Scuole superiori: gli interventi per garantire il rientro agli studenti

Tutte le informazioni sulla ripresa delle attività: date di inizio, misure di sicurezza, trasporto scolastico, mense: quello che c’è da sapere in vista dell’avvio dell’anno. ​Spazi e soluzioni per la didattica durante l'emergenza sanitaria. Cantieri aperti non solo per le aule ma anche per la ristrutturazione degli edifici. Screening Covid19 per il personale


L’estate volge al termine e si torna sui banchi di scuola. Punto per punto ecco le principali novità e le informazioni da sapere a proposito del nuovo anno scolastico negli istituti comprensivi.

MISURE DI SICUREZZA ANTI-COVID

La strategia anti-contagio prevede una serie di misure da applicare a tutte le scuole. Prima tra queste l’obbligo di indossare la mascherina per tutto il personale scolastico durante la permanenza a scuola. I docenti possono toglierla in classe, ma se gli studenti si avvicinano o durante l'intervallo devono rimetterla. Gli alunni, a patto che si rispetti il metro statico, possono non indossare la mascherina durante la lezione. Le mascherine sono obbligatorie dai sei anni in su per tutti all'arrivo, all'uscita e per gli spostamenti dentro la scuola. Gli studenti possono indossare anche mascherine di stoffa. In ogni plesso sono previsti ingressi scaglionati, per evitare assembramenti sia all’entrata che all’uscita da scuola. I genitori non potranno entrare dentro alle scuole se non per necessità precise e previo appuntamento.Gli studenti e il personale scolastico dovranno misurare la propria temperatura corporea a casa. Nel caso in cui questa superi i 37,5° sono obbligati a restare a casa. Erogatori di gel igienizzanti saranno piazzati agli ingressi dei plessi, di ogni singola classe e agli ingressi dei bagni. Ogni scuola sarà dotata di appositi contenitori per lo smaltimento dei rifiuti speciali Covid. All’ingresso degli edifici e nei corridoi saranno inoltre posizionati bidoncini e mastelli dedicati appositamente allo smaltimento delle mascherine.
AULE E MENSETutti i plessi scolastici del territorio comunale sono riusciti a far fronte alle nuove esigenze di distanziamento e alle altre misure di prevenzione del contagio senza ricorrere a spazi esterni. Questo grazie alla rimodulazione degli spazi e delle aule già esistenti. Sono tuttavia presenti all’interno dei plessi degli spazi (interni ed esterni) utilizzabili dalla classe o da gruppi. Tali spazi verranno utilizzati in tempi alternati previa sanificazione. Ogni plesso, in base alle caratteristiche strutturali, è stato oggetto di mappatura, sopralluoghi e analisi. I banchi sono ovunque posizionati secondo le disposizioni ministeriali sul distanziamento fisico (1 metro tra le rime buccali dei bambini e 2 metri tra docente e alunno). Saranno inoltre approntati appositi segni a terra per evitare spostamenti.

TRASPORTO SCOLASTICO

Riprende regolarmente anche il trasporto scolastico per tutti coloro che si sono iscritti al servizio, nel rispetto delle linee guida ministeriali. A bordo degli scuolabus si potrà accedere solo indossando la mascherina e dopo aver controllato di non avere la febbre. I mezzi saranno sanificati quotidianamente e a bordo dovranno essere mantenute le distanze di sicurezza.

LAVORI EDILI

Per rispondere anche alle esigenze della didattica durante l'emergenza Covid, gli uffici competenti della Città Metropolitana di Firenze hanno aperto i cantieri e individuato soluzioni in circa 30 edifici scolastici di competenza (compresa la condivisione di aule per alcuni istituti), con una spesa complessiva di circa un milione e 300 mila euro. Gli interventi saranno portati a termine entro l'inizio dell'anno scolastico, tranne due di edilizia pesante, che richiedono più tempo: le volte dell'istituto d'arte di Porta Romana e un'aula ex novo al Russell Newton. Sono state intanto predisposte 64 nuove aule. Per gli edifici scolastici che per ragioni strutturali e caratteristiche tecniche non possono disporre degli spazi necessari a riprendere le attività didattiche in presenza al cento per cento, sono stati compiuti oltre 50 sopralluoghi e un numero esteso di contatti con privati per reperire le nuove aule. Gli esiti saranno formalizzati alle scuole interessate e, se accettati, contrattualizzati questa settimana: a Firenze per il liceo scientifico Castelnuovo, il liceo classico Galileo e l'Itis Meucci; ad Empoli per gli istituti Virgilio e Ferraris Brunelleschi. L'obiettivo è consentire il rientro in presenza al cento per cento degli studenti delle scuole superiori di Firenze e della Metrocittà. In alcuni casi sono stati adottate soluzioni di didattica a distanza.

Circa il trasporto pubblico locale, gli uffici della Città Metropolitana di Firenze hanno lavorato con i dirigenti scolastici e il consorzio che esegue il Tpl, in modo da essere pronti a recepire le linee guida del Governo sui trasporti, diramate solo mercoledì scorso, stabilendo la capienza massima dei mezzi all'80 per cento e di fatto lasciando ai gestori dei servizi ed agli enti come la Città metropolitana solo pochi giorni per definire un piano completo. Alla luce delle indicazioni il consorzio One scarl dovrà trovare 33 mezzi per garantire il trasporto pubblico in sicurezza, soprattutto nelle aree più periferiche. Sono in corso anche contatti a riguardo con privati. Dopo aver condotto una serie di incontri con le scuole e le parti interessate, la Città Metropolitana di Firenze ha predisposto un sondaggio "al fine di definire in modo ancora più puntuale le esigenze del trasporto pubblico locale e scolastico", spiega il delegato al Tpl Francesco Casini. Il questionario è stato diffuso in queste ore tra gli studenti delle scuole superiori del territorio, in collaborazione con i Dirigenti scolastici e i Comuni, per conoscere i loro spostamenti Insieme alla classe di appartenenza per l'anno scolastico 2020/2021, si chiede a ogni studente come raggiungeva solitamente la scuola prima dell'emergenza sanitaria (se a piedi; bicicletta; moto o motociclo; autobus extraurbano; autobus urbano o tramvia; treno; auto come passeggero; auto come conducente; auto e treno o bus; treno e bici; monopattino elettrico; altro); quindi come pensa di raggiungere l'istituto in questo nuovo anno scolastico; quali mezzi utilizzava al ritorno prima del Covid; come lo studente intende rientrare quest'anno da scuola; se ciascun studente ha note o suggerimenti sulle tematiche degli spostamenti casa-scuola.

Di seguito ecco alcuni degli interventi e delle soluzioni adottate.

'''Firenze'''

Al liceo artistico Alberti Dante in via Magliabechi, in via san Gallo e via Puccinotti sono condotti interventi di edilizia leggera per 17 mila euro. Per la sede di via Puccinotti si cercano 3 aule per evitare la didattica a distanza per tre classi e uno spazio per le prove d'orchestra.

Recupero all'Istituto professionale Buontalenti di via di San Bartolo a Cintoia del secondo piano del museo della matematica (200 mila euro) per la realizzazione di dodici aule che saranno condivise anche con l'Isis Galilei.

Al Liceo scientifico Castelnuovo installazione di pannelli fonoassorbenti nella palestra di via Lamarmora e nella palestra di via della Colonna e ristrutturazione aule nei due plessi (42 mila euro).

Liceo scientifico Castelnuovo. Attualmente si stanno definendo soluzioni per nuove aule (12) per consentire il rientro al 100% in presenza nell'istituto di via Lamarmora.

Per l'Iis Cellini-Chinnici in via Masaccio rese disponibili 5 aule al secondo piano alla succursale del Buontalenti in via dei Bruni.

Al Liceo scientifico da Vinci demolizione di muro/tramezzo al piano primo tra due aule, ripristino dell'intonaco dei soffitti delle aule e tinteggiature; telone di separazione in palestra (70 mila euro).

Al Liceo classico Galileo revisione degli infissi in legno (10 mila euro). Attualmente si stanno definendo soluzioni per nuove aule (18) per consentire il rientro al 100% in presenza.
All'Istituto d'arte di Porta Romana consolidamento di tre volte e realizzazione di una balaustra per 208 mila euro; Turni mattina e pomeriggio.

All'Itis Meucci attualmente si stanno definendo soluzioni per 5 nuove aule per consentire il rientro al 100% in presenza. Riqualificazione degli spazi sportivi esterni.

Al Liceo classico Michelangelo rimozione di una parete in cartongesso per ricavare un ingresso destinato a percorso precauzionale antiCovid; realizzazione di parete in cartongesso con porta per separazione dell'area segreterie; quindi rifacimento/riparazione della pavimentazione del cortile su Borgo Pinti; Insonorizzazione dell'aula Borsi n. 135 (da utilizzare come aula); sistemazione e messa in sicurezza cortile magnolia zona ingresso (40 mila euro complessivi).

All'Iis Morante Ginori Conti di via del Ghirlandaio lavori per trasferire vice presidenza e segreteria al piano primo della palazzina, che diventano così aule; tinteggiatura completa locali interessati e rialzamento corrimano scale (30 mila euro);

all'Iis Morante Ginori Conti in via Chiantigiana separazione dello spazio dell'aula magna con una pannellatura in cartongesso (3500 euro);

al Liceo scientifico Gramsci di via del Mezzetta rampa per i disabili, sostituzione vetrata mobile nel laboratorio di informatica, pavimentazione esterna, ristrutturazione della scalinata dell'aula video (35 mila euro);

all'Iis Peano di via del Sarto rifacimento completo del locale bar; ripristino pavimentazione aule, sistemazione della pavimentazione esterna per consentire ingressi differenziati (25 mila euro);

al Liceo Scientifico Rodolico di via Baldovinetti divisione dello spazio del laboratorio di fisica per realizzare un'aula didattica; realizzazione camminamenti esterni (10 mila euro);

all'Istituto professionale Saffi di via del Mezzetta interventi per pavimentazione antitrauma nell'area esterna accanto al campo di basket; ripristino intonaci e tinteggiature in un'aula al piano terra; controsoffitto della biblioteca e pavimentazione dell'area San Salvi (50 mila euro).

'''Bagno a Ripoli'''

All'Isis Gobetti Volta: abbattimento di una parete in cartongesso tra due aule al piano terra, lato Gobetti. Abbattimento parete in cartongesso tra laboratorio informatica 1 e 3 al piano terra, lato Volta. 4 porte per aule e 2 porte di sicurezza per laboratori (12 mila euro). Verrà realizzata una nuova aula didattica. Prossima (ottobre) la consegna dell'ampliamento di 8 aule didattiche.

“Ci avviciniamo all’inizio dell’anno educativo – dichiarano il sindaco e l’assessore alla scuola del Comune di Bagno a Ripoli – consapevoli del grande lavoro svolto in questi mesi dalle scuole e dagli uffici dei servizi educativi. La collaborazione ed il dialogo tra Amministrazione Comunale e Istituti non è mai mancata e dovrà essere ancora più stretta nelle prossime settimane per garantire una ripartenza in sicurezza a studenti e famiglie”.

'''Borgo San Lorenzo'''

Ampliamento di 3 aule al Liceo scientifico Giotto Ulivi (15 mila euro). Prevista la consegna di 18 nuove aule didattiche nel mesi di novembre.

'''Scandicci'''

All'Isis Russell Newton modifiche in biblioteca per realizzazione di aule didattiche e due nuove aule esterne (190 mila euro di lavori complessivi);

'''Sesto Fiorentino'''

Al liceo Agnoletti in via Ragionieri. Sede: le classi 1°,3° e 5° in presenza 100%; le 2° e 4° didattica a distanza un giorno a settimana. Riqualificazione degli spazi sportivi esterni. Operate modifiche interne con pareti mobili.

All'Iiss Calamandrei, sede centrale di Via Milazzo, al primo piano due aule sono state unite attraverso la demolizione di un muro; stesso provvedimento alla succursale Tifariti, al piano primo (63 mila euro per tutti e due gli edifici). Per ogni classe di 25 persone: 20 in presenza e 5 in didattica a distanza.

'''Empoli'''

All'istituto Fermi rientro al cento per cento degli studenti.

All'Iis Virgilio di Empoli: recupero di 5 aule nei locali dell'ex convento in via Fabiani adiacente il plesso scolastico (50 mila euro). Si stanno definendo soluzioni per altre 9 aule congiuntamente alla succursale in via Fucini.

Al Liceo scientifico Pontormo abbattimento della parete in cartongesso tra due aule, abbattimento di una parete al piano terra tra due aule, abbattimento di una parete al piano terra tra due aule con demolizione gradini, tamponamento porta esistente e modifica infisso per accesso diretto all'area esterna, sistemazione con nuova pavimentazione delle zone scala antincendio (lato Pisa e lato Firenze) da utilizzare in sicurezza per l'ingresso scaglionato degli alunni; sistemazione della zona "giardino" tra via Sanzio e via Bonistallo con realizzazione campo in erba sintetica per attività motoria all'esterno (46 mila euro). 100 per cento degli studenti in presenza.

All'Iis Ferraris Brunelleschi: abbattimento di parete divisoria tra aule costituita da pannello prefabbricato. Individuazione di campetto all'esterno per attività sportiva. Sistemazione della pavimentazione esterna sconnessa; sistemazione camminamento esterno sul lato posteriore della succursale di via Bonistallo; parete in cartongesso tra aula topografia e segreteria (40 mila euro).
Si stanno definendo soluzioni per almeno 4 aule da 18 persone congiuntamente a It Brunelleschi: in fase di reperimento.

'''Fucecchio'''

All'Isis Checchi ex Virgilio in Piazza Vittorio Veneto. Per 9 classi 7 persone svolgeranno didattica a distanza, tutte le altre in presenza. Interventi di ediliza leggera per 7 mila euro.

Screening Covid 19 al personale scolastico

Sono 9.220 i test sierologici volontari eseguiti al personale scolastico nella settimana dal 31 agosto al 5 settembre con solo 87 positivi. Anche nella seconda settimana dello screening preventivo rivolto al mondo della scuola l'adesione è stata alta e importante l'attività svolta dai servizi dell'Azienda USL Toscana centro che è distribuita capillarmente su tutti i territori. I test sono effettuati in tutti gli ambulatori dedicati della Ausl Toscana centro, ed eseguiti nei quattro laboratori aziendali di Prato, Empoli, Firenze e Pistoia. Nella settimana dal 24 al al 28 agosto i test erano stati 7.801 con 75 positivi rilevati.

A Empoli sono stai effettuati 1.452 test e rilevati 6 positivi con una percentuale del 0,41.

Nel territorio fiorentino i test sono stati 4.525, i positivi 47 con una percentuale del 1.00%. Nella zona pistoiese i test eseguiti sono invece stati 1.748, i positivi 21 e la percentuale pari al 1,18%. A Prato su 1.439 test sono risultati positivi in 13 e la percentuale è del 0.90%.

Il metodo utilizzato dai laboratori della Ausl Toscana centro per gli screening sierologici sul personale docente e non, è un metodo in chemiluminescenza che prevede il dosaggio di anticorpi totali anti SARSCoV2. Il test utilizzato non distingue i diversi anticorpi (IgG e IgM) ma è finalizzato ad individuare i negativi ed i positivi che dovranno effettuare il tampone naso faringeo, test di riferimento nella diagnosi di infezione da SARSCoV2. Coloro che sono risultati positivi al test sierologico di screening, devono contattare il numero verde regionale 800556060 per effettuare il tampone orofaringeo che confermerà o meno definitivamente la positività o no. I test sierologici dedicati al personale scolastico proseguiranno anche la prossima settimana.

Ad oggi le prenotazioni registrate fino al prossimo 11 settembre sono complessivamente 25.545.

A Empoli 3.761 presso gli ospedali di Catefiorentino e Fucecchio e nei presidi di Empoli e San Miniato Basso; a Firenze centro 7.638 presso l'Azienda Universitaria Ospedaliera di Careggi, l'ospedale San Giovanni di Dio, la Casa della Salute di viale Morgagni e i presidi Le Piagge, D'annunzio e Santa Rosa; a Firenze nord-ovest 2.063 nei presidi di Campi Bisenzio, Lastra a Signa e Sesto Fiorentino e 2.074 a Firenze sud-est presso gli ospedali Santa Maria Annunziata, e Serristori e al Poliambulatorio di San Francesco; nel Mugello 832 all'ospedale di Borgo San Lorenzo; nell'area pistoiese 2.130 in Valdinievole e 2.923 a Pistoia presso le Case della Salute di Agliana e Quarrata, nel presidio territoriale di Pistoia, all'ospedale di San Marcello, all'ospedale di Pescia nel Poliambulatorio ex Filanda e nei presidi di Monsummano e Montecatini; a Prato 4.124 al poliambulatorio Giovannini.

La scorsa settimana le prenotazioni erano state 20.987. 

Redazione Nove da Firenze