Mondiali di Ciclismo, ecco le informazioni utili dal 21 al 29 settembre

Speciale Mondiale 2013. Come cambia Firenze, cosa cambia per i fiorentini durante la settimana dell'evento


FIRENZE — “Invito i fiorentini a limitare l’uso dell’auto e a verificare quotidianamente gli orari delle gare e i piani straordinari che abbiamo predisposto: nessuno nega che ci saranno dei disagi ma dobbiamo essere consapevoli che i prossimi giorni saranno soprattutto un grandissimo evento sportivo e dobbiamo viverli come una festa”. Lo ha detto il sindaco Matteo Renzi che oggi in Palazzo Vecchio ha presentato, assieme al vicesindaco Stefania Saccardi e agli assessori Filippo Bonaccorsi e Cristina Giachi, i piani straordinari del Comune di Firenze per mobilità, sosta, commercio, scuole, servizi sociali e una serie di eventi collaterali predisposti in occasione dei campionati mondiali di ciclismo in programma dal 22 al 29 settembre.

“Nessuno di noi – ha aggiunto il sindaco Renzi – immagina che per gli otto giorni dei mondiali sia tutto normale. E se qualcuno pensasse questo commetterebbe un errore. Inevitabilmente ci sarà da modificare parzialmente le proprie abitudini, ma chiedo che tutto questo venga affrontato con lo spirito tipico dei fiorentini, polemico e brontolone, ma alla fine orgoglioso di poter ospitare un grandissimo evento che per importanza viene immediatamente dopo le Olimpiadi e i mondiali di calcio e che avrà straordinarie ricadute sul territorio dal punto di vista economico e della creazione di posti di lavoro”.
Il sindaco Renzi, dopo aver ringraziato “tutte le donne e gli uomini che nei vari uffici comunali hanno lavorato per reggere l’impatto di questo evento” ha ricordato che per avere informazioni i cittadini potranno rivolgersi al tradizionale call center 055055, ma anche al numero della Protezione civile 0557890.
E infine l’appello a servirsi del treno per gli spostamenti: “Non dimenticate che con lo stesso biglietto Ataf si può utilizzare anche il treno – ha concluso il sindaco Renzi –. Firenze dispone di tante piccole stazioni e per il periodo mondiale le linee saranno potenziate. Niente di meglio quindi per andare, ad esempio da Rifredi a Campo Marte, di salire su un treno”.

Le strade sulle quali si snoderà il percorso saranno messe in sicurezza e non saranno percorribili dall’inizio alla fine delle gare. Al termine delle competizioni della giornata, il percorso di gara verrà riaperto al transito delle auto fino all’inizio delle gare del giorno successivo. Nell’intervallo fra due gare successive all’interno della stessa giornata i percorsi non verranno riaperti alla circolazione, mentre si potrà attraversarli, senza immettervisi, in corrispondenza degli incroci con le principali strade (varchi).
Tutti gli orari indicati nel sito si riferiscono all’orario di chiusura delle strade e non all’orario di svolgimento delle gare.
Per motivi di sicurezza non sarà consentito attraversare il tracciato nel corso delle gare; rimane comunque garantita la circolazione tra tutte le principali zone della città con viabilità alternativa segnalata anche in loco. Si raccomanda tuttavia se non indispensabile di limitare l’uso dei mezzi privati. Durante lo svolgimento delle gare in caso di necessità sarà possibile attraversare a piedi il percorso di gara in alcuni punti individuati e sorvegliati, compatibilmente con le fasi di gara e comunque non in gruppo.

In totale i varchi pedonali sono 52: viale dell'Aeronautica all’incrocio con viale del Pegaso; viale Lincoln all’incrocio vialetto del Narciso; viale De Amicis all’incrocio via Milazzo; via Pistoiese all’altezza del numero civico 269; via Pistoiese all’altezza del numero civico 377; via Baracca all’incrocio con via Tagliaferri; via Baracca all’altezza del numero civico; viale dei Mille all’altezza del numero civico 14; via del Campo d'Arrigo all’incrocio con via dei Sette Santi; viale Lincoln all’incrocio con viale del Galoppo; viale degli Olmi all’incrocio con viale Shelley; via del Campo d'Arrigo all’incrocio con via Calvi; via dell'Oriolo all’incrocio con via del Proconsolo; via dei Brunelleschi all’altezza del numero civico 28; via degli Strozzi all’altezza del numero civico 2 (vicino a piazza della Repubblica); via Ghibellina all’altezza del numero civico 32; lungarno Corsini all’incrocio con via del Parioncino; via Verdi all’incrocio con piazza Santa Croce; lungarno delle Grazie all’altezza del numero civico 2; piazza San Giovanni all’inizio di via Calzaioli; lungarno del Tempio all’incrocio con via Orcagna; via Pistoiese all’altezza del numero civico 488; via Pistoiese all’altezza del numero civico 450; viale Rosselli all’incrocio con via Solferino; viale Washington all’incrocio con viale dell'Indiano; viale Lincoln tra Ponte alla Vittoria e ponte del Pignone (tramvia); viale Washington all’altezza di viale Dostoevskij; viale degli Olmi all’incrocio con viale Galoppo; via dei Falcucci all’altezza del numero civico 7; via Pistoiese all’altezza del numero civico 385; via Pistoiese all’incrocio con via Umbria; via Pistoiese all’altezza del numero civico 138; via Pistoiese all’altezza del numero civico 2; viale De Amicis all’altezza del numero civico 101; piazzale Kennedy incrocio con passerella dell’Isolotto; via delle Cascine all’altezza del numero civico 35; lungarno Zecca Vecchia all’incrocio con via delle Casine; viale Rosselli all’altezza del numero civico 14; viale dell'Aeronautica all’altezza del numero civico 6; via Novelli all’incrocio con via Ferrucci; lungarno Zecca Vecchia all’altezza del numero civico 14; viale Paoli all’incrocio con viale Nervi; via delle Cascine all’incrocio con viale del Visarno; via Baracca all’altezza del numero civico 15; via Baracca all’altezza del numero civico 163; via Il Prato all’incrocio con via Palestro; lungarno Vespucci all’altezza del numero civico 34; piazza Alberti (lato Parcheggio); via Baracca all’altezza del numero civico 148 (autoparco ANAS);
via del Campo d'Arrigo all’incrocio con largo Gennarelli; lungarno Vespucci all’incrocio con piazza d'Ognissanti; piazza Alberti (lato via Gioberti).
La zona compresa nel circuito di gara (Stadio–San Domenico–Fiesole –via Faentina – via Salviati–via Bolognese) non sarà accessibile durante lo svolgimento delle gare nei giorni giovedì 26, venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 settembre.
In alcune zone che rimangono non accessibili durante le gare (esempio, strade laterali di via Baracca, via Tartini e strade limitrofe) è un corso un apposito volantinaggio per ricordare gli orari delle chiusure.

La viabilità è sempre garantita alle ambulanze e mezzi di soccorso ai quali in caso di grave emergenza in atto sarà consentito l’attraversamento dei percorsi anche nel corso delle gare, attraverso varchi di emergenza presidiati e mantenuti sgombri da veicoli e pubblico a piedi.
I divieti di sosta sul percorso principale in linea, da via Pistoiese al viale Paoli, iniziano dalla mezzanotte di stasera per consentire la collocazione delle transenne. Dalle 14 di oggi sarà possibile iniziare ad utilizzare i parcheggi sostitutivi approntati dal Comune e i relativi bus navetta: nei cartelli di divieto (complessivamente 1.500) collocati sulle strade sarà riportato anche l’area sosta più vicina.

Itinerari alternativi
Per garantire il funzionamento della viabilità generale, l’Amministrazione Comunale ha predisposto degli itinerari alternativi, segnalati con dei pannelli indicatori caratterizzati dalla dicitura “Deviazione Mondiali di Ciclismo”. Sono stati già installati in città 750 di questi pannelli indicatori. Alcuni pannelli non saranno attivi fin dal primo giorno di gara ma verranno scoperti solo in occasione delle gare del 26-29 settembre che utilizzano il circuito Firenze-Fiesole per indicare la viabilità alternativa da utilizzare in quei giorni.
Il più importante dei percorsi alternativi è quello che utilizza la direttrice stradale viale Mazzini–via Mannelli (in senso invertito)–via De Sanctis (in senso invertito) per garantire ai veicoli che utilizzano i viali di circonvallazione l’uscita città in direzione Firenze Sud e Gavinana. Questo a seguito della chiusura durante le gare del lungarno Pecori Giraldi e del Ponte San Niccolò. Infatti, il percorso di gara in uscita dal centro storico utilizza i lungarni della Zecca Vecchia e Pecori Giraldi per dirigersi verso il cavalcavia dell’Affrico.
Quindi i veicoli provenienti dai viali di circonvallazione, una volta arrivati all’incrocio con lungarno Pecori Giraldi non potranno né attraversarlo in direzione del Ponte San Niccolò, né imboccare lungarno del Tempio in direzione Firenze Sud. Per ripristinare questi collegamenti è stato definito un itinerario alternativo (itinerario 4) valido sia per raggiungere la zona di Firenze Sud e Gavinana provenendo dai viali di circonvallazione che per ritrovare i viali dei Colli: i veicoli provenienti da viale Giovane Italia svolteranno a sinistra sul lungarno Pecori Giraldi, mantenendosi in adiacenza alla Caserma dei Carabinieri e poi ancora a sinistra per reimmettersi sul viale Amendola, percorreranno quest’ultimo fino a via Colletta o fino a viale Mazzini, dove potranno svoltare a destra; da via Colletta, proseguendo su via Scipione Ammirato o da viale Mazzini svoltando a destra su via Mannelli (che sarà invertita) potranno raggiungere la strada sottostante il Cavalcavia dell’Affrico; una volta passati sotto il cavalcavia, utilizzando via Lorenzo Di Credi (che sarà invertita) si potranno immettere su via De Sanctis (che sarà a senso unico verso il lungarno Colombo); all’incrocio De Sanctis-Colombo potranno svoltare a sinistra sul lungarno Colombo, in direzione di Firenze Sud, oppure attraversare l’Arno sul Ponte da Verrazzano per raggiungere il quartiere di Gavinana o ritornare a est verso piazza Ferrucci e il viali dei Colli.
In alternativa (fino al 26 settembre escluso) da piazza della Libertà si potranno utilizzare i viali della “circonvallazione nord” (Volta-Righi-Duse-Verga-Gignoro ) imboccando viale Don Minzoni e il Cavalcavia delle Cure.
Le inversioni stradali necessarie a creare questo fondamentale collegamento saranno effettuate stanotte: pertanto da domani mattina coloro che normalmente utilizzano via De Sanctis o via Aretina in direzione piazza Alberti dovranno utilizzare il lungarno Colombo e via del Campofiore.
Anche in entrata città provenendo da Firenze Sud o Gavinana in direzione dei viali di circonvallazione occorrerà utilizzare i percorsi alternativi, passando per la “circonvallazione nord” e le Cure: lungarno Colombo, via del Campofiore, Cavalcavia Affrico, via Lungo l’Affrico, viale Righi, piazza Edison, viale Volta, Cavalcavia delle Cure, viale Don Minzoni, piazza Libertà.
In alternativa si può utilizzare l’itinerario lungarno De Nicola, sottopasso del Gignoro, via del Gignoro, viale Verga, viale Duse, via Lungo l’Affrico, viale Righi, piazza Edison, viale Volta, Cavalcavia delle Cure, viale Don Minzoni, piazza Libertà.
O anche passare per la “circonvallazione sud”: lungarno Colombo, Ponte da Verrazzano, lungarno Ferrucci, piazza Ferrucci, viali dei Colli, Ponte alla Vittoria.

Informazioni mobilità
Per informazioni precise, dettagliate e sempre aggiornate consultare la pagina web predisposta sul sito del Comune di Firenze (www.comune.fi.it) che si apre proprio sulla pagina dedicata ai Mondiali. Inoltre è a disposizione una mappa interattiva per programmare gli spostamenti in ogni giorno e orario di gara come una sorta di navigatore http://maps.comune.fi.it/mondialiciclismo/
Per le info di mobilità c'è anche l’app sviluppata da Linea Comune per tablet e smartphone GEOmobi dedicata appunto alla mobilità del territorio fiorentino. Il servizio, attivo per i comuni di Firenze, Sesto Fiorentino, Scandicci e Bagno a Ripoli, permette di reperire notizie aggiornate sulla mobilità e in occasione dei Mondiali di ciclismo, attraverso GEOmobi sarà possibile sapere, in tempo reale e giorno per giorno, sia i tracciati di gara sia gli eventuali percorsi alternativi suggeriti dall’Amministrazione comunale per chi si sposta con il mezzo privato.
L’applicazione è scaricabile gratuitamente da iTunes e Googleplay. Le informazioni sono accessibili anche da Pc all’indirizzo http://geomobi.055055.it
Il sito ufficiale dei Mondiali di ciclismo è www.toscana2013.it

Per informazioni sul trasporto pubblico, per il quale nelle giornate di svolgimento dei Mondiali sono state programmate deviazioni e modifiche di orario, sono disponibili sul sito di Ataf www.ataf.net, sul sito mobile dell’azienda m.ataf.net, sull’app Ataf (per i sistemi Android) ATAF 2.0 oltre sulle paline delle fermate interessate, presso l’Infopoint della stazione di Santa Maria Novella e presso Bus Informazioni in viale Fanti. Attivo anche il numero del Call Center Ataf 800-424500. I percorsi grafici delle linee per ogni singolo giorno e fascia oraria sono consultabili in formato interattivo sulla mappa interattiva del Comune o in formato statico sul sito www.ataf.net.
Infine la tramvia. La linea 1 dal 21 al 29 settembre non effettuerà il servizio durante lo svolgimento delle gare nella tratta Batoni-Leopolda: i cittadini che usano il tram si fermeranno a Batoni da dove è stato predisposto un servizio navetta fino a Leopolda, da dove potranno salire nuovamente sul convoglio fino alla stazione Santa Maria Novella. Per informazioni relative alle fasce orarie consultare il sito www.gestramvia.it

In occasione dei Mondiali di ciclismo, le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, di Firenze e di Fiesole saranno chiuse due giorni, il 27 e 28 settembre, giornate clou della manifestazione.
Saranno invece aperte da lunedì 23 settembre a giovedì 26 settembre con queste modalità:
Lunedì 23, martedì 24 e mercoledì 25 settembre: le scuole dell'infanzia comunali e i nidi applicheranno il prolungamento dell’orario fino alle 17.30. Per i nidi ci sarà la possibilità di uscita alle 12.30 per i bimbi con orario a tempo ridotto.
Analoga indicazione è stata data alle scuole statali che hanno però autonomia decisionale in materia di orari, e hanno fatto scelte diversificate.
Pertanto ogni istituzione scolastica statale curerà direttamente l'informazione sugli orari ai propri utenti. In linea di massima non ci saranno modifiche nell'orario in tutte le scuole non interessate dai percorsi di gara, come quelle dei Quartieri 3 e 4, mentre alcune delle scuole poste in prossimità dei percorsi hanno optato per il solo orario antimeridiano.
Giovedì 26 settembre: apertura dei nidi e delle scuole comunali secondo l’orario ordinario, mentre per le altre scuole, scelte differenziate.
Venerdì 27 e sabato 28 settembre: un’ordinanza del prefetto ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, che si trovano nei Comuni di Firenze e Fiesole.
Nella mattinata di giovedì 26, come in quella di sabato 21, è previsto solo lo svolgimento di allenamenti che non dovrebbero avere conseguenze apprezzabili sul normale orario scolastico.
Il Comune assicurerà la regolare fornitura dei servizi di supporto scolastico (mensa, trasporti, pre e post scuola) in tutti i casi, e sono la grande maggioranza, in cui ciò sarà possibile. Anche le limitazioni di questi servizi, rese indispensabili da problemi logistici, sono state comunicate ai dirigenti scolastici e saranno comunicate agli utenti dalle singole scuole.
Il Comune ha predisposto il modello di una bandierina in carta che invierà on line a tutte le scuole in modo che si possano stampare e dare ai bambini da montare su un bastoncino o una cannuccia. Il file della bandierina sarà disponibile anche on line su www.portalegiovani
Gli insegnanti che dovranno entrare a scuola per il pomeriggio, avranno una sorta di salvacondotto con indicazione della scuola e dell'orario, in modo da poter avere la precedenza in caso di code eccessive ai varchi di attraversamento

Il Piano straordinario messo a punto dall’assessorato Sviluppo e economico e Turismo per i mercati e le attività economiche è stato definito dopo una lunga serie di incontri con le associazioni di categoria, cercando di dare risposta nella maniera più puntuale alle esigenze degli operatori.
Per quanto riguarda i mercati, ecco gli spostamenti previsti nella settimana delle gare:
Giornaliero in piazza delle Cure – I banchi (escluso gli alimentari che mantengono la collocazione ordinaria) saranno risistemati in via Latini, via Goito e via Passavanti.
Giornaliero in viale Fanti - Nove banchi saranno ricollocati in piazza Fardella, gli altri insieme a quelli del non alimentari del mercato delle Cure.
Giornaliero a San Salvi – Trasferito all’interno dell’area ex ospedale di San Salvi.
Via Salvi Cristiani – Nessuno spostamento; il giorno 24 uscita solo viale Verga-Duse verso il Gignoro
Piazza Puccini – Nessun provvedimento.
Trisettimanale Piagge via Emilia – Il 27 e 28 settembre in piazza Primo Maggio
Trisettimanale Piagge via Lombardia – Il 27 e 28 settembre in piazza Primo Maggio
Settimanale delle Cascine – Martedì 24 settembre sarà sospeso e la giornata sarà recuperata domenica 6 ottobre. Anche gli altri mercati settimanali saranno rinviati e recuperati in date da definire.
Per quanto riguarda i banchi situati nel centro storico (piazza Duomo, piazza della Repubblica, piazza San Giovanni, piazza Santa Croce etc) l’ipotesi è di collocarli provvisoriamente in piazza Indipendenza; mentre per alcuni posteggi isolati fuori dalla cerchia dei viali, sono previsti solo dei piccoli spostamenti nell’area solitamente occupata.
Novità anche per il mercato di San Lorenzo, che per i Mondiali osserverà orari straordinari: nei giorni 23, 24, 25, 26 e 27 settembre sarà aperto dalle 7 alle 20; il 28 settembre dalle 7 alle 24.
Per quanto riguarda il carico e scarico merci nel centro storico, dal 21 al 29 settembre gli orari saranno: all’interno della Ztl dalle 19.30 alle 8; nelle aree pedonali dalle 6 alle 8 e dalle 19.30 alle 21.30.
Nella settimana di gare sarà anche indispensabile sospendere le autorizzazioni per alcuni dehors dei pubblici esercizi: in Lungarno Vespucci, via dei Benci, via Brunelleschi, via Verdi e volta di San Piero.
Mentre per quanto riguarda gli esercizi commerciali che hanno sede lungo i percorsi della manifestazione, gli accessi saranno garantiti ad eccezione degli orari di gara.
Per quanto riguarda i servizi per gli alberghi del centro, è stato siglato un accordo per la custodia giornaliera dei bagagli a prezzo convenzionato di 6 euro: i clienti potranno lasciare le loro valige al deposito della Stazione di S.M.Novella, potenziato per l’occasione. Ci sarà anche la possibilità di lasciare in deposito le biciclette.
Da ricordare anche l’apertura il 20 settembre di “FLR Istituto De’ Bardi”, il nuovo crafts center per la promozione e l'orientamento per l’artigianato artistico: in via Michelazzi, a due passi da Piazza Santo Spirito, si potrànno acquistare prodotti degli artigiani fiorentini, partecipare ai laboratori sui mestieri d'arte, ricevere informazioni per le aziende. In occasione dei Mondiali, dal 21 al 29 settembre saranno organizzate visite guidate in bicicletta alle botteghe storiche dell’Oltrarno (orario 10.30-12.30, prenotazione obbligatoria a info@vivaioimprese.it).
Infine, da ricordare l’attivazione da sabato del nuovo infopoint straordinario in San Firenze: nella grande sala della Musica appositamente allestita, funzioneranno due desk informativi a cui rivolgersi per sapere tutto sui Mondiali di ciclismo, sulla mobilità a Firenze, sui servizi, sull’uso della bicicletta e sulla sicurezza stradale, in un suggestivo allestimento dedicato al mondo delle due ruote e della mobilità sostenibile.

In occasione dei Mondiali di Ciclismo che si terranno a Firenze dal 21 settembre (giorno di prove e allenamenti) al 29 settembre, l’AOU Meyer è così organizzato.

Organizzazione delle attività sanitarie:

Attività di Pronto Soccorso
Tutta la struttura è organizzata per garantire la risposta agli accessi che si presenteranno ed è pre-allertata ad innescare, così come tutto l’ospedale nel suo complesso, le azioni previste dal piano aziendale per un eventuale massiccio afflusso di pazienti.

Attività ambulatoriale
Tutte le prestazioni prenotate per la settimana dal 23 al 28 Settembre saranno regolarmente garantite.

Nelle settimane precedenti, a partire dal 2.9.2013, gli utenti saranno contattati per un pro memoria in merito ai problemi di viabilità che potrebbero loro presentarsi nel raggiungere il Meyer.

Le eventuali disdette da parte degli utenti per prestazioni prenotate non daranno luogo a rimpiazzo sul posto lasciato libero al fine di non coinvolgere utenti che non siano preparati per tempo ad affrontare i citati problemi di viabilità, né saranno assoggettati al pagamento della penale prevista coloro che non si presentassero all’appuntamento..

Attività di ricovero
Verranno regolarmente garantite tutte le attività in urgenza o non differibili in relazione alle situazioni cliniche presentate. Anche l'attività programmata verrà regolarmente svolta e potrà essere tempestivamente sospesa, qualora eventi imprevedibili determinassero un massiccio afflusso di pazienti che richiedessero disponibilità di posti letto

Attività Cure Domiciliari
Saranno organizzati i turni e la sequenza dei pazienti da visitare in base alle criticità della viabilità relativa alla loro residenza.

Pazienti Dializzati
Ai pazienti che saranno in carico verranno confermati i turni di dialisi ai quali già attualmente accedono e verranno date informazioni sui percorsi migliori di accesso al Meyer negli orari dei loro spostamenti.

Lo svolgimento dei campionati del mondo di ciclismo su strada impatterà in maniera significativa sull’organizzazione dei servizi sociali fiorentini, sia sotto il profilo dell’accessibilità delle sedi comunali, sia sotto quello della regolare erogazione delle prestazioni.
La Direzione Servizi sociali, alla luce del programma delle gare (percorsi e orari di svolgimento) e delle indicazioni di viabilità fornite dalla Direzione Mobilità, ha lavorato per minimizzare i disagi sia per gli operatori, che per le persone assistite.
Accessibilità degli uffici comunali: i centri sociali che saranno maggiormente interessati dall’evento sono quelli di via dell’Osteria (SIAST 5) e di via D’Annunzio (SIAST 2 - 3). Si tratta di centri che si trovano all’interno di presidi dell’ASL e che quindi sono anche “condizionati” dalle scelte operative effettuate dall’Azienda. Tali aspetti determinano: per il centro sociale di via dell’Osteria è prevista la chiusura anticipata alle 12 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì. Negli stessi giorni gli operatori dovranno lasciare la struttura entro le ore 12.30 in modo da anticipare la chiusura di via Pistoiese prevista per le 13.30 il lunedì e per le 13 il mercoledì e il venerdì (le ore di lavoro non effettuate per la chiusura anticipata del Centro potranno essere recuperate entro un congruo termine sulla base di una programmazione che dovrà essere concordata con la responsabile del SIAST); per il centro sociale di via D’Annunzio prevista la chiusura nei giorni di martedì e venerdì. Gli operatori potranno comunque accedere alla struttura e svolgere lavoro di ufficio: dalle 7.30 sarà infatti presente nella portineria della struttura un nostro operatore (il personale Asl infatti non sarà in servizio in quei giorni) che regolerà gli accessi, permettendo l’ingresso e l’uscita dei dipendenti.
Assistenza domiciliare e servizio educativo domiciliare: per questi servizi si è operato in modo tale da garantire l’effettuazione delle prestazioni a “maggior carico assistenziale”, in quanto rivolte ad anziani non autosufficienti e disabili gravi (alzate dal letto, bagni assistiti, ecc.), riducendo invece quelle più “leggere”, quali la pulizia dell’abitazione, la spesa a domicilio (se ne effettuerà una più consistente prima dell’inizio della competizione) o gli accompagnamenti (che sono stati riprogrammati con anticipi e posticipi dell’effettuazione del servizio). Un ulteriore criterio di priorità scelto è stato quello della presenza di una rete familiare di riferimento che per quei giorni posso surrogare l’intervento degli operatori comunali. Nelle situazioni ad “elevato carico assistenziale” per le quali non sarà possibile offrire il servizio, né fare affidamento alla rete familiare possono essere attivate soluzioni alternative consistenti in un ricovero temporaneo presso una struttura residenziale.
Pasti a domicilio: durante la settimana delle gare il servizio modificherà il proprio modello organizzativo, provvedendo alla fornitura dei pasti dopo la conclusione della giornata di gare (nella maggior parte dei casi a partire dalle 17), consegnando pertanto la cena e il pranzo del giorno successivo abbattuti termicamente. Per quelle situazioni in cui non vi è la possibilità di conservare e scaldare il pasto consegnato (in quanto l’abitazione è priva di frigorifero e/o di forno o l’utente presenta gravi difficoltà di gestire autonomamente gli alimenti) si sta verificando la possibilità di rivolgersi a punti cottura di prossimità (in sostanza quelli impiegati per il servizio di mensa sociale) in grado di garantire la fornitura dei pasti secondo le modalità ordinarie. Si tratta comunque di situazioni che interessano solo circa 20 utenti, a fronte dei circa 200 in carico.
Centri diurni (per anziani, disabili e minori): si tratta del servizio che presenta le maggiori criticità per la sua effettuazione, a causa delle difficoltà che gli utenti incontreranno nel recarsi presso i centri (sia autonomamente, che fruendo dei servizi di trasporto dei centri stessi o organizzati dalla associazioni convenzionate con il Comune). In particolare le difficoltà sono più rilevanti per i centri che ospitano persone con disabilità, in quanto potrebbe essere estremamente rischiosa una loro prolungata permanenza all’interno dei mezzi di trasporto. Anche per tali centri comunque si è cercato di garantire il servizio per tutta la settimana di svolgimento delle gare, chiedendo alle associazioni di volontariato che effettuano il trasporto la disponibilità ad anticipare gli orari di effettuazione degli accompagnamenti (in pratica i mezzi si muoveranno a partire dalle 7) e ai gestori la disponibilità a posticipare gli orari di chiusura (uscita alle 17.30-18.30, anziché alle 16). Ciononostante non sempre sarà possibile garantire il servizio, in particolare nella giornata di venerdì (unanimemente considerata quella più critica, soprattutto per coloro che abitano all’interno del circuito Firenze-Fiesole che sarà chiuso alle 7.30). In tali casi si è provveduto a informare le famiglie in modo che possano organizzarsi in proprio o, in caso di necessità, richiedere al servizio sociale una soluzione alternativa, perlopiù consistente in un ricovero temporaneo presso una struttura residenziale (tali situazioni comunque riguardano poche persone gravi che frequentano i centri sanitari di riabilitazione e che già in altre occasioni hanno sperimentato tale soluzione emergenziale). Minori difficoltà presenta invece l’organizzazione del servizio di trasporto verso i centri per anziani proprio per la tipologia di utenza (che presenta minori problemi nel permanere più tempo sui mezzi di trasporto).
Più in generale nella settimana di svolgimento della competizione il servizio sociale si è organizzato in modo tale da programmare le attività che richiedono agli operatori uno spostamento (visite domiciliari, incontri con altri operatori o con altre istituzioni) nelle settimane precedenti e successive a quella di svolgimento delle gare.
Agli operatori del settore (sia quelli comunali, che quelli di imprese sociali, cooperative, associazioni) verrà fornito un numero telefonico interno alla Direzione Servizi sociali, chiamando il quale sarà possibile ottenere informazioni di dettaglio e un momento di confronto circa possibili soluzioni a specifiche problematiche inerenti il servizio sociale

Redazione Nove da Firenze