Renzi e Bersani si contendono l'elettorato fiorentino

Domani il segretario del partito a Firenze. 14 i Comitati di Scandicci a sostegno del Sindaco rottamatore


PRIMARIE PD — Sarà all’insegna del mondo del lavoro la visita di lunedì prossimo in Toscana del segretario nazionale PD Pierluigi Bersani nell’ambito della campagna per le primarie del centrosinistra. Bersani sarà a Firenze alle 12 allo stabilimento Selex Elsag, di cui si è anche interessato direttamente con il ministro Cancellieri, dove pranzerà con i lavoratori, insieme al segretario regionale Andrea Manciulli e quello metropolitano Patrizio Mecacci. Alle 13.30 si sposterà al Nuovo Pignone, anche qui per un incontro con i dipendenti, quindi alle 15.00 sarà a Prato e alle 17.45 ad Arezzo.

14 comitati e circa 400 persone iscritte, sono tanti gli scandiccesi che si stanno mobilitando per sostenere Matteo Renzi alle prossime primarie del centrosinistra, con un forte spirito di partecipazione e di impegno comune. Impegno che sta crescendo giorno dopo giorno visto che sono tanti i cittadini che stanno creando forme di associazione spontanee per appoggiare il sindaco di Firenze. E proprio su questo vogliono puntare i comitati "Adesso", sulla partecipazione di coloro che hanno voglia di tornare a credere nella politica e provare ad essere i primi attori del cambiamento in Italia. Proprio come recitano le tre parole chiave che sintetizzano il programma di Matteo Renzi: “Futuro”, “Europa” e “Merito”, i tre pilastri sui quali lavoreranno anche i comitati scandiccesi, per sostenere e far conoscere i contenuti programmatici del primo cittadino di Firenze. "La grande adesione dei cittadini è già un ottimo punto di partenza - ha detto il sindaco di Scandicci Simone Gheri - adesso abbiamo davanti a noi un mese in cui lavorare con l'obiettivo di costruire un centrosinistra più forte e ampio". 
 "Siamo molto soddisfatti per il fermento "umano" che stanno generando queste primarie - ha spiegato la responsabile nazionale del tour di Renzi Simona Bonafè - sopratutto se pensiamo alla grande disaffezione e alla sfiducia nella politica cresciuta negli ultimi anni. Matteo Renzi è riuscito a riportare la politica vicino alle persone e la forte partecipazione di tutti gli italiani in questi giorni ne è testimonianza, manifestata con entusiasmo e coraggio, proprio come accade oggi a Scandicci".

Redazione Nove da Firenze