Aperta al traffico la galleria ‘Le Romite’ al Galluzzo

Sopralluogo del vicesindaco Nardella: “Risultato indispensabile per migliorare la viabilità”. Iniziati i lavori di riqualificazione di piazza Acciaioli. Dureranno 6 mesi e saranno finanziati e realizzati da Esselunga


FOTOGRAFIE — Firenze, 19 marzo 2014– E’ stata aperta al traffico oggi la galleria le Romite che mette direttamente in connessione via Senese con via delle Bagnese. Grazie alla galleria, il traffico diretto da Firenze a Scandicci potrà evitare lo stretto sali e scendi di via delle Bagnese, con notevole miglioramento della circolazione in termini di sicurezza e fluidità.

La prima auto ad attraversarla è stata la Smart elettrica (messa a disposizione dell’azienda produttrice) con a bordo il vicesindaco Dario Nardella e l’assessore al traffico Filippo Bonaccorsi, che hanno partecipato al taglio del nastro insieme al capo del compartimento Anas della Toscana ingegner Antonio Mazzeo, il direttore Investimenti e infrastrutture di Autostrade per l’Italia Alberto Selleri. Presenti, tra gli altri, anche l’assessore all’urbanistica Elisabetta Meucci, il presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli, i tecnici del Comune di Firenze e il sindaco di Scandicci Simone Gheri.

La galleria, con diametro di scavo di circa 12 metri, a doppio senso di marcia con corsie di larghezza pari a 3,75 metri è lunga 263 metri, è stata realizzata con un investimento di circa 7,6 milioni di euro ed è inserita nell’ambito della convenzione, tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed Autostrade per l’Italia, volta alla realizzazione degli assi di penetrazione alla città. Durante i lavori stradali, particolare attenzione è stata dedicata alla conservazione della vecchia fermata della tramvia presente in corrispondenza delle nuova rotatoria di via Senese. L’intervento ricade nell’ambito dei lavori di ampliamento alla terza corsia dell’A1 Milano-Napoli nel tratto Firenze Nord – Firenze Sud, e fa parte del bypass del Galluzzo, la principale opera sul territorio connessa all'ampliamento dell'Autosole nel tratto fiorentino. Il Bypass realizza il prolungamento della "S.G.C. Firenze - Siena", dallo svincolo di Impruneta fino alla via Senese, aggirando l'abitato di Galluzzo. Il tracciato, che ricade nei Comuni di Firenze e di Impruneta, si sviluppa per una lunghezza di circa 3,5 km e comprende, essenzialmente, tre gallerie ed un viadotto, una delle quali è appunto Le Romite che costituisce uno stralcio funzionale del progetto, finalizzato a garantire una razionalizzazione del traffico da e verso Scandicci. I lavori del By pass, consegnati nel 2005 all'impresa BTP Spa, acquisita poi da Impresa Spa, e di cui era prevista la fine nel 2011, sono stati condizionati dalla nota crisi finanziaria dell'Appaltatore e dall’ indagine promossa in merito a presunte irregolarità nella gestione delle terre e rocce provenienti dagli scavi.

nardella_elettrica_galleria

Nel giugno 2013, a seguito della inadempienza contrattuale da parte di Impresa Spa, Autostrade per l'Italia ha affidato i lavori di questo primo stralcio all'impresa Pavimental S.p.A. che li ha completati nei tempi previsti, permettendo all'ANAS di installare gli impianti di illuminazione secondo quanto stabilito dagli accordi che prevedono, ad opere collaudate, il passaggio della proprietà e della gestione all'ANAS.

“Nonostante i molti ostacoli, molti dei quali non dovuti alle Istituzioni, l’apertura della galleria è realtà - ha detto il vicesindaco Nardella -. L’apertura che oggi festeggiamo è frutto anche dell’impegno del Comune di Firenze che, pur non avendo la responsabilità della realizzazione dell’opera, ha messo intorno ad un tavolo Anas e Autostrade e ha chiesto un impegno massimo per completarla, ottenendo questo risultato indispensabile per migliorare la viabilità per gli abitanti di Scandicci e Firenze”. Il Comune ha dato indirizzi ad Autostrade e Anas per completare la galleria, per realizzare l’impianto di illuminazione e i pannelli a messaggio variabile necessari per l’apertura, che sono stati realizzati da Anas in accordo con Autostrade. “Attraverso opere come questa, indispensabili per rendere la vita più semplice a tutti i nostri cittadini - ha aggiunto Nardella - prende corpo sempre di più la città metropolitana che va oltre i confini del nostro Comune. Questa galleria è solo il primo pezzo del by pass del Galluzzo e noi ci auguriamo che molto presto, e non con i tempi che abbiamo avuto alle spalle, si possa poi completare l’intero progetto che una volta pronto consentirà agli abitanti del Galluzzo di non dover subire la pressione di traffico che ancora oggi subiscono”. “Ci affidiamo ad Anas e Autostrade - ha concluso -, a cui terremo affettuosamente il fiato sul collo, per completare quest’opera”.

“Il candidato sindaco del Pd, Dario Nardella, ha inaugurato stamattina una galleria lunga 255 metri, che era già stata inaugurata il 10 novembre del 2007, quando si festeggiavano con buffet e brindisi le escavatrici che avevano abbattuto l'ultimo diaframma. E' paradossale che, per motivi elettorali, si festeggi un'opera che doveva, tra l'altro, essere pronta anni fa”. Così il consigliere comunale Emanuele Roselli (Ncd) commenta la cerimonia per l'apertura della Galleria delle Romite, prima parte dell'atteso bypass del Galluzzo. “Quella di liberare il Galluzzo dal traffico - ricorda Roselli - è una battaglia storica del centrodestra fiorentino. Mi chiedo, però, cosa ci sia da brindare per un'opera che andava inaugurata dieci anni fa e che, a parte la galleria, deve essere ancora completata. Come per tutte le opere infrastrutturali di Firenze (dalle linee 2 e 3 della tramvia, al fantomatico progetto del 'tubone' Varlungo-Careggi), il centrosinistra e il Pd continuano a portare avanti la politica degli annunci e degli slogan e quando qualcosa riesce a fare va a danno delle risorse pubbliche e dei "normali" tempi di realizzazione. La realtà è che non viene fatto quasi nulla, in concreto, e che l'unica opera parziale che vede la luce anni dopo la fine del progetto, viene festeggiata per evidenti fini di consenso elettorale”. “La corsa al prossimo taglio di nastro è l'unica priorità di questo centro sinistra, che inaugura l'inizio dei progetti, ma quasi mai la loro fine. Saranno i fiorentini, mi auguro, a giudicare la serietà di certi atteggiamenti. Il nostro auspicio è che per terminare definitivamente il progetto del bypass del Galluzzo, non si debbano aspettare altri dieci anni” conclude Roselli.

"Il consigliere Roselli invece di festeggiare l’apertura della galleria le Romite che apre dopo più di 7 anni di difficoltà, molti dei quali non dovuti alle istituzioni, fa polemica e dimostra di essere poco a conoscenza dell’iter e del percorso effettuato per arrivare al risultato di oggi”. Lo spiega il vice capogruppo del Pd Angelo Bassi che aggiunge: “Qui non c’è nessuno che si fa bello. L’apertura di oggi è frutto anche dell’impegno del Comune che ha lavorato affinché Anas e Autostrade si impegnassero al massimo per completare l’opera. Ma la responsabilità della realizzazione dell’opera, come ha anche ben spiegato il vicesindaco Nardella, non è del Comune. Roselli cerchi di approfondire invece di buttare là frasi ad effetto per cercare visibilità. Cerchi di portare proposte, soluzioni. La città ha bisogno di questo- conclude Bassi- e non di critiche a vuoto su cose che migliorano inequivocabilmente la qualità della vita dei cittadini".

piazza_acciaiuoli

Sono iniziati oggi con la transennatura di un lato della piazza i lavori di riqualificazione di piazza Acciaioli al Galluzzo, dove il vicesindaco Dario Nardella ha fatto un sopralluogo questa mattina insieme ai dirigenti e ai tecnici del Comune, dopo l’apertura al traffico della galleria le Romite. “Oggi è un giorno importante per il Galluzzo - ha detto il vicesindaco Nardella -: ci viene consegnato il cantiere di piazza Acciaioli e abbiamo finalmente aperto la gallerie ‘le Romite’. Questi due interventi dimostrano che portiamo avanti le cose che in questi anni ci siamo impegnati a realizzare e questo è stato possibile grazie alla collaborazione delle Istituzioni e alla pazienza dei cittadini del Galluzzo e di Scandicci”. I lavori di manutenzione straordinaria della piazza dureranno sei mesi e sono finanziati e realizzati da Esselunga a titolo di intervento compensativo per la realizzazione del centro commerciale in via Senese. Il progetto per la riqualificazione piazza Acciaioli, che ha un costo complessivo di 600mila euro, prevede una nuova pavimentazione in conglomerato trasparente per l’intero perimetro della piazza in sostituzione dell’asfalto esistente, la sostituzione di liste, cordonati e zanelle, la riqualificazione delle aiuole esistenti al centro della piazza con il ripristino del manto erboso, l’abbattimento di alcune piante ammalate e il reimpianto delle alberature nella loro configurazione originaria. Sono previsti anche il potenziamento dell’impianto di irrigazione, la sostituzione delle panchine, la predisposizione di un’area ecologica per l’installazione interrata di 10 campane per la raccolta dei rifiuti e la predisposizione di impianti tecnologici per la futura installazione di pensiline intelligenti per le fermate del trasporto pubblico. Esselunga finanzierà anche il progetto, in corso di ultimazione, per la riqualificazione di viale Tanini. Al termine del sopralluogo in piazza Acciaioli il vicesindaco Nardella ha fatto visita ad alcuni negozianti che si affacciano sulla piazza. Il vicesindaco Dario Nardella ha fatto anche un sopralluogo al nuovo supermercato Esselunga insieme ad alcuni rappresentanti dell’azienda.

Redazione Nove da Firenze