Ora legale ed ora solare, una rivoluzione: ecco cosa accadrà dal 2021

Nella Europa Unita potrebbero sorgere complicazioni a causa di scelte differenti


Il Parlamento Europeo ha votato per abolire il passaggio da ora legale a ora solare dal 2021.
Per il 2019 queste sono le date da ricordare:
Inizio ora legale alle 02:00 di domenica 31 marzo
Fine ora legale alle 03:00 di domenica 27 ottobre

Il cambio dell'orario è una tradizione alla quale molti riconoscono benefici quali il risparmio energetico. Da anni si dibatte sulla abolizione di una prassi che ha cambiato la vita di milioni di persone e che adesso è destinata a cambiarla nuovamente.

Tra le critiche più feroci c'è la mancanza di un vero e proprio coordinamento, infatti, l'Unione Europea sembrerebbe aver lasciato ai singoli stati membri la scelta sul da farsi. Dal 2021 ciascuno potrà decidere come contare il tempo. 

L'eurodeputato toscano Nicola Danti ha commentato: "La decisione di oggi è abbastanza assurda: sono ben altre le cose di cui dovremmo occuparci per risolvere i veri problemi dei cittadini europei. Tanto più che il testo approvato ha dei difetti importanti: non c’è garanzia che gli Stati membri si coordineranno, con il rischio che un viaggio tra Spagna, Francia e Italia comporti tre cambi delle lancette. Per non parlare poi dei risparmi energetici durante l’estate: quasi 100 milioni di euro all’anno per l’Italia. Noi deputati del PD abbiamo fatto opposizione, presentando un emendamento di rigetto della proposta, che però non è stato accolto. Una decisione che non comprendo e non condivido".

Redazione Nove da Firenze