Rubrica — In cucina

Un altro fine settimana dedicato al tartufo

La Mostra del Mercato del Bianco e Nero del Mugello, a Borgo San Lorenzo il prossimo 16 e 17 novembre. Al Mulinaccio sabato e domenica cibo, vino, cultura e mercatini


Si entra nella settimana più importante in Mugello per gli amanti del tartufo. Si svolgerà infatti sabato 16 e domenica 17 novembre a Borgo San Lorenzo la 24° edizione della Mostra del Mercato del Tartufo Bianco e Nero del Mugello, organizzata dall’Associazione Tartufai del Mugello con la collaborazione del Centro Commerciale Naturale “Nel Borgo”, Confesercenti, Confcommercio e Periscopio Comunicazione ed il sostegno ed il patrocinio del Comune di Borgo San Lorenzo. Tartufo da acquistare, da gustare in loco abbinato a piatti di vario genere, da portarsi a casa in un paniere ricco di altre delizie del periodo e che rendono il territorio un piccolo ma ricchissimo scrigno. Ruolo centrale lo avrà lo spazio della Associazione locale dei Tartufai, in Piazza Garibaldi, che proporrà in particolare il bianco mugellano, considerato una vera eccellenza nel panorama del tartufo della nostra regione. Ma saranno quasi dieci, provenienti anche da Umbria, Marche, Emilia Romagna, oltre che dalla Toscana, le aziende o associazioni che proporranno tartufo fresco, derivati e lavorazioni a cura di tartufo e troveranno spazio in corso Matteotti. Per tutto il centro storico poi prodotti enogastronomici in particolare quelli delle aziende agricole mugellane che proporranno i frutti dell’autunno, mese particolarmente ricco in Mugello, con aziende agricole in particolare del territorio mugellano. Nel corso delle due giornate ci saranno inoltre degli eventi che racconteranno il mondo del tartufo come le dimostrazioni con cani da tartufo, nei pressi del Ponte sulla Sieve. Un’occasione per tutti i buongustai per assaggiare ed acquistare il delizioso e pregiato frutto della terra, come i genuini prodotti tipici del Mugello. Anche quest’anno si potrà degustare direttamente in fiera, grazie ad un unico punto di ristorazione, in Piazza del Popolo, con un gustoso menu a base di tartufo e funghi, o presso alcuni ristoranti del paese che proporranno specifici menù col tartufo super protagonista. Sempre in Piazza del Popolo sarà visitabile una mostra micologica.

Galileo ne andava matto. E visto che lo scienziato ha soggiornato nella Villa di San Gaudenzio, ospite dei Buonamici nel territorio di Vaiano, è molto solida l’ipotesi che le casse di tartufi che gli arrivavano a Pisa “dalla campagna” provenissero proprio dalla Valle del Bisenzio. E nel segno di Galileo torna il week end di eventi - sabato 16 e domenica 17 novembre- promossi alla Villa del Mulinaccio per celebrare il Re Tartufo. La manifestazione, giunta alla quattordicesima edizione, è organizzata dall’Associazione Tartufai della Val di Bisenzio con il sostegno del Comune di Vaiano. Non c’è solo Galileo a celebrare Re Tartufo. Quest’anno la manifestazione rende omaggio anche al genio di Leonardo da Vinci di cui quest'anno si celebra il cinquecentenario, accompagnando i piatti a base di tartufo con il Carmignano prodotto a Bacchereto, nelle vigne che appartenevano alla nonna di Leonardo. Per la due giorni alla Villa del Mulinaccio, l’Associazione Tartufai della Valdibisenzio è affiancata dall’Azienda vinicola Colline San Biagio, proprietaria di un pezzo di questa bella storia della Toscana. La nonna paterna di Leonardo, Lucia di Ser Piero Zoso, possedeva una casa e un podere a Bacchereto, dove l’allora giovane artista, trascorse la sua infanzia prima di trasferirsi a Firenze nel 1469. La casa esiste ancora, come pure i vigneti annessi situati in via Toia, una parte dei quali oggi è proprietà della Azienda vinicola Colline San Biagio. La manifestazione apre i battenti sabato 16 - dalle ore 15 - con i mercatini del gusto, dell’artigianato, la vendita del tartufo nella Tinaia della villa e la degustazione vini della Cantina Colline San Biagio, a cura dell’Ais di Prato. Segue la visita guidata alla Villa del Mulinaccio a cura della Fondazione Cdse. Alle 20 il Gran Convivio, cena tutta a base di tartufo a cura dell’Associazione Tartufai con lo chef Mauro Ravalli. Domenica, dalle ore 10, ancora mercatini vendita del tartufo con degustazioni, per arrivare alle 13 al pranzo, naturalmente tutto a base di tartufo. Cena e pranzo prevedono la prenotazione obbligatoria. Si deve chiamare i numeri: 366 2706 137 - 338 3803 817. Info: tartufaivallbisenzio@virgilio.it

Redazione Nove da Firenze