Parassiti nei ceci, chiesti controlli sul prodotto

FdI: “Assurdo che non sia stato disposto alcun ulteriore controllo, evidentemente il consumatore viene tutelato solo quando fa comodo”


“Un consumatore trova parassiti nei ceci, ma la Coop non ritiene necessario indagare per capire se la situazione coinvolge altre confezioni e se dunque su altre tavole possono essere andati a finire legumi con corpi estranei all’interno" ricorda in una nota il Gruppo regionale Fratelli d'Italia.
"Ci sembra assurdo, o francamente poco rispettoso del consumatore. Le autorità sanitarie, in primis i Nas e la Asl, non intervengono perché si tratta di una cooperativa? Se l'episodio fosse accaduto a un esercente qualsiasi, a quest'ora avrebbe già chiuso bottega” con queste parole il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia e candidato governatore Giovanni Donzelli commenta, insieme ai consiglieri Paolo Marcheschi e Marina Staccioli, commentano l'accaduto.

 “Che siano prodotti a marchio Coop o meno non importa – spiegano i consiglieri – perché in ogni caso la cooperativa avrebbe dovuto tutelare i consumatori con verifiche e approfondimenti anziché liquidare tutto parlando di un 'caso isolato'. Evidentemente, parafrasando un noto claim, la Coop sei tu ma se sei soltanto tu non conti granché…”

Redazione Nove da Firenze