Rubrica — Mostre

Prato: riapre la Galleria di Palazzo degli Alberti

Fino al 9 settembre in mostra una selezione di opere d'arte. Ingresso gratuito


Prato, 7 settembre 2018 – Le principali opere d’arte già della Cassa di Risparmio di Prato, oggi proprietà di Banca Popolare di Vicenza in L.C.A. (Liquidazione Coatta Amministrativa), potranno nuovamente essere ammirate dal pubblico presso il Palazzo degli Alberti di Intesa Sanpaolo, con la riapertura degli spazi della “Galleria”.

In attesa, il 7, 8 e 9 settembre 2018, nei giorni della Festa più importante della Città, sarà possibile visitare gratuitamente in Galleria una selezione di 11 opere, tra cui i capolavori di Caravaggio, Giovanni Bellini, Filippo Lippi, Puccio di Simone, alcune opere del Cinque-Seicento di area fiorentina e due sculture di Lorenzo Bartolini, artista di Prato attivo nella prima metà dell’Ottocento.

La riapertura degli spazi espositivi della Galleria, che renderà disponibile alla pubblica fruizione una ampia selezione di tale patrimonio artistico, è prevista indicativamente a inizio 2019. Un gesto concreto che consentirà alla città di ammirare un importante patrimonio culturale, secondo i valori di Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo.

Tale riapertura è stata resa possibile grazie al dialogo con Banca Popolare di Vicenza in L.C.A. e alla preziosa collaborazione e disponibilità del Comune di Prato e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e per le Province di Pistoia e Prato.

“Grazie alla efficace collaborazione tra Comune, Soprintendenza, Banca Popolare di Vicenza in L.C.A. e Intesa Sanpaolo, oggi Prato può finalmente tornare ad ammirare un importante patrimonio culturale. Come Intesa Sanpaolo ne siamo particolarmente orgogliosi, perché la riapertura della galleria di Palazzo Alberti testimonia l’impegno che da oltre un anno ha contraddistinto il nostro Gruppo nell’intero processo di integrazione delle ex banche venete. Vogliamo giocare una partita importante su questo territorio in termini di recupero di fiducia e di vicinanza”, ha spiegato Luca Severini, Direttore Regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo.

“L’apertura al pubblico della Galleria degli Alberti conferma la visione che anima Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo nell’impegno a promuovere la bellezza del patrimonio artistico e culturale italiano. Avviene valorizzando le opere d’arte delle nostre collezioni grazie alle Gallerie d’Italia, ma anche aprendo i nostri palazzi storici che sottolineano la straordinaria ricchezza artistica del Paese. È occasione di ancora maggiore soddisfazione quando si realizza in piena sintonia con altre realtà e istituzioni, come qui a Prato”, ha commentato Michele Coppola, Direttore Centrale Arte, Cultura e Beni Storici, Intesa Sanpaolo.

“La Soprintendenza ringrazia Intesa Sanpaolo, la Banca Popolare di Vicenza in LCA e il Comune di Prato per la disponibilità al dialogo e per la fattiva collaborazione che ha permesso di realizzare un percorso volto al poter rendere fruibile un patrimonio artistico di rilevante interesse nazionale, conservando capolavori assoluti dell'arte italiana, che annovera – tra le altre – alcune opere che hanno costituito nei secoli il contesto di riferimento per la ricca vicenda artistica della città”, ha aggiunto Andrea Pessina, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato.

“In questi anni abbiamo lavorato affinché gli spazi espositivi della Galleria degli Alberti fossero di nuovo accessibili ai cittadini. Con serietà e tenacia, ci siamo confrontati con tutti gli attori coinvolti. È stato un percorso lungo, certosino e appassionato, e grazie alla sinergia tra Comune, Soprintendenza, Intesa Sanpaolo e Banca Popolare di Vicenza in L.C.A., oggi facciamo un importantissimo passo in quanto 11 meravigliose opere saranno visibili a tutti”, ha commentato Matteo Biffoni, Sindaco del Comune di Prato.

Le visite sono previste a partire dalle 15.30 del 7 settembre, con gruppi di 25 persone ogni mezz’ora, con il seguente programma:

Venerdì 7 settembre dalle 15.30 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18.30)

Sabato 8 e domenica 9 settembre dalle 10.00 alle 13.00 (ultimo ingresso alle 12.30) e dalle 14.30 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18.30)

Cenni sulla Galleria di Palazzo degli Alberti

Palazzo degli Alberti, risalente al XIII secolo e tradizionalmente detto il “casone degli Alberti”, dal 1870 è sede della Cassa di Risparmi e Depositi di Prato, diventata poi Cariprato.

Fin dal 1984, la “Galleria di Palazzo degli Alberti” – spazio espositivo sito al primo piano della sede storica - ha ospitato una selezione di opere riconducibili al patrimonio d’arte dell’ex Cariprato.

L’importante patrimonio artistico, ora di proprietà di Banca Popolare di Vicenza in L.C.A., è andato costituendosi nel corso dei decenni, in particolare a partire dagli anni Trenta del Novecento, e comprende capolavori di Filippo Lippi, Giovanni Bellini, Caravaggio, Santi di Tito, Tommaso Lunetti, Puccio di Simone e della bottega del Bronzino. Si segnalano inoltre una serie di sculture del pratese Lorenzo Bartolini, una raccolta di dipinti del Seicento toscano e una sezione novecentesca con testimonianze della vicenda artistica pratese e toscana, grazie alla presenza di opere di Giuseppe Catani Chiti, Galileo Chini, Ardengo Soffici, Armando Spadini e Primo Conti.

Palazzo degli Alberti è oggi proprietà di Intesa Sanpaolo che, in linea con i principi del proprio Progetto Cultura, ha voluto la riapertura degli spazi espositivi della Galleria, che saranno inaugurati tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

In occasione della festa di Prato, viene presentata una selezione di undici opere, consentendo alla città di ammirare un importante patrimonio culturale. 

Redazione Nove da Firenze