Pasqua: Toscana pronta ad accogliere i visitatori con una natura di qualità

Innevamento perfetto e tanti appuntamenti tra gastronomia e tradizione. Il Parco del Renai aperto sabato. Pratolino riapre il 2 aprile. Palazzo Strozzi: Oltre 7.000 mila visitatori in 5 giorni per la grande mostra Da Kandinsky a Pollock. La Cappella Musicale della Cattedrale di Firenze, con il Quintetto di ottoni del Maggio Musicale


Pronto il sistema dell'accoglienza per Pasqua e Pasquetta, che si annunciano all'insegna della natura e del grande sci per la Toscana. Gli operatori sperano così di chiudere nel migliore dei modi una stagione certo non facile. La coda dell'inverno e l'inizio della primavera hanno infatti portato nuova neve nei giorni scorsi. Il meteo annuncia bel tempo nel week end, l'innevamento è ottimo in tutte le località e l'accoppiata neve e sole richiamerà di sicuro tanti appassionati sulle montagne vicine a casa. Sono tante anche le iniziative in programma, all'insegna della gastronomia naturalmente, ma anche dell'agonismo, della beneficienza, del divertimento e della tradizione. All'Abetone altezza neve cm 80/180, impianti aperti 16/17. Aperti gli snowpark e le piste da fondo. All'Amiata altezza neve cm 30/120, impianti aperti 7/8. Da domani stazione tutta aperta fino a lunedì 28 marzo. Aperti i tracciati di fondo. A Cutigliano altezza neve cm. 80/100, impianti aperti 4/4. In Garfagnana altezza neve cm 40/90; aperti 3 impianti al Casone di Profecchia e tutti gli itinerari di fondo al Passo Radici. A Zeri altezza neve 10/50, impianti aperti 3/3.

Il prossimo fine settimana riapriranno centri visita del Parco nazionale delle Foreste casentinesi a Londa e Castagno d'Andrea (sul versante fiorentino), Santa Sofia (in Romagna), e Camaldoli, in provincia di Arezzo.  Vanno ad affiancare i presidi del Parco di Bagno di Romagna e Badia Prataglia, che effettuano un'apertura continuativa nel corso dell'anno.  Sono strutture realizzate con la finalità di descrivere il territorio ed orientare il visitatore a scegliere programmi e strutture ricettive per rendere interessante e piacevole la permanenza nell’area protetta. Ogni struttura - presso le quali è possibile acquistare gadget, guide e cartografie ad uso escursionistico e/o prenotare servizi di guida per le escursioni - ospita una presentazione generale del territorio e sviluppa un tema specifico. Il centro visita di Londa, in provincia di Firenze, è dedicato a "l'uomo e il paesaggio". Il tema portante è la modificazione del territorio a seguito dell'intervento antropico nel corso dei secoli. Si trova sulla sponde del lago di Londa, in località "Parco del lago" (tel. 055 .8351202; cv.londa@parcoforestecasentinesi.it). Sarà aperto domenica e lunedi dalle 15 alle 18.  Il gruppo del Falterona è il complesso montuoso più importante del Parco e, proprio nel versante fiorentino dell'area protetta, si presenta in modo maestoso e selvaggio. Il centro visita di Castagno d'Andrea si occupa dei suoi "viaggiatori celebri" (etruschi, Dante, Dino Campana, le truppe alleate) e dell'"anatomia della montagna". Nella stanza della "civiltà del castagno" si ripercorre la storia degli abitanti del paese ed il suo rapporto con la coltivazione dell' "albero del pane". Nella "stanza delle suggestioni" si può assistere ad una proiezione sulla montagna e sulle stagioni del castagneto. Il centro visita è in via della Rota, 8 (tel. 055.8375125; cv.castagnodandrea@parcoforestecasentinesi.it). Sarà aperto domenica e lunedi dalle 9 alle 13. La Foresta di Camaldoli ospita il punto informazioni e il centro ornitologico (cv.camaldoli@parcoforestecasentinesi.it, tel. 0575. 556130), che saranno aperti domenica e lunedi dalle 10 alle 13. Il museo ornitologico ospita la preziosa collezione “Biggeri”, corredata da percorsi espositivi e allestimenti didattici. Il tema centrale del presidio del Parco a Santa Sofia è la foresta. Nel "corridoio della storia"sono ripercorsi alcuni aspetti della civiltà contadina che popolava l'Appennino prima dell’abbandono delle montagne. Nella "stanza delle suggestioni", le immagini di alcune multivisioni (“Le stagioni del Parco”, “I cicli della vita”, “Musica nel Parco”), proiettate sul muro affrescato, fanno vivere l’emozione di trovarsi a contatto con la natura dell'area protetta. Nella "stanza dell’apprendimento" è possibile imparare giocando con "l’armadio dei suoni e dei segni". Al piano superiore si trova il plastico della Romagna costruito da Pietro Zangheri, che consente di avere una visione aerea dell’intero territorio del Parco. Attorno a questo alcune bacheche illustrano le caratteristiche della vegetazione forestale. Il centro visita, in via Nefetti, 3 (cv.santasofia@parcoforestecasentinesi.it; tel. 0543. 970249), sarà aperto sabato 26, domenica 27 e lunedì 28 la mattina (9-13) e il pomeriggio (14-17).

Un tempo si andava in gita in Padule soprattutto per Pasquetta; nell'ambito della prima Open Week della Valdinievole il Centro RDP Padule di Fucecchio rispetta la tradizione e la rilancia con ben cinque giornate di apertura straordinaria della Riserva Naturale. Grazie alla disponibilità del personale e dei volontari del Centro, sono in programma per tutte le date dell'Open Week (26-27-28 marzo e 2-3 aprile) aperture straordinarie del Centro Visite di Castelmartini e dell'osservatorio faunistico de Le Morette. Il Centro Visite, che ospita una esposizione permanente sull'area umida e mostre temporanee di fotografia e disegno naturalistico, rimarrà aperto sabato 26 marzo e 2 aprile (ore 14,30-18), a Pasqua, Pasquetta e domenica 3 aprile (ore 9-12,30 e 14,30-18). Nel pomeriggio del giorno di Pasquetta presso il Centro Visite si terrà anche una degustazione gratuita di olio a cura di Montalbano Agricola Alimentare Toscana (frantoio cooperativo di Vinci) e di bomboloni a cura dell'Associazione Intrecci Onlus. Da Castelmartini, anche a piedi o in bicicletta, si raggiunge facilmente la Riserva Naturale de Le Morette dove negli stessi giorni ed orari all'osservatorio ci sarà un operatore del Centro con un potente cannocchiale a disposizione dei visitatori per ammirare le numerose specie di uccelli presenti nei grandi grandi specchi d'acqua dell'area protetta. Sempre nell'ambito dell'Open Week i Comuni di Monsummano Terme e Pieve a Nievole hanno in programma alcune visite gratuite con le Guide Ambientali del Centro alla scoperta delle ricchezze storiche e naturalistiche del territorio. Sabato 26 marzo (ore 9-12) è prevista una visita guidata nell'area Righetti, che costituisce la parte settentrionale della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, mentre sabato 2 aprile (ore 15-18) è la volta del Castello di Montevettolini. Domenica 3 aprile (ore 15-18) si può scegliere fra due diverse escursioni in ambiente collinare: dal Museo della Città e del territori alla rocca di Monsummano Alto o, in alternativa, da Pieve a Nievole a Poggio alla Guardia. Sarà quindi possibile organizzarsi una intera giornata a contatto con la natura, visitando sia la Riserva naturale del Padule di Fucecchio che altri ambienti vicini di grande interesse paesaggistico ed ambientale. Tutte le visite sono gratuite; informazioni e prenotazioni presso il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio Onlus, tel. 0573/84540, e-mailfucecchio@zoneumidetoscane.it

Apre sabato il parco dei Renai di Signa. L’area verde attrezzata sarà aperta dalle 12 alle 20 nei giorni feriali, e dalle 9 alle 20 per i festivi. Da giugno invece entrerà in vigore l’orario prolungato, con l’apertura fino alle 2 di notte. Per gli appassionati della bici, è possibile raggiungere il parco dalle Cascine sulla pista ciclabile. Riparte la stagione della grande area verde di Signa, che richiama ogni anno migliaia di visitatori. Per i visitatori l'opportunità di fare una passeggiata nel verde, ma soprattutto tante iniziative all’insegna della natura, del tempo libero e dello sport. Quando il clima sarà più mite, sarà possibile visitare anche l’oasi naturale da 30 ettari realizzata in collaborazione col Wwf, oppure provare la pista da skateboard, la parete per free-climbing, i campi di calcetto, il minigolf adventure, il ristorante, pizzeria e music bar Chiringuito dei Renai e il parco giochi Happy Park per bambini da zero a 12 anni. Con l’avvicinarsi dell’estate, insieme all’orario prolungato fino alle 2 di notte, arriveranno anche gli sport acquatici: dalla piscina alla balneazione nel lago (con tanto di stabilimento balneare e Big Sur), alla vela.

In occasione delle festività pasquali l'Oasi LIPU Massaciuccoli in collaborazione con il Parco Regionale Migliarino-S.Rossore-Massaciuccoli organizza una serie di escursioni per tutti gli appassionati di natura in alcuni degli ambienti naturali più suggestivi del Parco. Per informazioni e prenotazioni: Oasi LIPU Massaciuccoli

tel 0584 975567 mail: oasi.massaciuccoli@lipu.it 

Sabato 2 aprile 2016 verrà la Città Metropolitana di Firenze aprirà al pubblico il Parco di Pratolino. Alle 10 l'inaugurazione del programma 2016, con un saluto del Consigliere delegato ai Parchi Alessandro Manni. Dalle 10.30 alle 12.30 l'apertura della collezione zoologica presso la Fagianeria, con la presenza del Dr. Luca Masciarelli, faunista esperto del Parco, che risponderà alle curiosità dei visitatori. Alle 11 Iniziativa "Camminando con i principi": camminata gratuita con la tecnica del nordic walking, in compagnia degli istruttori della Modern Nordic Walking Academy area Mugello. Facile escursione nell' area boscata Gamberaie-Mulino e alle altre meraviglie del Parco per tutti i Nordic Walker. Ritrovo ore 10.50 presso la Locanda del Parco. Durata circa 1 ora e 30 minuti. Richiesto abbigliamento comodo e bastoncini da nordic walking. Aperta a tutti coloro che già praticano il nordic walking. Per i principianti è necessario contattare preventivamente gli istruttori: 329 4320795. Nel pomeriggio, alle 15, l'iniziativa "Esplorando il Giardino delle meraviglie": visite guidate a cura di guide professionali abilitate, alla scoperta dei monumenti e della Grotta di Cupido. Durata circa 1 ora e 30 minuti. Ritrovo a partire dalle ore 15 alla Locanda del Parco, pagamento diretto, possibilità di prenotazione in loco. Per info/prenotazioni contattare 3429328689 o 333 8927018. Per tutta la giornata saranno aperte al pubblico, con ingresso libero, la Cappella del Buontalenti e la Sala Rossa della Villa Paggeria. Presso la Locanda del Parco sarà disponibile il servizio di bar/ristoro (per prenotazioni contattare Daniele 3381155936).

Firenze celebra il ritorno di Peggy Guggenheim con la grande mostra di Palazzo Strozzi Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim che in soli 5 giorni ha superato le 7.000 presenze. La mostra sarà aperta tutti i giorni durante le festività pasquali e sarà possibile partecipare alle visite guidate per i singoli Sabato 26 marzo alle 16,30 e Domenica 27 marzo alle ore 18,00 (fino ad esaurimento posti disponibili). Realizzare questa eccezionale rassegna a Firenze vuol dire inoltre celebrare un legame speciale. È proprio a Palazzo Strozzi, infatti, che nel febbraio 1949 Peggy Guggenheim, da poco tornata in Europa, decide di presentare la collezione che poi troverà a Venezia la definitiva collocazione. La rassegna porta a Firenze oltre 100 opere d'arte europea e americana realizzate tra gli anni venti e gli anni sessanta del Novecento da grandi artisti come Kandinsky, Duchamp, Max Ernst, i cosiddetti informali europei quali Alberto Burri, Emilio Vedova, Jean Dubuffet, Lucio Fontana, e alcune delle maggiori personalità dell’arte americana tra gli anni quaranta e sessanta come Jackson Pollock, Mark Rothko, Alexander Calder ma anche, Willem de Kooning, Robert Motherwell, Roy Lichtenstein, Cy Twombly. Curata da Luca Massimo Barbero, curatore associato della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, la mostra nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Palazzo Strozzi e la Fondazione Solomon R. Guggenheim di New York e mette in scena uno straordinario e inedito confronto tra le collezioni di Solomon e Peggy, zio e nipote, in un percorso che si snoda tra le più grandi figure della storia dell’arte del XX secolo.

Per la Santa Pasqua 2016, la Cappella Musicale della Cattedrale di Firenze, che dal 2012 accompagna le celebrazioni liturgiche più importanti del Duomo fiorentino, eseguirà la "Missa brevis S. Johannes de Deo” di F.J. Haydn e brani di D. Bartolucci, M. Manganelli e W.A. Mozart durante la Celebrazione eucaristica in Cattedrale presieduta dal Cardinale Giuseppe Betori col tradizionale "Scoppio del carro". Per il secondo anno consecutivo, la Cappella Musicale, diretta dal Maestro Michele Manganelli con all’organo Daniele Dori, sarà arricchita dal Quintetto di ottoni del Maggio Musicale Fiorentino. In precedenza, alle ore 10.15, la Cappella Musicale eseguirà nel Battistero di San Giovanni il canto dell'Ora Terza.

Redazione Nove da Firenze