Rubrica — Spettacolo

Da giovedì 16 luglio a Certaldo Amorose fiamme

Una nuova rassegna di spettacolo nel Giardino di Palazzo Pretorio. Oltre 250 i racconti arrivati da tutta Italia per il contest “Racconti Isolati”. Annullata per il Covid Mercantia, la cultura riparte con Boccaccio


Il Comune di Certaldo presenta una rassegna di musica e spettacolo dal titolo “Amorose fiamme” che si svolgerà dal 16 al 19 luglio nel giardino di Palazzo Pretorio. Il progetto, curato da Fonderia Cultart e con il sostegno di Banca di Cambiano, è un calendario di concerti e spettacoli ma è anche un segnale positivo nei confronti del pubblico che potrà, nel rispetto delle disposizioni anticontagio, tornare a fruire di occasioni di intrattenimento e cultura. Il programma si propone di essere un’occasione in cui la città può riappropriarsi - dopo mesi di distanziamento sociale - dei propri spazi condivisi, e riscoprire la propria voglia di essere comunità, ma anche un'opportunità per sostenere il percorso di promozione turistica che il Comune di Certaldo ha recentemente attivato, offrendo ai visitatori provenienti anche da fuori città, iniziative di spettacolo. Il programma inizia Giovedì 16 luglio con “Quello che conta” l'omaggio a Luigi Tenco di Ginevra Di Marco, insieme a Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, un concerto in cui si approfondisce l'aspetto umano e artistico del cantautore: il cantore dell'esistenza, dei turbamenti d'amore e degli ideali sociali e politici, della malinconia e dell'intimità. Prosegue Venerdì 17 con lo spettacolo del Duo Baldo “CONdivertimentoCERTO”, uno show in cui i due musicisti classici che hanno letteralmente girato il mondo con questo progetto, “giocano” e scherzano con la musica con un risultato irresistibile ed esilarante. Sabato 18 è la volta del concerto a fumetti “Quando tutto diventò blu” tratto dall'omonima graphic novel di Alessandro Baronciani, disegnato dal vivo dall'autore e con l'intervento musicale di Corrado Nuccini (Giardini di Mirò), Daniele Rossi, Ilaria Formisano (Gomma). La rassegna si chiude Domenica 19 luglio con Paolo Hendel che interpreta “La giovinezza è sopravvalutata”, una confessione autoironica sugli anni che passano, con tutto ciò che questo comporta. I quattro spettacoli scelti hanno in comune il tema della passione sotto molteplici aspetti: Ginevra di Marco e la passione per il cantautore Luigi Tenco, il Duo Baldo per la musica classica e il disperato desiderio di ridicolizzarla per amarla ancora di più, il fumettista Alessandro Baronciani che nella sua graphic novel ritrae la storia di una donna innamorata del mare, Paolo Hendel che, giunto all'età adulta, si rende conto della passione per la giovinezza non ha a che fare con l'età anagrafica. Il titolo della rassegna vuole quindi costruire un filo tra le quattro storie, individuando nelle “amorose fiamme”, locuzione parafrasata da Giovanni Boccaccio, la passione come tema degli spettacoli. L'inizio degli spettacoli è previsto alle ore 21.30, i posti sono limitati, i biglietti (15/20€) si possono acquistare on line e nei punti vendita Ticketone.it Informazioni: 338.1015732.

Ma la visita a Certaldo, per i toscani come per i turisti di tutta Italia, può ben impegnare un’intera giornata visitando i musei. La Casa di Boccaccio, dove Giovanni Boccaccio visse e morì nel 1375 dopo avere ultimato l’ultima versione del Decameron. E soprattutto il Palazzo Pretorio, possente edificio che dal 1184 domina il colle, ora con un rinnovato allestimento: il Museo della Giustizia, una Galleria d’arte contemporanea e presto la sezione archeologica. Il “Museo della Giustizia” racconta la funzione di Palazzo Pretorio come sede del Vicariato: dal 1415 al 1784, Firenze amministrava qui la giustizia, civile e penale, in Valdelsa, Val di Pesa e parte del Valdarno. La Galleria ospita invece, come primo evento, “Through the Decameron – un viaggio nel Decameron”, selezione delle opere che dal 1967 i più grandi artisti italiani hanno realizzato appositamente per Certaldo ispirandosi alle novelle del Decameron. In mostra, suddivise lungo tutte le dieci giornate del Decameron, oltre 50 opere di artisti tra i quali spiccano nomi come Emilio Greco, Renzo Vespignani, Massimo Campigli, Tono Zancanaro, Aligi Sassu, Mino Maccari, Bruno Saetti, Agenore Fabbri, Domenico Purificato, Renato Guttuso, Mirko Basaldella, Carlo Levi, Ennio Calabria, Remo Brindisi, Antonietta Raphael Mafai.

“Certaldo riparte dopo l’isolamento anche con lo spettacolo dal vivo e con il cinema all’aperto – dice il sindaco Giacomo Cucini – se i grandi eventi estivi per i quali siamo noti, come Mercantia, sono per forza di cose rinviati, l’amministrazione comunque investe in cultura e lo fa nel nome di Boccaccio. Il contest letterario “Racconti Isolati - Un Decameron al tempo del Covid” promosso con il Touring Club Italiano ha ricevuto oltre 250 candidature da tutta Italia, la mostra “Through the Decameron” è un’occasione unica per conoscere la pittura del 900 e l’opera di Boccaccio, e la rassegna “Amorose Fiamme”, insieme alla programmazione cinematografica, rappresentano un’opportunità per cittadini e turisti per trascorrere nel borgo e nelle strutture del paese alto e basso un’intera giornata di tempo libero ricca di eventi. In un contesto da sempre sinonimo di qualità ambientale, vita slow, di ricchezza enogastronomica e culturale”.

Redazione Nove da Firenze