Rubrica — Mostre

Il San Francesco che solo Santa Croce racconta

Percorsi di visita tra arte e storia. Primo appuntamento sabato 5 ottobre


La predica agli infedeli in Terra Santa, l’incontro con il Sultano Al-Malik- Al-Kamil del 1219, di cui ricorre l’anniversario degli 800 anni, il volto del santo privo di quella barba invece raccomandata ai seguaci. Il Francesco raffigurato in Santa Croce, nella Pala Bardi e negli affreschi di Giotto della Cappella Bardi, ha caratteristiche originali rispetto all’immagine classica del santo. Nella Pala Bardi in particolare Coppo di Marcovaldo a metà del Duecento ha dipinto una biografia figurata con alcune storie che poi non sono state più raccontate.

Il Francesco delle immagini di Santa Croce è uno dei temi attorno a cui ruota il ciclo dei Percorsi di visita tra 700 anni di arte e storia, pensati dall’Opera di Santa Croce nell’ambito di Genius Loci 2019 per continuare la scoperta di luoghi e personaggi del complesso e che si alternano fino al 4 gennaio 2020. Ma nuova luce sarà accesa anche sulla vocazione internazionale del complesso, con i tanti visitatori d’eccezione da tutto il mondo, e ancora, partendo dal messaggio di Francesco, sul ritratto del potere e della ricchezza delle famiglie fiorentine conservato nelle opere della basilica.

Il primo appuntamento è per sabato 5 ottobre (alle 15) con Potenza delle immagini: il messaggio di Francesco (altre date 26 ottobre, 16 novembre e 7 e 28 dicembre). La visita svela segreti e particolari della rappresentazione del messaggio francescano nell’opera degli artisti di Santa Croce. Per l’occasione si potrà visitare la cappella Rinuccini con il suo raro ciclo di affreschi dedicato alla Maddalena, realizzato da Giovanni da Milano e Matteo di Pacino.

Il secondo percorso, che prende il via sabato 12 ottobre, si intitola Idee senza confini e visitatori d’eccezione (altre date 2 e 23 novembre, 14 dicembre e 4 gennaio). In occasione della mostra Sisters in Liberty, ospitata dall’Ellis Island Museum of Immigration di New York dal 18 ottobre 2019 al 26 aprile 2020 un percorso che permette di scoprire le radici della fama internazionale di Santa Croce. Sabato 19 ottobre il terzo appuntamento con l’ultimo tema, Ricchezza e povertà, banchieri e santi (altre date 9 e 30 novembre, 21 dicembre e 4 gennaio). Attraverso i capolavori presenti nel complesso scopriremo come denaro, bellezza e religiosità hanno trovato punti di incontro nei secoli. Sarà visitabile la Cappella Maggiore.

Le visite iniziano alle ore 15 e durano 60 minuti, si svolgono dal 5 ottobre 2019 al 4 gennaio 2020. La quota individuale di partecipazione è di 5 euro. Prenotazione e acquisto su ticka.santacroceopera.it.

Informazioni 055 2466105 (interno 3) - booking@santacroceopera.it - www.santacroceopera.it.

Redazione Nove da Firenze