Capodanno, Nardella: “Un ringraziamento sentito a coloro che hanno lavorato tutta la notte”

Ma la Loggia dei Lanzi il 1° gennaio è rimasta inagibile. A Campi Bisenzio chiuso il teatro durante i festeggiamenti. Gran Galà di Fine Anno a Forte dei Marmi. Alla vigilia un escursionista recuperato nella Valle dell'Inferno


FOTOGRAFIE — Ai concerti gratuiti nelle piazze hanno assistito 30.000 persone che hanno sfidato le temperature polari pur di esserci: 10.0000 alle Cascine, 8.000 in piazza del Carmine, 8.000 in piazza della Signoria e 4.000 in piazza Santissima Annunziata. A quanto risulta dalle ricognizioni fatte sembra che non ci siano stati incidenti di rilievo a persone per i botti o viabilità. Per quanto riguarda l’ordine pubblico, erano in servizio 120 agenti della Polizia municipale. Il clou della festa è stato al Parco delle Cascine dove il sindaco è salito sul palco con Mario Biondi per attendere l’arrivo del nuovo anno e stappare lo spumante.
Unico neo, il primo gennaio per turisti a Firenze chiusi fuori dalla Loggia in piazza della Signoria che non è stato possibile liberare dopo il concerto [comico effetto da invasione aliena nelle foto di Silvano Ghisolfi]


“Ringrazio i fiorentini, i visitatori e i turisti che, con pochissime eccezioni, hanno accolto il nostro appello a mantenere comportamenti civili e di buon senso”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella a proposito della festa del Capodanno 2015 che si è svolta tra piazza del Carmine, piazzale del Re alle Cascine, piazza Signoria e piazza Santissima Annunziata, registrando un grande successo di partecipazione. “Vorrei rivolgere un ringraziamento sentito a coloro che hanno lavorato tutta la notte - ha continuato il sindaco - e agli addetti di Quadrifoglio che stamani all’alba hanno iniziato a pulire la città dopo i festeggiamenti”. 

Nardella ha iniziato il tour tra le piazze del Capodanno 2015 da piazza del Carmine, dove con la vicesindaca Cristina Giachi ha assistito al concerto dell’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti. Stamani, invece, il sindaco Nardella si è recato al nuovo Teatro dell’Opera di Firenze per il tradizionale concerto di Capodanno che ha avuto come protagoniste tre delle sette orchestre della Scuola di Musica di Fiesole, fondata dal Maestro Piero Farulli: l’Orchestra dei Ragazzi, la Galilei e i valenti musicisti dell’Orchestra Giovanile Italiana.


A Campi Bisenzio, alle ore 0.15 nel foyer del Teatrodante Carlo Monni, dopo lo spettacolo ‘La supposta eredità del Cavalier Nencioni’, durante il brindisi augurale, è caduto un pannello in legno dal controsoffitto. Di grandezza 0.60 per 1 mt, e peso di circa 10 kg, il pannello ha ferito alcune persone. Il teatro è stato subito fatto evacuare.

Dice Giovanni Grossi, presidente della Fondazione Teatrodante Carlo Monni: ‘Probabilmente, il crollo è avvenuto in concomitanza con lo scoppio di una bomba carta nei pressi del teatro. Ci sono stati alcuni feriti ma sappiamo dalle forze dell’ordine che, fortunatamente, hanno riportato ferite lievi. Certo, lo spavento è stato tanto, e ci dispiace per quanto successo. Noi stiamo facendo tutti gli accertamenti dovuti: questa mattina, insieme al personale tecnico del teatro, abbiamo eseguito un sopralluogo, che ha evidenziato delle anomalie, di cui noi non eravamo a conoscenza'. Aggiunge Giovanni Corsi responsabile della sicurezza del Teatrodante Carlo Monni: ‘Sopra il foyer del teatrodante c’è un controsoffitto realizzato con binari metallici leggeri appesi con dei pendini. Incastrati tra i binari metallici ci sono pannelli in legno, probabilmente autocostruiti, visto che non abbiamo evidenza di certificazioni. Da un esame di questa mattina, i pannelli in legno sembrano incastrarsi in maniera difettosa nel binario metallico, portandone alla potenziale instabilità. Questo difetto costruttivo non è evidente dall’esterno, e quindi è emerso solo dopo la caduta del pannello. Non escludiamo che l’elemento scatenante della caduta potrebbe essere dovuto alla forte esplosione avvenuta in prossimità del teatro, a causa della bomba carta. Una volta che abbiamo evidenziato la zona a rischio, non ci sono comunque impedimenti allo svolgimento della regolare attività: le vie d’accesso al teatro sono sicure, e anche la platea e il palcoscenico, realizzate con una tecnologia completamente diversa’.


Centinaia di persone sono accorse al Gran Galà di Fine Anno organizzato a La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi, evento che a qualche giorno da San Silvestro registrava già il tutto esaurito, forte di un programma di alto livello e ospiti speciali. Dopo la cena gala l'animazione con le ballerine brasiliane provenienti dal famoso Carnevale di Rio ha fatto salire la temperatura in sala, fino al fatidico conto alla rovescia scandito dal Patron Gherardo Guidi e Jerry Calà (nelle foto di Fabrizio Nizza). Alla serata hanno partecipato personaggi noti come il cantante e presentatore Pupo, che proprio nel mese di agosto ha festeggiato in Capannina con Cecilia Rodriguez l'85° Anniversario del locale. Pupo si è intrattenuto con il Patron Gherardo Guidi e Jerry Calà.


I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano della stazione di Carrara sono intervenuti alla vigilia del Capodanno nel recupero un escursionista di 35 anni originario di Carrara che nel pomeriggio aveva perso l'orientamento a causa della nebbia nella valle dell'Inferno, nei pressi di Passo del Cerreto. L'uomo, trovatosi in difficoltà ha dato l'allarme con il cellulare che aveva con se. Sul posto i tecnici del SAST e del SAER che hanno recuperato l'uomo, intono alle 17.30 e accompagnatolo fino alle piste da sci dove lo aspettava un medico per visitarlo.

Redazione Nove da Firenze