Livorno: protocolli per 73 nuovi posti di lavoro

Rossi: "Fondamentale rinvigorire il tessuto industriale"


LIVORNO– Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha firmato questo pomeriggio presso l'Interporto di Guasticce otto protocolli d'insediamento, piani di investimento per l'innovazione e l'ampliamento produttivo, di otto aziende con sede a Livorno, Rosignano e Collesalvetti. Prevedono investimenti complessivi per 12,6 milioni di euro, di cui 5,3 milioni finanziati con fondi regionali. I protocolli contribuiranno a creare 73 nuovi posti di lavoro. Le imprese vincitrici avranno due anni di tempo per realizzare i loro progetti e, nel caso in cui non concludano entro questo termine, potranno chiedere sei mesi di proroga. Delle otto imprese che hanno vinto il bando regionale, tre hanno sede a Collesalvetti. Si tratta della Magna closures, un'impresa che opera nel settore della produzione e progettazione di sistemi di chiusura e bloccaggio di porte per autoveicoli. Il suo investimento, che sarà di 2,2 milioni di euro di cui 1,1 di fonte regionale, prevede lo sviluppo di nuovi prodotti ad alto valore tecnologico aggiunto che mirano a soddisfare o ad anticipare le esigenze del mercato automobilistico che, in questo particolare momento, sta assistendo al proliferare di soluzioni innovative in termini di sicurezza, autonomia e comfort. In questo modo darà lavoro a 27 nuovi addetti. La Aerospazio tecnologie si occupa di ricerca e sviluppo dell'ingegneria aerospaziale. L'investimento prevede la realizzazione di un nuovo centro di ricerche nei settori della fotonica e robotica spaziale. E' un piano da 1,8 milioni di euro di cui 1 regionale con cui amplierà il proprio organico di 5 nuovi addetti. La Softec realizza servizi per l'ingegneria, sviluppa programmi per computers e servizi di ausilio alla progettazione sia con tecniche informatiche che convenzionali. La loro idea imprenditoriale è stata quella di mettere in relazione tra di loro Software dedicati ad attività progettuali diverse. Investirà per questo 720 mila di cui 504 mila della Regione creando 2 nuovi posti di lavoro. Sono invece 4 le imprese con sede a Livorno. Si tratta della Geostech che si occupa di ricerca e sviluppo tecnologico, inclusi quello informatico e quello elettronico. L'investimento prevede la realizzazione di dispositivi evoluti di acquisizione, trasmissione wireless di dati tra sistemi industriali. Si è impegnata ad investire 630 mila euro di cui 422 mila le arriveranno dalla Regione) creando al tempo stesso 4 nuovi posti di lavoro. La Aura produce birra. Innoverà la tecnologica utilizzata nella produzione e nell'imbottigliamento della bevanda attraverso l'acquisto e l'installazione di un nuovo impianto innovativo per il quale investirà 367 mila euro di cui 73 mila regionali assumendo un nuovo addetto. La Hvm è impresa leader a livello internazionale nella costruzione, manutenzione e collaudo dei serbatoi criogenici ad uso industriale, scientifico e medicale. L'investimento da 2,1 milioni ha ottenuto un cofinanziamento regionale di 1,3 milioni e le permetterà di aumentare i suoi addetti di 10 nuove unità, grazie alla possibilità di progettare, prototipare, testare e industrializzare speciali serbatoi. C'è poi la Grillompods service con un programma da 792 mila euro, di cui 158 mila della Regione, finalizzati a introdurre macchinari innovativi che le permetteranno di incrementare in modo importante quantità e qualità della propria produzione di caffè, assumendo o 2 o 3 nuovi addetti. Infine la Edilmacos di Rosignano Marittimo, che opera nel settore turistico alberghiero e che investirà 3,9 milioni di cui 785 mila della Regione creando 21 nuovi posti di lavoro grazie ad una rilevante innovazione sia in termini di qualità produttiva sia di ampliamento dei servizi offerti, con la realizzazione di un nuovo Centro Convegni, che sarà uno dei più capienti della Costa degli Etruschi.

"Lungo la costa livornese la Regione sta finanziando molti interventi infrastrutturali. Ma al tempo stesso é fondamentale rinvigorire il tessuto industriale costiero. È per questo che con i protocolli di insediamento abbiamo voluto supportare quelle aziende che vogliono fare investimenti per consolidare il proprio apparato produttivo. Trovo importante l'occupazione aggiuntiva che questa operazione produrrà. Ne esce confermata la validità della scelta regionale di sostenere le imprese più dinamiche. Grazie alle firme di oggi la nostra attenzione per Livorno e per i comuni limitrofi esce ancora una volta rafforzata". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, a margine della firma di otto protocolli di insediamento.

L'assessore regionale al lavoro, Cristina Grieco, intervenendo all'iniziativa ha parlato della necessità di realizzare un'alleanza tra la filiera formativa e quella produttiva. "Dobbiamo fare sistema - ha detto Cristina Grieco- e come Regione vogliamo farlo mettendo le imprese in condizione di utilizzare al meglio i nostri servizi per il lavoro. È necessario stabilire un rapporto tra scuole e imprese, creando collegamenti efficaci tra la filiera produttiva e quella formativa. Siamo impegnati a dare risposte in tempi brevi rispetto alle esigenze produttive delle aziende, anche perché di nuova occupazione questi territori hanno estremo bisogno".

Redazione Nove da Firenze