Festa della Repubblica: la cerimonia a Firenze

Palazzo Aperto: il Consiglio regionale festeggia il 2 giugno. Musica nelle principali stazioni ferroviarie. Incontro mercoledì 3 giugno in Camera del lavoro a Firenze (dalle 18) con Cgil, Arci e L'Italia sono anch'io


Firenze– Si terrà domani 2 giugno in piazza dell‘Unità Italiana la cerimonia per festeggiare il 69° anniversario della fondazione della Repubblica. Le celebrazioni saranno aperte, alle ore 10,00, con l’Alzabandiera e la deposizione della corona al monumento ai Caduti. Seguiranno gli interventi del prefetto Luigi Varratta, che leggerà anche il messaggio del capo dello Stato Sergio Mattarella, e della presidente del parlamento degli studenti Kleoniki Valleri. Il programma proseguirà con il conferimento di tre onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: di commendatore all’industriale Vittoriano Bitossi, di ufficiale al direttore generale del governo del territorio della Regione Toscana Maria Sargentini e di cavaliere a padre Vincenzo Di Blasio dell’istituto della Piccola Missione per i sordomuti. La cerimonia si concluderà con la consegna delle medaglie d’onore a cinque ex internati nei campi di prigionia nazisti durante la seconda guerra mondiale (le onorificenze saranno tutte ritirate dai familiari dei decorati): Attilio Bavecchi, Angelo Donnini, Pericle Pelli, Domenico Rea e Antonio Signorini. Alla manifestazione saranno presenti i vertici dei comuni di provenienza degli insigniti (Firenze, Gambassi Terme, Montelupo Fiorentino e Pontassieve), autorità civili e militari e le associazioni degli ex internati.

Il 2 giugno il Consiglio regionale, dalle 11 alle 20, apre le sue sedi istituzionali per festeggiare la Repubblica. Un invito rivolto ai cittadini a visitare palazzo Panciatichi-Covoni e Bastogi (via Cavour, 2-4 e 18) in occasione di ‘Palazzo Aperto’, il tradizionale appuntamento, promosso dall’assemblea legislativa toscana, per avvicinare la gente alle istituzioni. L’aula consiliare e le sale del Consiglio regionale accoglieranno i visitatori con iniziative che spaziano dalla musica ai laboratori, dagli spettacoli alle degustazioni alle visite guidate. Note classiche, cori gospel e brani pop contemporanei renderanno la musica, nelle sue diverse sfumature, protagonista della giornata. Il via alle iniziative, a palazzo Panciatichi alle 15.15, nella sala Gonfalone dove si terrà il concerto ensemble opera polifonica dell’accademia musicale di Firenze che, diretta da Raffaele Puccianti, suonerà melodie di H. Isaac, J. Des Prez, F. Guerrero, W. Bird, G. P. da Palestrina. In sala Gigli, invece, doppio appuntamento, alle 16 e alle 16.45, con il laboratorio musicale di psicomotricità aperto ai bambini della scuola d’infanzia e primaria a cura di Matilde Lucchesi con giochi ed attività attraverso l’interazione reciproca tra suoni e movimento. Ancora musica alle 16.30 in auditorium con il coro Academy Singers dell’accademia musicale di Firenze diretto da Gianni Mini, accompagnato da Stefano Fantini alla tastiera. Il coro canterà musiche dalla tradizione gospel fino a brani contemporanei. Alle 16 nella sala delle Feste a palazzo Bastogi si terrà la presentazione del cd musicale “Bravissimo Pinocchio” di E. Buffat e M. Pacciani e di un progetto di solidarietà a favore della popolazione filippina. Interverranno Monica Baldi, presidente dell’associazione culturale “Pinocchio di Carlo Lorenzini” e Fabio Fanfani, console onorario delle Filippine. Al termine performance live di bambini. Alle 18, in sala Gonfalone si esibirà il duo con Diana Colosi all’arpa e Federica Baronti al flauto traverso su musiche di Donizetti, Rossini, Verdi, Monti. Spazio alla degustazione di gelato dalle 16.30 nel cortile di palazzo Panciatichi-Covoni. Per i più piccoli alle 17.30 andrà in scena la favola da tavolo con i pupazzi “La valigia delle meraviglie” di Marena Teatro. Alle 17.30, torna il folklore, con il consueto appuntamento con i giochi di bandiere degli sbandieratori della contrada Alfiere di Bagno a Ripoli. Inoltre, per chi desidera fare un viaggio nella storia dei palazzi consiliari, saranno offerte visite guidate, in italiano e in inglese, a Panciatichi, Covoni-Capponi e Bastogi: alle 11.30, 15, 16 e 17.30, con prenotazione e punto di incontro alla portineria di via Cavour, 4. In particolare, sosta davanti agli affreschi appena restaurati della Galleria e della sala Barile di palazzo Covoni. Gli eventi collegati a Palazzo Aperto continueranno lunedì 8 giugno, alle 17.30, in auditorium con l’orchestra giovanile di Firenze diretta da Janet Zadow con la partecipazione di David Severino, vincitore della borsa di studio del corso di laurea in composizione dell’accademia de arte de Florencia di Città del Messico che presenterà in prima assoluta “Black window”, per orchestra d’archi su musiche di Nardini, Beethoven, Schubert, Severino.

Domani 2 giugno, alle 11.30, in contemporanea nelle stazioni di Bari Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Napoli Centrale, Palermo Centrale, Reggio Calabria, Roma Termini e Trieste si esibiranno le fanfare e le bande dell’Esercito Italiano. Un modo per commemorare la Festa della Repubblica proprio in quei luoghi, come i grandi scali ferroviari, che per importanza logistica hanno svolto un ruolo fondamentale nella gigantesca opera di ricostruzione, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale. L’iniziativa è promossa dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministero della Difesa. In ogni stazione saranno presenti i rappresentanti delle istituzioni locali. A Firenze Santa Maria Novella, in particolare, assisteranno al concerto anche il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, e l’AD del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia. Nel corso dei concerti verranno eseguiti l’inno nazionale e alcuni brani tratti dal repertorio bandistico tradizionale. I corpi bandistici militari italiani, tutti formati da musicisti diplomati in conservatorio, possono arrivare ad avere un organico di 100 elementi, costituito da strumenti a fiato e percussione.

Sarà un Festa della Repubblica da ricordare, per i neo maggiorenni di Sarteano. Martedì 2 giugno, alle ore 21, presso il Teatro degli Arrischianti, i nati nel 1997 saranno i protagonisti dell’iniziativa “Di sana e robusta Costituzione” ricevendo dal Sindaco, Francesco Landi, una copia della Carta costituzionale. L’iniziativa promossa dal Comune di Sarteano in collaborazione con la locale sezione Anpi e giunta alla terza edizione, è inserita all’interno della serata dedicata ai festeggiamenti per la Festa della Repubblica. L’evento curato dalla Filarmonica di Sarteano, vivrà il momento clou con l’esibizione in concerto della banda musicale diretta da Luciano Garosi. All’esecuzione prenderanno parte anche il Coro dell’Antognone, diretto da Diego Perugini, e il Gruppo vocale Consonanti, diretto da Chiara Giorgi.


 “Nuovi italiani? Brava gente. Torniamo a parlare di cittadinanza agli stranieri dopo la campagna L'Italia sono anch'io”: incontro (organizzato da Cgil Firenze, Arci Firenze e dalla campagna L'Italia sono anch'io) mercoledì 3 giugno, il giorno dopo la Festa della Repubblica, presso la Camera del lavoro di Firenze (Borgo Greci, 3). Il programma: dalle 18 apericena, a seguire la presentazione del libro “Fuori piove, dentro pure. Passo a prenderti?” di Antonio Dikele Di Stefano. Successivamente, si proietterà il film “18 Ius Soli (il diritto di essere italiani)” di Fred Kuvornu. Poi si discuterà di Ius Soli in Italia e del diritto di cittadinanza per chi è nato e cresciuto nel nostro Paese. Nell'occasione, interverranno: Antonio Dikele Di Stefano (scrittore e musicista), l'onorevole Filippo Fossati (componente XII commissione parlamentare “Affari sociali”), Fred Kuvornu (regista), Vera Lamonica (segretaria nazionale immigrazione Cgil), Walter Massa (responsabile nazionale immigrazione Arci).

Redazione Nove da Firenze