Rubrica — Giocare in Toscana

Lucca Comics and Games: già superata quota 200 mila biglietti

I grandi artisti conquistati da Lucca e dal festival. Domenica 4 novembre si gioca ancora. Junji Itō lunedì alla Feltrinelli di Firenze


Nella giornata di oggi, 3 novembre, è stata superata la soglia dei 70.000 biglietti acquistati, per la precisione 70.483. Ciò porta il totale dei biglietti venduti durante i primi 4 giorni della manifestazione a 207.407.

Tutti Passi per Lucca. I grandi artisti venuti al festival da tutto il mondo si sono innamorati della città e soprattutto del suo festival. Neal Adams, grande autore fra gli altri di Batman “Cavaliere Oscuro”, sul palco del teatro del Giglio in occasione della premiazione del collega Leiji Matsumoto come premio Yellow kid, gran maestro del fumetto. “Lucca è un festival unico nel suo genere – ha detto ridendo – non sono mai stato in un posto così: il festival è ovunque, nei padiglioni, per le strade, nei palazzi storici, nelle chiese, nei bar, nei ristoranti. A fare il festival sono anche le persone e l'intera comunità. Bisogna che i miei amici americani vengano qui per capire come si fa una convention. Da tutto il mondo devono venire qui ad imparare”. A sua volta, Leiji Matsumoto, creatore di tanti fumetti come Capitan Harlock e Galaxy Express, dal ricevere il premio dalle mani di Neal Adams, insieme a José Muñoz ha commentato commosso: “Disegno manga da quando ho 5 anni, oggi ho 80 anni e continuerò a farlo. Essere in questo festival, con altri grandi disegnatori, io dal Giappone e loro da altre parti del mondo, confrontarsi, scambiarsi opinioni e ammirare le proprie opere a vicenda, secondo me è un segnale positivo che mi fa dire che c'è speranza nel mondo”. I protagonisti Michael Peña e Diego Luna di Narcos: Messico, hanno incontrato il caloroso pubblico di Lucca e hanno commentato: “Mai vista una convention così”. Conquistato da Lucca anche Miltos Yeromelou del Trono di Spade: “Sono stato in tantissime comicon convention in tutto il mondo, dagli Usa alla Nuova Zelanda, ma questo festival è una cosa che non ha paragoni nel mondo”.

All'ex Cavallerizza ultimo giorno dedicato al grande videogaming. Nel pretigioso edificio storico, interamente presidiato da TIM, main sponsor di Lucca Comics & Games 2018, si tiene l'ultima giornata di sfide per il torneo di TIM Asphalt 9: Legends. Tim in questi giorni di festival ha contribuito ad animare la città con numerose iniziative e a intrattenere il pubblico nell’avveniristico TIM Dome, nella struttura di Piazzale Verdi. Proprio al TIM Dome, anche domenica 4 novembre, i Mates, celebri youtuber seguiti sui loro canali da più di 10.4 M di fan, saranno animatori dei tornei TIM Games di “TIM Asphalt 9: Legends”, il gioco realizzato in collaborazione con Gameloft. Sarà ancora possibile sfidarsi a colpi di acceleratore, salti e acrobazie per poi vedere le finali, con Anima, St3pNy, Surry e Vegas che con il loro stile irriverente, ospiteranno per le ultime sessioni sul palco dotato di postazioni di gioco e ledwall i due finalisti , con tanto di telecronaca live e premiazione finale del vincitore. Ospite d’onore la leggendaria Lotus personalizzata TIM, protagonista di “TIM Asphalt 9: Legends” che campeggerà in uno spazio dedicato per curiosi e fan del gioco.

Grande successo dell'iniziativa attuata da Lucca Comics & Games per ridurre la plastica che gli è valso il riconoscimento “Zero Waste – Rifiuti Zero”. Sono andati tutti esauriti sabato 3 novembre gli oltre 30 mila bicchieri riutilizzabili acquistati come un bel ricordo da collezione della manifestazione, hanno anche contribuito fortemente a ridurre il numero delle bottiglie di plastica usa e getta. Per la prima volta, negli spazi ristoro interni al festival, e in alcuni punti in città, grazie alla collaborazione di Ristogest (general contractor food and beverage dal 2015) con Lucca Crea srl e Comune di Lucca sono stati distribuiti i bicchieri riutilizzabili. Inoltre, tutte le stoviglie e il packaging usati nei punti ristoro interni al festival sono interamente biodegradabili. Il risultato è stato possibile grazie al grande senso civico del pubblico di Lucca Comics & Games e dei lucchesi. 

Lunedì 5 novembre dalle ore 18.00 alla libreria Feltrinelli in via de’ Cerretani a Firenze l'autore dei manga Junji Itō, che stato ospite a Lucca Comics & Games in collaborazione con Star Comics, incontra i lettori e firma le copie dei suoi libri. Junji Ito (Gifu, 1963) lascia la professione di odontoiatra per dedicarsi a tempo pieno al fumetto. Se l'ispirazione per l’horror gli viene dai maestri giapponesi che l'hanno preceduto, come Hino e l'amatissimo Umezz, fin da subito Ito rivela una cifra stilistica originale e fortemente caratterizzante. Al tratto scarno e caricaturale dei suoi predecessori contrappone un minuzioso, elegante ed efferato realismo grafico, reso brutalmente efficace dalle sue approfondite conoscenze medico-anatomiche. Parimenti, le sue opere beneficiano di una rara capacità di comprensione ed espressione tanto delle profondità più recondite e contorte dell'animo umano, quanto di forme, deformità e mostruosità della società consumistica contemporanea. Così, se da un lato il suo body horror colpisce e intriga anche il pubblico mainstream, dall'altro Ito dissemina i suoi lavori di sottotesti – dall'introspezione psicopatologica alla critica sociale – riuscendo nella difficile impresa di essere pop e intellettuale allo stesso tempo. Sue tematiche principali sono i disturbi di percezione, le somatizzazioni ossessivo-compulsive, le paure ataviche, la fascinazione per l’autodistruzione, l’alienazione. Nello sviluppo del suo discorso artistico Ito pesca a piene mani da altre forme espressive come il cinema (Hitchcock, la fantascienza classica, i b-movie), la letteratura (Lovecraft, King), la pittura (Dorè, Escher, Bosch). Svariate sue opere sono state trasposte in animazione e live-action, annoverando non di rado lo stesso Ito alla sceneggiatura.

Redazione Nove da Firenze