Rubrica — Mostre

Ottantavoglia di Artigianato

L’80^ Mostra Internazionale dell’Artigianato alla Fortezza da Basso dal 23 aprile al 1 maggio 2016


Al via l’80^ Mostra Internazionale dell’Artigianato alla Fortezza da Basso dal 23 aprile al 1 maggio 2016: 55.000 metriquadri di superficie espositiva, oltre 800 espositori provenienti da ogni angolo d’Italia e da 50 paesi esteri, con new entry come Corea del Sud e Messico.

Questi i dati di partenza dell’80 edizione della Mostra Internazionale dell’Artigianato che andrà in scena dal 23 aprile al 1 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze. Per nove giorni, con orario no stop dalle 10,00 alle 22,30 (ultimo giorno chiusura alle 20,00) pubblico e buyer internazionali (140.000 visitatori nel 2015) saranno accolti in un’atmosfera di festa, intrattenimento e business con una scoppiettante girandola di iniziative collaterali, dimostrazioni dal vivo, incontri con maestri artigiani e creativi tech.

La mostra, la prima fiera dell’artigianato certificata in Italia, organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con le principali istituzioni ed associazioni di categoria, è l’evento annuale più importante del ‘fatto a mano’, dove tradizione e nuove tendenze si fondono dando vita ogni volta a creazioni belle e utili. Da qui passano segreti e mestieri delle botteghe storiche ma anche i diktat e le scelte controcorrente dei Makers, in un percorso armonico e sempre nuovo fra regioni d’Italia e paesi del mondo.

A fianco dei settori tradizionali l’edizione n.80 gioca la carta di nuove aree espositive come Absolut Handmade – Passione Sartoriale, la sezione interamente dedicata alle tendenze della moda italiana di vocazione artigianale, dallo stile ricercato e d’avanguardia con la partecipazione di giovani stilisti emergenti e Shopping Art. In mostra capi di abbigliamento, tessuti, scarpe, borse, occhiali, gioielli, accessori vari, piccoli complementi d’arredo realizzati da artigiani in grado di mixare il ‘saper fare’ con la sperimentazione di nuove tecnologie e materiali.

Sul fronte del FOOD, a 100% Natura a fianco del Naturale e Biologico, novità assoluta sarà la presentazione di prodotti vegani, macrobiotici, raw food, cibi liofilizzati e una sezione interamente dedicata all’alimentazione per celiaci. Ritorna, dopo il grande successo dell’edizione scorsa, l’iniziativa Le delizie di Leonardo Romanelli, il salotto del ‘buon gusto’ capitanato dal celebre enogastronomo fiorentino. Fra i settori in crescita, Bellezza e Benessere, la vetrina dell’estetica e cosmesi artigianale e Casa In & Out, la mostra collaterale dedicata al mondo dell’abitare, all’edilizia eco-sostenibile, al risparmio energetico e a tutte quelle proposte innovative per la casa.

Rendez-vous Vintage in Fortezza è la sezione della mostra in omaggio all’affascinante mondo del vintage. Il settore del riciclo, del riuso creativo e eco-design sarà rappresentato nell’area T-Riciclo Green Market, mentreMani Creative è lo spazio interamente dedicato ai giovani artigiani. In mostra pezzi unici creati in vari materiali frutto della fantasia e della passione incondizionata per la manualità.

A Visioni, in collaborazione con Artex , il visitatore potrà trovare ancora una volta una ricca campionatura di artigianato di ricerca e design.

Ospite d’onore il Brasile che porterà in Fortezza il fascino e le mille facce del suo artigianato che riflette le culture delle diverse etnie. In programma anche eventi, spettacoli e tante proposte gastronomiche.

Riflettori puntati infine sulle eccellenze del ‘fatto a mano’ del Casentino, dal celebre panno con i suoi caratteristici riccioli coloratissimi, caldi e impermeabili, alla lavorazione del ferro battuto e della pietra lavorata.

In programma tutti i giorni laboratori e dimostrazioni dal vivo. Una piacevole novità le Delizie di Leonardo Romanelli, una rassegna e uno spazio dedicati al cibo e alle eccellenze del gusto, un evento nell'evento pensato e animato dal critico, gastronomo e scrittore Leonardo Romanelli per l'80a edizione della Mostra dell'Artigianato. Tutti i giorni, dalle ore 11 alle ore 21, attorno ai fornelli della cucina Berto's, si alterneranno cooking show, degustazioni, presentazioni di prodotti. Interverranno i migliori chef della Toscana, dai nomi più famosi ai giovani emergenti: Riccardo Monco e Alessandro della Tomasina dell'Enoteca Pinchiorri, Valeria Piccini del ristorante Da Caino, Paolo Gori di Burde, Maria Probst e Cristian Santandrea della Tenda Rossa, Antonello Sardi della Bottega del Buon Caffè, Stefano Pinciaroli del PS, Mirko Giannoni del Pepe Nero, Andrea Mattei del Meo Modo, Cristian Giorni del Silvana, Giuseppe Mancino del Principe di Piemonte, Silvia Baracchi del Falconiere, Luca Landi del Lunasia, Paolo Fiaschi del Papaveri e Papere, Matia Barciulli dell'Osteria di Passignano, Alessandro Zanieri del Ristorante dei Frescobaldi, Senio Venturi dell'Asinello, Beatrice Segoni del Konnubio, Cristoforo Trapani del Magnolia, Peter Brunuel del BSJ. Insomma una vera e propria parata di stelle. Gli studenti degli Istituti Alberghieri si cimenteranno nell'interpretazione e nella preparazione dei legumi sotto l'occhio vigile del bravissimo Simone Cipriani, chiamato a giudicare e consigliare le nuove leve. Accanto alle dimostrazioni di cucina, si avvicenderanno poi le degustazioni di caffè, con il caffè del Granducato di Pistoia, quelle di tè, le degustazioni di vini curate dalla Fisar, quelle di birre artigianali ogni sera a cura di un birrificio diverso. Altra interessante novità sarà la presenza dei pasticceri, tra i più prestigiosi della Toscana, che durante il pomeriggio delizieranno i visitatori con le loro specialità. Nella manifestazione ci sarà spazio anche per una sfida dedicata al bardiccio, tipico salume della Val di Sieve, coordinata da Stefano Frassineti (chiunque vorrà cimentarsi in una ricetta a base di bardiccio potrà misurarsi con altri concorrenti davanti al pubblico e verrà giudicato da una giuria di esperti); per momenti didattici rivolti a chi vuole scoprire i segreti dei fornelli, grazie al contributo della scuola di cucina Cordon Bleu; per un concorso fotografico (il racconto del cibo alla Mostra dell'Artigianato). Un vero e proprio festival dell'enogastronomia, quindi, in cui appassionati ed esperti condivideranno il palco a beneficio del pubblico che scoprirà ed assaggerà piatti e prodotti. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e fino a esaurimento dei posti disponibili.

Redazione Nove da Firenze