Acquisto di mezzi ecologici: disponibili nuovi fondi per i contributi

Gli assessori Biti e Bonaccorsi: “Continua l’impegno del Comune per incentivare le buone pratiche per l’ambiente”


FIRENZE — Buone notizie per chi vuole acquistare un mezzo ecologico. O trasformare un vecchio veicolo a gas. L’Amministrazione comunale è infatti riuscita a recuperare alcune risorse regionali e ha deciso di destinarle ai contributi per i mezzi ecologici. Con questo nuovo stanziamento (circa 50.000 euro) sarà quindi possibile saldare le vecchie domande rimaste inevase per l’esaurimento del plafond e anche riaprire il bando per nuove richieste. In entrambi i casi sarà seguito il criterio cronologico di presentazione delle domande.
“Anche in un momento difficile per i bilanci comunali come quello attuale siamo riusciti a recuperare alcuni fondi per incentivare le buone pratiche per l’ambiente – commentano gli assessori all’ambiente Caterina Biti e alla mobilità Filippo Bonaccorsi –. Questi contributi infatti facilitano il ricambio del parco mezzi, con tutto quello che ne consegue a livello di beneficio per a livello di riduzione dello smog”. Ecco i veicoli ammessi al contributo con i relativi importi:

- bicicletta elettrica a pedalata assistita: 30% del costo (fino ad un massimo di 200 euro);
- ciclomotore (fino a 50cc 4 tempi Euro 2) o di una moto (fino a 250 cc Euro 3) con rottamazione obbligatoria 200 euro;
- ciclomotore elettrico a 2 o 3 ruote (con potenza oltre i 1000 watt), 750 euro;
- vettura elettrica o ibrida con rottamazione 2.000 euro (senza rottamazione1.000 euro);
- veicolo commerciale leggero (N1) elettrico o ibrido, con rottamazione 6.000 euro (senza rottamazione 3.000 euro).


Ed ecco i mezzi e le cifre destinate alla trasformazione dei veicoli a gas:
- autovetture a benzina Euro 0 a metano (800 euro), a Gpl (700 euro);
- autovetture a benzina Euro 1 e successive omologazioni (E2, E3..) a metano (1.000 euro), a Gpl (700 euro).
- veicolo commerciale leggero a metano o Gpl, 2.000 euro

I veicoli per i quali viene richiesto il contributo devono obbligatoriamente essere omologati per la circolazione su strada.

Possono richiedere il contributo i cittadini residenti nel Comune di Firenze, per un massimo di due contributi ad anno solare; i professionisti con domicilio fiscale nel Comune di Firenze, per un massimo di quattro contributi ad anno solare; gli enti pubblici e privati, le associazioni Onlus e società con sede legale e/o operativa nel Comune di Firenze, per un massimo di dieci contributi ad anno solare. Gli uffici ricordano che il contributo potrà essere richiesto esclusivamente dai possessori del veicolo e che non deve essere già stato richiesto analogo contributo statale.

Le domande, corredate della documentazione richiesta dal disciplinare, reperibile sul sito del comune, dovranno essere presentate in forma cartacea (non per posta ma solo di persona o con delega) presso l’Ufficio Nuove Infrastrutture e Mobilità in via Mannelli, 119/i secondo piano. Nelle richieste dovrà essere riportato il codice IBAN: i pagamenti saranno effettuati soltanto tramite bonifico bancario.
Gli uffici sono aperti per l’accettazione delle domande mercoledì 4, 11 e 18 dicembre (dalle 9 alle 13) e giovedì 5, 12 e 19 dicembre (sempre dalle 9 alle 13 e anche il pomeriggio dalle 15 alle 17).

(mf)

Redazione Nove da Firenze