Turismo: la Toscana on line sta crescendo

Numeri in aumento per Visittuscany.com, piattaforma a disposizione del sistema turistico regionale: +17% rispetto a un anno fa. Quasi 300mila visualizzazioni per l'articolo “One day in Florence, 10 things you have to do”


Oltre 4.3 milioni di visite (+17% rispetto allo stesso periodo del 2018) effettuate da oltre 3.3 milioni di utenti unici (sempre +17%), crescono dell’85% le visualizzazioni uniche di pagina. La maggior parte dei click arrivano dall’Italia (+23%), seguita da USA (+12%), UK e Canada. Seguono Australia, Germania, Spagna e Svizzera. Interessante anche il dato sulle fasce d’età dei visitatori: il 65% è compreso nella fascia d’età tra i 25 e 54 anni con prevalenza per gli under 34 che rappresentano il 27% degli utenti. Questi sono solo alcuni dei numeri registrati da gennaio a novembre 2019 da visittuscany.com, il sito di destinazione della Toscana realizzato da Fondazione Sistema Toscana per conto di Regione Toscana.

“Numeri così positivi - commenta l'assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo - confermano l'utilità dello strumento e i tassi di crescita a due cifre testimoniano le potenzialità che questo nuovo portale ha. È una piattaforma a disposizione del sistema turistico toscano e la sua duttilità permette di evolversi ed arricchirsi di continuo e posizionarsi sempre al meglio sul web”.

“I dati confermano i buoni frutti del lavoro realizzato per arricchire di contenuti e servizi il sito di destinazione della Toscana. In due anni abbiamo superato varie sfide ma sono ancora tanti i miglioramenti a cui stiamo pensando. Sarà la collaborazione con i territori a fare la differenza. Insieme a loro Visittuscany.com continuerà a crescere e a rispondere sempre meglio alla grande richiesta di Toscana che ogni giorno di più incontriamo in rete”, ha dichiarato Paolo Chiappini, direttore di Fondazione Sistema Toscana.

Visittuscany.com racconta la grande ricchezza culturale e naturalistica della Toscana attraverso centinaia di contenuti e spunti: idee, itinerari e proposte di viaggio, approfondimenti sui territori, sulle località e sulle attrazioni, ma anche focus sulle specialità enogastronomiche e artigianali. Inoltre, il sito raccoglie gli eventi di tutto il territorio regionale e le proposte commerciali degli operatori turistici privati. Le versioni del sito in spagnolo e tedesco, che da luglio 2019 sono andate ad aggiungersi alle versioni in italiano e inglese, hanno già registrato rispettivamente 35mila e 15mila visualizzazioni di pagina nei primi 4 mesi di vita.

In assoluto, i più visitati negli ultimi 11 mesi sono stati tre contenuti in lingua inglese a conferma dell’interesse del pubblico internazionale. Si tratta di: “One day in Florence, 10 things you have to do” con quasi 300mila visualizzazioni; “Free natural hot springs in Tuscany” con 85mila visualizzazioni e “Top 10 must-sees for a first-timer in Tuscany” con 80mila visualizzazioni.

Mentre per la versione in italiano le pagine più cliccate sono state: “Le spiagge più belle del Monte Argentario” con oltre 30mila visualizzazioni; “In cammino lungo le vie cave, tra Pitigliano e Sovana” e “Terme di Bagno Vignoni” entrambe con 25mila visualizzazioni. Dati che confermano un crescente interesse del pubblico italiano per le attività all’aperto e la scoperta di itinerari legati alle bellezze naturali della nostra Regione.

Tra le offerte commerciali disponibili sul sito quelle più gettonate sono state, per la versione in italiano, il tour guidato “Volterra e il manicomio: una città nella città”, il pacchetto “Magic children Christmas” e l’esperienza “Raccolta delle castagne sul Monte Amiata”. Nella versione in inglese le esperienze “Pizza and gelato class in Florence” e “Tandem paragliding in Tuscany” oltre all’escursione “Trekking from Lucca to Pisa along the ancient aqueducts”.

Uno degli aspetti più strategici di visittuscany.com è make.visittuscany.com, il backoffice digitale che permette agli attori dell'ecosistema turistico di essere coinvolti attivamente. Comuni, enti e associazioni di promozione turistica e culturale possono pubblicare e promuovere contenuti ed eventi, mentre le imprese che a vari livelli si occupano di turismo possono usufruire della sezione Offerte per promuovere i propri pacchetti, tour o esperienze. Da qualche mese a questa parte stanno collaborando attivamente anche gli Ambiti turistici e, dei 28 costituiti a seguito della Legge regionale in materia di turismo, 13 hanno già creato il proprio profilo su Make.

Oltre agli Ambiti, sono attivi su Make altri 215 utenti, di cui 103 sono Enti Istituzionali e 112 sono Operatori turistici privati. L’insieme delle attività collaborative messe in piedi ha generato nel 2019 oltre 1.000 contenuti.

Redazione Nove da Firenze