Festival Valdorcia: A Pienza rivive il Signor G con Andrea Scanzi

Venerdì 2 agosto lo spettacolo “Gaber se fosse Gaber”, un percorso per immagini originali e inedite nel mondo dell’artista milanese che con il suo estro ha segnato la storia del teatro e del cantautorato italiano


FESTIVAL — Il canto, la recitazione e la mimica di Giorgio Gaber rivivono nel decennale della sua morte con il Festival della Valdorcia. Venerdì 2 agosto a Pienza il giornalista e critico musicale Andrea Scanzi si esibirà in “Gaber se fosse Gaber” (Piazza Pio II ore 21,30 – ingresso gratuito) nell’ambito della XVIII edizione della rassegna in programma fino al 15 agosto nei cinque Comuni del Parco Artistico, Naturale e Culturale della Val d’Orcia Patrimonio dell’Umanità Unesco

Lo spettacolo – “Gaber se fosse Gaber” è un incontro-spettacolo, ideato da Scanzi, composto da un percorso per immagini assolutamente originali e inedite, un viaggio nel mondo di Gaber che consente di scoprire i momenti salienti di quel Teatro Canzone che ha consacrato la sua fama ber per oltre quarant’anni. Quando Gaber scomparve, il 1 gennaio 2003, unanime fu il sentimento della mancanza di un riferimento artistico e culturale. I suoi spettacoli costringevano a riflettere. Da qui nasce l’omaggio che il Festival della Valdorcia vuole fare al Signor G, un tributo speciale a chi ha segnato con il suo estro e con la sua arte inimitabile la storia del cantautorato e del teatro italiani.

Il programma – Il Festival prosegue il 4 agosto a San Quirico d’Orcia (Horti Leonini – ore 21.30) con i suoni travolgenti cubani del Grupo Compay Segundo da Buena Vista Social Club che accompagneranno il pubblico in una full immersion tra i ritmi caraibici. Si prosegue poi con l’omaggio dei Djaguaros (Giorgio Tirabassi, Luciano Scarpa e Paolo Sassanelli) al celebre chitarrista jazz Django Reinhardt con lo spettacolo “Fiori di carta” che andrà in scena a Radicofani il 5 agosto (piazza San Pietro – ore 21.30). L’8 agosto a Castiglione d’Orcia (piazza Vecchietta – ore 21.30) sarà poi la volta dell’attrice Paola Quattrini che si esibirà in un recital monologo dal titolo “L’attesa” accompagnato dalle note del contrabbasso di Massimo Moriconi. Esclusiva nazionale il 9 agosto a Bagno Vignoni (Loggiato Santa Caterina – ore 22) quando i fumi della vasca termale faranno da sfondo al “Concerto sull’acqua” ideato ad hoc per la location dal pianista e compositore jazz John Taylor insieme al clarinettista Mirco Mariottini. Spazio infine alla canzone d’autore italiana con due icone del genere musicale. Domenica 11 agosto a San Quirico d’Orcia (piazza Chigi – ore 21.30) il concerto di Eugenio Finardi in “Musica e parole” e gran finale invece a Montalcino il 13 agosto (Fortezza – ore 21) quando salirà sul palco Angelo Branduardi in “Camminando, camminando” con cui il celebre menestrello ripercorrerà i più grandi successi di una carriera decennale.

Letture al tramonto – Da quest’anno il Festival Valdorcia dedica anche uno spazio speciale ai reading tra musica e teatro che si terranno al calare del sole. Il 6 agosto a Contignano (piazza della Torre – ore 19) con Leonardo Romanelli in “Vino, donna e passione”. Il 15 agosto a Monticchiello (piazza Nuova – ore 19) con Lorenzo degli Innocenti e Andrea Beninati al violoncello in “Nella casa di Asterione”.

Info - Il Festival Valdorcia, con la direzione artistica a cura della Ad Arte Spettacoli, è inserito nel circuito “La Toscana dei Festival”. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito, eccetto i concerti di Grupo Compay Segundo da Buena Vista Social Club e di Angelo Branduardi i cui biglietti sono già disponibili in prevendita nel circuito regionale Box Office www.boxol.it e su www.ticketone.it. oltre che nelle rivenditorie autorizzate a Siena (Coop, strada del paradiso 1 e Corsini Dischi, piazza Matteotti

Redazione Nove da Firenze