appassionati, quasi dei pionieri, stanno cercando di far conoscere questa varietà autoctona del territorio intorno al Lago di Chiusi.

La salvaguardia del clone, il recuperare di alcuni oliveti abbandonati e l'amore per il territorio, sono i punti forti per sensibilizzare gli agricoltori a tornare ad amare questa pianta antica. Per avviare questo progetto, è stata costituita, in collaborazione con la Condotta Slow Food Montepulciano-Chiusi, la Comunità Slow Food per la Valorizzazione dell'Olivo Minuta di Chiusi che sarà presentata con un convegno sabato 4 maggio dalle ore 10:30 nella splendida cornice del Chiostro di San Francesco nel Centro Storico della Città di Chiusi.

Ci saranno ospiti illustri esperti del settore, professori universitari, tecnici e nutrizionisti che ci parleranno della Minuta di Chiusi e delle sue caratteristiche.

Seguirà un pranzo con i sapori del territorio sapientemente elaborati dai ristoranti della cittadina etrusca, con protagonista l'Olio d'Oliva Minuta di Chiusi. Ospiti importanti dell'evento i produttori di Vino Nobile dell'associazione Vignaioli Montepulciano.

Dopo il pranzo all'aperto chi vorrà potrà visitare i suggestivi cunicoli della Città Sotteranea di Chiusi, per scoprire i segreti degli Etruschi. Con il patrocinio del Comune della Città di Chiusi e la collaborazione del Centro Commerciale Naturale “Centro Storico” di Chiusi.

Redazione Nove da Firenze