Maggio Musicale Fiorentino alla Biennale dell’Antiquariato

La Biennale Internazionale dell’Antiquariato, nata nel 1959 e giunta quest’anno alla XXVIII edizione


FIRENZE —
Una nuova preziosa collaborazione fra due importanti istituzioni fiorentine: La Biennale Internazionale dell’Antiquariato, nata nel 1959 e giunta quest’anno alla XXVIII edizione, ed il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, che espone, dal 5 al 13 ottobre 2013, nell’allestimento curato da Pier Luigi Pizzi, alcune importanti opere d’arte, appartenenti alla storia e agli archivi del Teatro, insieme ad una riproduzione in scala del Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, già inaugurato nel dicembre 2011 e nuova e definitiva sede dell’istituzione musicale fiorentina dal prossimo 2014.
Un accordo fortemente voluto da Giovanni Pratesi, Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato e da Francesco Bianchi, Commissario Straordinario del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Accanto ad alcuni bozzetti di Felice Casorati (Didone ed Enea di Henry Purcell del 1940), Gino Carlo Sensani (L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti del 1940) e Mario Sironi (Manifesto e copertina del Numero Unico per il XVI Maggio Musicale Fiorentino del 1953) trova posto il plastico del Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, progettato dall’Arch. Paolo Desideri dello studio ABDR di Roma.

Il passato e il futuro del Teatro del Maggio in un’esposizione, curata da Moreno Bucci, grazie all’ospitalità concessa dalla Biennale Internazionale dell’Antiquariato; un ponte ideale allestito da un grande regista, costumista, scenografo e collezionista, Pier Luigi Pizzi, ospite assiduo nelle stagioni del Teatro e del Festival; suo, ad esempio, l’allestimento dell’Incoronazione di Poppea di Claudio Monteverdi al Teatro della Pergola, nella 74^ edizione del Festival nel 2011.

Ricordiamo che i possessori di un biglietto della Biennale potranno, presentandolo alla biglietteria del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, usufruire di uno sconto del 50%% sui biglietti, in un qualsiasi settore degli spettacoli in programma: il balletto Giselle ou les Willis (3 repliche: 5, 6, 8 ottobre) e il concerto La Passione secondo S. Matteo di J. S. Bach (e repliche: 12 e 13 ottobre).


Giselle ou les Willis
Teatro Comunale
3 repliche dal 5 all’8 ottobre 2013
Coreografia e drammaturgia Giorgio Mancini
Musica Adolphe Adam
Direttore Giuseppe La Malfa
Collaboratore alla drammaturgia Luca Berni
Scene e costumi Giorgio Mancini
Ideazione spazio scenico Roberta Lazzeri
Luci François Saint-Cyr
MaggioDanza
Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino
Nuova produzione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Fabio Biondi in concerto
Johann Sebastian Bach Passione secondo Matteo BWV 244
Teatro Comunale
2 repliche dal 12 al 13 Ottobre 2013
Teatro Comunale - Firenze
Direttore Fabio Biondi
Soprano Gemma Bertagnolli
Mezzosoprano Franziska Gottwald
Tenore Ferdinand von Bothmer
Tenore (Evangelista) Magnus Staveland
Basso (Gesù) Antonio Abete
Basso II Luca Tittoto
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
Maestro del Coro Lorenzo Fratini

Per ulteriori informazioni:
www.maggiofiorentino.com e www.mostraantiquariato.it


DIDONE ED ENEA
Opera in due atti di Nahum Tate
Musica di Henry Purcell

Città di Firenze, Ente Autonomo del Teatro Comunale Vittorio Emanuele II
14, 16 maggio 1940
VI Maggio Musicale Fiorentino, 1940 - XVIII, sotto l’alto patronato di S.A.R. la Principessa di Piemonte
Maestro concertatore e direttore d’orchestra: Vittorio Gui
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
Regista: Corrado Pavolini
Bozzetti e figurini: Felice Casorati
Personaggi: Gianna Pederzini (Didone), Ettore Parmeggiani (Enea), Dolores Ottani (Belinda), Edmea Limberti (la maga), Bianca Maggi (prima strega), Rina Parri (seconda strega), Saturno Meletti (Mercurio), Eleonora Antonacci (una donna); Regina Colombo (prima ballerina assoluta)

Bozzetto:
Felice Casorati
1940
Atto II, scena seconda
Tempera su cartone incollato su tavola di legno listellare
cm 49,5 x 69,7
Archivio Storico, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino - Fondazione; n. inv. 1583


L’ELISIR D’AMORE
Melodramma in tre atti di Felice Romani
Musica di Gaetano Donizetti

Città di Firenze, Ente Autonomo del Teatro Comunale Vittorio Emanuele II
11, 15, 19 maggio 1940
VI Maggio Musicale Fiorentino, 1940 - XVIII, sotto l’alto patronato di S.A.R. la Principessa di Piemonte
Maestro concertatore e direttore d’orchestra: Antonio Guarnieri
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
Regista: Pietro Scharoff
Bozzetti e figurini: Gino Carlo Sensani
Personaggi: Margherita Carosio (Adina, ricca e capricciosa fittaiuola), Beniamino Gigli (Nemorino, coltivatore, giovine semplice, innamorato di Adina), Afro Poli (Belcore, sergente di guarnigione nel villaggio), Salvatore Baccaloni (il Dottor Dulcamara, medico ambulante), Teresa Abate/Lina Alibrandi (Giannetta, villanella); villani e villanelle, soldati e suonatori del reggimento, un notaio, due servitori, un moro (cori e comparse)

Bozzetti:
Gino Carlo Sensani
1940
Popolano, mietitore, ballerino e prete
Matita, tempera acquerellata e china su cartone
cm 33,7 x 49,4
Archivio Storico, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino - Fondazione; n. inv. 3266

Gino Carlo Sensani
1940
Donne borghesi, villanella, venditore e popolano (cinque studi)
Matita, tempera acquerellata e china su cartone
cm 34 x 49,4
Archivio Storico, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino - Fondazione; n. inv. 3264


Manifesto:

XVI Maggio Musicale Fiorentino, 1953

Mario Sironi 1953
Manifesto e copertina del Numero Unico per il XVI Maggio Musicale Fiorentino
Matita, carboncino e tempera su cartoncino incollato su faesite cm 89,8 x 130
Firmato in basso a sinistra: "Sironi".
Archivio Storico, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino - Fondazione; n. inv. 3293

Redazione Nove da Firenze