Epifania 2015, come trascorrere la Befana in Toscana

Tra presepi viventi ed opere d'arte, mercatini e vin brulè, ecco la conclusione delle feste


Firenze - Come è ormai tradizione, la mattina del 6 gennaio circa ottanta splendide auto d’epoca del CAMET e di altri club fiorentini e toscani scorteranno la Torpedo Blu che porterà la Befana in visita ai bambini del Mayer e poi per le vie del centro cittadino, fino Piazza Repubblica dove le auto resteranno esposte per tutta la mattinata. Sempre in Piazza Repubblica verrà aperto il gazebo giallo del CAMET, dove la Befana, assieme ai rappresentanti della Polizia Municipale e delle Istituzioni Fiorentine, distribuirà doni ai bambini presenti.
La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale ed il Comune di Firenze, inizierà alle 10.00 con il raduno delle auto d’epoca nel piazzale delle Cascine. Da li, partiranno due cortei, il primo, con la Befana su una splendida Torpedo del 1930, andrà al Mayer per la visita ai bambini ricoverati, il secondo si dirigerà direttamente verso il centro città per poi fermarsi in Piazza Repubblica dove, verso le 12.00 arriverà anche la Befana sulla sua Torpedo e le altre auto.
Agli incroci tra via Tornabuoni e via della Vigna Nuova, via Tornabuoni e via degli Agli e tra via dei Pecori e via Roma, vigili urbani in divisa storica posizioneranno le pedane a strisce bianche e nere, sulle quali dirigevano anticamente il traffico cittadino, rievocandone la tradizione indicando ai due cortei il percorso da seguire.

Firenze - La Befana più reale la puoi incontrare domani 6 gennaio 2015 dalle ore 15.00 alle ore 17.00 presso il Villaggio dibatto Natale in Largo Annigoni. Molte le attrazioni pe i bambini e le famiglie nel corso dell’ultimo giorno di apertura di questo spazio che ha riscontrato un grande successo - e anche qualche critica:

  • Dalle 15.00 alle 17.00, appuntamento con la Befana presso la sua casetta
  • Dalle 17.00 alle 17.30, “Bolle di Sapone Show”.

Non mancheranno vin brulè, cioccolata calda, giochi, pattinaggio sul ghiaccio e musica. Il 5 invece, a partire dalle ore 20.30, appuntamento con la finalissima del Firenze Rock Festival condotta da Leonardo Canestrelli di radio Toscana, che vedrà assegnare il primo premio in palio: una sala di incisione professionale a disposizione per 10 ore; premio offerto da Studio Sound System.

Firenze - La Befana a Novoli arriverà con un giorno d’anticipo. La simpatica vecchietta farà divertire i bambini domani pomeriggio dalle 16 alle 19 alla Coop di via Forlanini. Mentre il giorno dell’Epifania, grande festa prima nella piazza nata all’interno del nuovo centro commerciale e poi, dalle 16 alle 18, alla Casa della cultura, dove ci sarà spazio per giochi e animazione. Ad organizzare l’evento è l’associazione Piazza San Donato insieme alla Casa della cultura. Si conclude così ‘Il Natale che vorrei’, il ricco programma di eventi organizzati per il secondo anno consecutivo dall’associazione Piazza San Donato.

Firenze - Martedì 6 gennaio ore 16.45 Fondazione Teatro della Pergola presenta FAVOLE DI NATALE Con Massimiliano Aceti, Alessandro Baldinotti, Matteo Ramundo, Giusy Merli, Anna Scola Regia Andrea Macaluso Elementi di scena e costumi curati dal Laboratorio Teatro della Pergola
“Le fiabe mi stavano in mente come un seme, ci voleva soltanto un soffio di vento, un raggio di sole, una goccia d'erba amara, ed esse sbocciavano” scrisse Andersen alla fine della sua carriera. Le sue fiabe sono così: natura allo stato puro, un rigoglioso e incontrollato proliferare di immagini, personaggi, luoghi in cui vien subito voglia di perdersi. Una specie di labirinto fantastico dell'animo umano dove tutto sembra semplice, ma si rivela in realtà denso e magnetico come il disegno di un bambino.
Quale mistero si nasconde tra le righe delle sue affascinanti storie, quale fluido magico si sprigiona durante la lettura di quelle parole che continuano ad affascinare un pubblico di tutte le età da più di un secolo?
Non c'è mai fine al bisogno di ascoltare le fiabe di Andersen. Perché il tenace soldatino di stagno, la piccola bambina dei fiammiferi, il brutto anatroccolo, l'uomo di neve, il porcellino di bronzo parlano di noi. Della nostra inadeguatezza alla vita, della nostra solitudine, delle nostre paure, della nostra folle aspirazione alla purezza e alla felicità. “E questa, sai, è una storia vera!”
BIGLIETTI - Intero 7€; Ridotto 5€ fino a 13 anni; Gratuito fino a 4 anni

Firenze - "Assemblea dei dipendenti della Città metropolitana il giorno dell'Epifania in Palazzo Medici Riccardi, accompagnata dal Coro 900 di Fiesole. Il giorno 6 di gennaio 2015 alle ore 16,30 si terrà, presso la sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi, un'assemblea dei dipendenti della Città Metropolitana (ex Provincia) di Firenze e per l'occasione si esibirà alle ore 17,00 il "Coro 900" di Fiesole.  L'assemblea è aperta a tutti (anche ai re magi)" spiega la RSU 

Fiesole - Il periodo delle Feste a Fiesole si conclude con una serie di appuntamenti assolutamente da non perdere. Primo in ordine di tempo è il tradizionale “Mercato del Piccolo Antiquariato” che si terrà domenica 4 gennaio in piazza Mino, dalle 9 alle 19. La piazza si animerà di bancarelle per la gioia di collezionisti, amanti dell’antiquariato o per semplici curiosi. Un “teatro di oggetti” dove sarà possibile trovare mobili antichi, ceramiche, porcellane, cristalleria, dipinti, libri e riviste, bambole antiche e molto altro. Il 6 di gennaio invece le occasioni per venire a Fiesole saranno due. Il mercato 'La Befana arriva a Fiesole' che sarà allestito in piazza Mino dalle 9:00 alle 20:00 e avrà come protagonisti: artigianato, giocattoli in legno e dolciumi. Non mancheranno trucco e animazione per bambini, così anche i più piccoli potranno divertirsi. E nel pomeriggio l’appuntamento è alle 16:30 nella Sala del Basolato dove le risate saranno assicurate dalla commedia brillante in vernacolo fiorentino ‘Il Trabocchetto’. La commedia in tre atti di Ugo Palmerini è curata e interpretata da La Compagnia Errante Fiesolana.

LONDA – Martedì, 6 gennaio, a Londa Torna il Presepe Vivente. L’appuntamento è alle 17 in piazza della Repubblica. L’iniziativa è organizzata dal comitato per il Presepe Vivente Londa con il patrocinio del Comune e il sostegno delle associazioni locali. Ad animare la rappresentazione circa 100 figuranti che guideranno i visitatori anche nello scenario suggestivo del parco fluviale di Londa. Sempre martedì alle 19 saranno anche premiati i lavori partecipanti al concorso nazionale “Attenzione…Presepi in Corso-Presepi in Progress”.

Casole d’Elsa inaugura l’anno 2015 in musica. Il giorno dell’epifania iniziamo alle 17.00 coinvolgendo tutti i bambini con l’arrivo dellaBefana in piazza del comune. Successivamente alle 17.30 incomincerà, nell’atrio del comune, il concerto del tenore Federico Montanari. Il giovane artista ravennate, di soli 19 anni, si è già distinto partecipando al concorso “Una voce per San Remo”; a Casole eseguirà un repertorio di canzoni classiche della storia della musica italiana con un taglio pop-lirico. E’ invece rimandata a sabato 10 gennaio la presentazione del romanzo “La casa del pino” di Lorella Carli. L’appuntamento è per le ore 17:00 nella sala del Pacchierotto del Museo Civico Archeologico e della Collegiata.
“La casa del pino”, ci dice l’autrice, “è il mio secondo romanzo ed ancora una volta la protagonista è una donna perché di donne mi piace parlare, della loro-nostra vita, dei sentimenti, delle difficoltà sociali, del complesso rapporto con la maternità. Nei miei libri amo descrivere luoghi e paesaggi, raccontare della bellezza della nostra terra. Scegliere l'ambientazione a Casole d'Elsa è stato quasi inevitabile. I miei genitori hanno vissuto a Mensano, lì si sono conosciuti ed a Casole e Mensano mi hanno sempre portato fin da piccola, pertanto con questi luoghi conservo un legame affettivo che ho voluto esplicitare nelle mie righe dedicando il libro proprio a loro .

A Chiusi fervono i preparativi per ultimare gli eventi di lunedì 5 e martedì 6 gennaio. In centro storico i Terzieri della Città di Chiusi, l’associazione Botteghe di Porsenna, il Comune, Banca Vadichiana, VespaClub Chianciano Terme e il Club Ippico Benefizio hanno organizzato una serie di iniziative sotto il nome di “Carbone o Caramelle – l’incredibile favola della Befana a Chiusi”. Alle ore 18.00 di lunedì 5 gennaio tutti i bambini potranno portare la propria calza rigorosamente vuota in piazza del Comune per la prima iniziativa “La Raccolta delle Calze”; le befane arriveranno intorno alle ore 19.00 e ritireranno le calze con la promessa di tornare il giorno dopo con tante sorprese per i più piccoli. Alle ore 20.00 si svolgerà, presso la sede del terziere Sant’Angelo, “La cena della Befana”. Le portate, proposte alla modica cifra di 10 euro per gli uomini e 8 per le donne, saranno tipici piatti della tradizione toscana; durante la cena non mancheranno giochi e sorprese (info e prenotazioni per la cena presso Pro Loco Città di Chiusi o ai numeri 3334764482 o 3405063958). 
Il giorno dopo l’attesa per il ritorno delle befane sarà accompagnata. dalle ore 17.00 in piazza del Comune, da un divertente convivio intorno al fuoco a base di caldarroste e vin brulè. Infine alle ore 18.00 sempre in piazza del Comune, le befane faranno ritorno e riconsegneranno le calze piene di dolci sorprese per la gioia di tutti i bambini.
Anche a Montallese, nella serata di lunedì 5 gennaio come da tradizione, grazie alle associazioni Volto Amico e Asd Montallese le befane porteranno calze piene di dolci a tutti i bambini della frazione.

Prato – La Befana vien di notte… ma al Museo di Palazzo Pretorio verrà di giorno con una ghiotta anticipazione in programma lunedì 5 gennaio. Per “addolcire” l’attesa della simpatica vecchietta, un gruppo di 15 esercizi convenzionati con Palazzo Pretorio, tra bar, pasticcerie, biscottifici e forni, ha aderito all’iniziativa di distribuire nelle giornate di lunedì e martedì (5 e 6 gennaio) un dono per i visitatori più piccoli, confezionando sacchetti di leccornie con biscotti, cioccolatini e altre golosità. Sarà una dolceBefana ma anche una Befana coi fiocchi, grazie alla neve artificiale lanciata negli spazi del cortile all’uscita del Museo (alle 17) che farà tanto cartolina invernale. E per i più piccoli, sempre lunedì 5 gennaio a partire dalle 16, non mancherà il gioco con una caccia al tesoro con sorpresa finale che coinvolgerà tutte le sale del palazzo in una divertente scoperta delle opere d’arte. Inoltre il 6 gennaio, per la ricorrenza dell’Epifania, il Museo di Palazzo Pretorio aprirà straordinariamente nella giornata di martedì (dedicata solitamente alla pausa del riposo settimanale), dalle 10 alle 20 (la biglietteria chiude un’ora prima), per permettere di godere del piacere dell’arte in un giorno di festa. In effetti per tanti le festività natalizie ormai agli sgoccioli stanno diventando un’occasione per scoprire i gioielli della collezione permanente da Filippo Lippi a Lorenzo Bartolini, approfittando anche degli ultimi giorni per visitare la mostra “Capolavori che si incontrano” (fino al 31 gennaio) con i tesori di Caravaggio, Bellini e Tiepolo. Alta l’affluenza a Santo Stefano e a Capodanno con quasi 1100 presenze mentre si registra il successo di pubblico delle due repliche dello spettacolo “Caravaggio, la rivoluzione nell’arte” andato in scena la sera di venerdì 2 gennaio con la partecipazione di un centinaio di spettatori. Info:www.palazzopretorio.prato.it

Al Golf Club Le Pavoniere di Prato: premi e regali per tutti i bambini. Le Pavoniere Golf&Country Club SSD invita bambini, famiglie e chi vuole provare a giocare a golf con l'aiuto di un maestro federale tutti gratuitamente al bellissimo Golf Club Le Pavoniere.
Premi e regali per tutti i bambini che parteciperanno il giorno della befana dalle 10 alle 16 di martedi 6 gennaio al Golf Le Pavoniere a Prato in Via Traversa il Crocifisso.
"Per tutto il 2015 i bambini fino ai 12 anni avranno l'accesso gratuito tutto l'anno ed i ragazzi fino ai 21 anni potranno utilizzare la struttura con una quota di 150 euro, quelli dai 22 ai 26 anni aumenta a 200 euro e per tutti gli altri la quota annuale è di 480 euro- illustra il nuovo presidente, Michele Chisena - L'obiettivo è quello di far vivere la struttura con una quota iniziale di entrata alla portata di tutti perchè anche qua come all'estero il golf diventi uno sport popolare”
Due i modi per avvicinarsi al Golf: prova gratis e pacchetti di prova a prezzi bassissimi per chi vuole provare un mese oppure il pacchetto gioco base che con 480 euro annuali permette l'accesso al club ed al campo pratica. Altrimenti la formula giocatore completa che non prevede più alcun tipo di quota a fondo perduto e che con 2mila euro consente l'iscrizione con green fee (entrate allo splendido campo di gioco di 18 buche) illimitate durante l'anno.
Le Pavoniere ha un campo da golf di 18 buche, uno dei più belli in Italia ed uno dei 3 disegnati dal famosissimo campione americano Arnold Palmer; ha 97 ettari di terreno, 600 mq di club house e 800 mq di edifici con segreteria, ristorante, palestra, sauna e servizi vari ed una piscina esterna di 250 mq.
Aria aperta, ambiente meraviglioso, sport, benessere e quote per tutti, tutti motivi per provare gratis il golf a Le Pavoniere Golf Club!

La Befana atterra a Castello!! Martedì 6 gennaio 2015 caccia al tesoro e grande festa nel centro storico con distribuzione di 1000 calze (contributo minimo 1 euro) da parte delle associazioni di volontariato. Le offerte saranno destinate a progetti per l’infanzia di Castello
Lavoro straordinario della Befana per martedì 6 gennaio. La simpatica vecchietta che di solito “vien di notte”, ha deciso di fermarsi a Castelfiorentino ed allietare così il pomeriggio dei più piccoli. La Befana sarà infatti la protagonista indiscussa della grande caccia al tesoro, organizzata nel centro storico dalle associazioni di volontariato locali e alla quale sono invitati a partecipare tutti i bambini. “Inseguendo ... la Befana!” è appunto il titolo dell’iniziativa promossa da AVIS, Cetra, AIDO, Misericordia, Gruppo “Fratres”, AUSER, ABC, RAV, Prociv-Arci, AVO e Senza Barriere e patrocinata dal Comune. L’evento prenderà il via già dal primo mattino in Piazza Gramsci (di fronte al Teatro) con alcuni stand allestiti dalle associazioni di volontariato, presso i quali dalle ore 10.00 si potrà ritirare (con un’offerta minima di 1 euro) un tagliando-gettone che darà poi il diritto nel pomeriggio a ricevere la tradizionale calza. Ben 1000 sono le calze realizzate per l’occasione, grazie al contributo di Cesvot, Unicoop Firenze- Sezione Soci di Castelfiorentino, Banca di Cambiano e Associazione Tre Piazze. Anche quest’anno lo spirito della festa è duplice: da un lato offrire un’occasione di svago, divertimento e socializzazione a tutti i bambini e alle loro famiglie, dall’altro promuovere azioni di solidarietà: questa volta le offerte raccolte con la distribuzione delle calze saranno destinate interamente a progetti per le scuole dell’infanzia di Castelfiorentino, un modo bello per sostenere la comunità locale, partendo dai più piccoli.
Nel pomeriggio, l’appuntamento è alle ore 14.30, con ritrovo in Piazza del Popolo dove le operatrici dell’associazione Cetra daranno il via ad una “divertente, entusiasmante e coinvolgente” Caccia al Tesoro, con tutti i bambini impegnati “alla ricerca delle calze della Befana”, mentre i genitori potranno dilettarsi nello shopping grazie ai negozi aperti e alla possibilità di approfittare del periodo dei “saldi”.
La caccia al tesoro si svolgerà in tutto il centro storico di Castelfiorentino, e al termine è previsto l’incontro con la Befana, con la quale inizierà una sfilata per le vie del paese con giochi vari e distribuzione di caramelle, mentre presso gli stand saranno consegnate le calze prenotate in precedenza. Dopo la sfilata, il corteo dei bambini, insieme alla Befana, prenderà il via da Piazza Gramsci e si dirigerà in Piazza del Popolo, per l’incontro con i Re Magi e l’evento conclusivo della “Via dei Presepi”, con il lancio di centinaia di coloratissime mongolfiere. La partecipazione alla Caccia al Tesoro è completamente gratuita.

Casentino - Un soggiorno da fiaba nelle foreste più belle d’Italia, camminando su facili sentieri tra alberi giganti, luoghi dove vivono numerosissimi animali (grandi cervi, daini, cinghiali, lupi, volpi, ecc). Racchette da neve e bastoncini telescopici forniti dall’organizzazione.Attività adatte anche alle famiglie.
Lunedì 05 gennaio
Partenza per escursione al Monte Penna di Badia Prataglia. Si tratta di una facile e suggestiva ascesa nella foresta innevata, fino allo spettacolare balcone naturale costituito dalla sommità del Monte Penna: la foresta si interrompe all’improvviso e si apre un panorama di inattesa vastità, che spazia sulle valli del versante romagnolo, coperte di boschi che circondano il grande lago di Ridracoli; se l’aria è limpida la vista spazia sul mare Adriatico, sui rilievi delle Marche e dell’Umbria e sulle cime delle Alpi centro orientali. Pranzo sulla vetta con ricco cestino fornito dall’organizzazione.Al rientro, è possibile visitare il Centro Visite del Parco Nazionale e il Museo del Corpo Forestale, assai interessanti entrambi e posizionati vicino al rifugio; oppure ci si riposa nei confortevoli spazi del rifugio Casanova. “Notte della befana”: se le condizioni metereologiche lo consentiranno verrà acceso un grande falò sul prato antistante la struttura, per festeggiare l’arrivo della Befana con del buon vin Brulè e dolci.
Martedi’ 06 gennaio 2015
Passeggiata nella Foresta di Badia Prataglia, attraverso maestose faggete e cupe abetaie (in quest’area gli abeti sono altissimi, con trentacinque metri di media), fino alla caverna chiamata “Buca delle Fate” e quindi al luminoso prato di “Campo dell’Agio”. La foresta si mostra in tutto il suo splendore in questa breve ma intensa passeggiata. E’ possibile imbattersi nei cervi che avanzano affondando nella neve. Rientro e pranzo.Pomeriggio partenza.
In caso di scarso o nullo innevamento le escursioni possono subire delle variazioni e si può ipotizzare una discesa nella magnifica Foresta Primaria della Lama, dove gli alberi morti e vivi si mescolano in un affascinante caos primordiale, fatto di tronchi spezzati, abeti altissimi, funghi legnosi a mensola sui faggi più decrepiti…e orme di lupo qua e là.
Allo stesso modo, Il programma può subire variazioni anche sostanziali, in base alle condizioni meteo, allo stato dell’innevamento, ad altri motivi. In questi casi la guida consulta gli escursionisti per le alternative, ma le sue decisioni finali hanno la prevalenza e sono insindacabili. L’abbigliamento deve essere invernale, comprendere quindi guanti, sciarpa, cappello. Potrebbero essere utili le ghette; ma l’innevamento è estremamente variabile di anno in anno. Al contrario, potrebbe essere utile la crema solare, specie per le escursioni in quota.
Segreteria e informazioni - Rifugio Casanova - Casentino - Via Casanova 3 Loc. Badia Prataglia 52010 Poppi (AR) Tel. 366.5849069 Tel. 0575.559897

L'Epifania quest'anno ad Equi Terme regalerà suggestioni uniche che solo il pittoresco borgo e le grotte sanno offrire.
Nel pomeriggio del 6 gennaio, alle 14,30, andranno in scena l'adorazione dei Re Magi alla Natività di Gesù allestita con personaggi viventi nella Grotta di Equi, ma non solo: infatti alle 15,15... pioveranno befane! La vecchietta vestita di tutto punto si lancerà da 30 metri di altezza per atterrare all'ingresso della grotta lanciando doni e dolcetti ai bimbi che l'aspettano con il naso all'insù.
Anche i Re Magi all'arrivo nella grotta offriranno a bimbi piccoli doni e dolcetti, mentre i grandi potranno riscaldarsi al fuoco e bere vin brulè.
Sarà possibile anche una breve visita alle Grotte carsiche che saranno aperte al pubblico anche i giorni precedenti, 4 e 5 gennaio nel pomeriggio.
A fine evento, dalle 17,30 in poi, il Ristorante La Posta preparerà per l'occasione i Panigacci (prenotazioni 0585 97937)
L'iniziativa è stata pensata e promossa da Comune di Fivizzano, Legambiente, e Cooperativa AlterEco come augurio di un 2015 pieno di iniziative, che termineranno con il famoso presepe vivente, che per il Natale appena trascorso non è stato possibile organizzare.
L'evento è stato reso possibile grazie all'impegno del CAI di Fivizzano e del Gruppo Speleologico Lunense per l'allestimento tecnico della befana acrobatica ed all'Associazione Antichi Mestieri Equi Terme per i Re Magi e la Natività vivente. Informazioni: 338 5814482 • info@lunigianasostenibile.it

Dopo lo straordinario successo di Capodanno, evento che ha registrato record di presenze e affluenza da tutta Italia con ospiti del calibro di Jerry Calà e Pupo, anche nel 2015 i riflettori rimangono puntati su La Capannina di Franceschi, sempre pronta ad affascinare, elettrizzare e coinvolgere gli amanti del locale simbolo della Versilia by night.
Lunedì 5 gennaio evento da non perdere con "Aspettando la Befana", appuntamento che vedrà protagonista il noto disc jockey Riccardo Gava che farà ballare il grande pubblico del locale per tutta la notte. A rendere la serata ancora più coinvolgente ricchi premi e cotillons per tutti i partecipanti. La tradizionale ricorrenza che “tutte le feste porta via” sarà invece festeggiata Martedì 6 Gennaio con "La Befana del Poliziotto", evento realizzato dalla Consap, sindacato maggiormente rappresentativo della Polizia di Stato. Un gemellaggio culturale ed umanitario costituito dal patron del locale Gherardo Guidi con il segretario nazionale del sindacato Consap Gianluca Pantaleoni ed il segretario generale provinciale di Lucca Indro Marchi. Garantita la presenza di ospiti vip e autorità. Oltre che ad un'eccellente ristorazione a buffet, la Befana porterà calze piene di dolci, biglietti omaggio per i parchi più importanti, buoni gratuiti per fast-food e buoni per check-up medici gratuiti per garantire e tutelare sempre la salute dei più piccoli, e perché no, dei loro genitori e nonni. Per informazioni e prenotazioni 0584.80169/ 366.660840

Redazione Nove da Firenze