Matteo Renzi riempe il Mandela Forum: video e foto della serata

Nonostante la pioggia raggiunto l'obiettivo 5.000 persone all'evento fiorentino del Sindaco: platea gremita e clima rilassato


PRIMARIE CENTROSINISTRA — E' iniziata con un'ora di ritardo la serata fiorentina di Matteo Renzi al Mandela Forum. Ma la promessa è stata mantenuta: il Palazzetto dello sport nonostante il brutto tempo che in queste ora sta investendo la città si è riempito. Renzi ha scelto la tappa di casa come il giro di boa della sua campagna elettorale; da qui parte la seconda fase con tanto di cambio di slogan: da Adesso Matteo Renzi! a "Cambiamo l'Italia adesso!" .

La pioggia e il traffico non hanno fermato la serata al Mandela Forum. Chi parla di 3.000, chi di 5.000 persone, comunque un evento riuscito per un politico che sinora ha dissipato ogni dubbio sulla sua capacità di coinvolgere il pubblico nella sua campagna. A partire dal palco rosso e blu, una serata da convention americana per il primo cittadino che aspira a guidare il centrosinistra verso le primarie. All'ingresso sono in vendita tazze e magliette con le scritte "Resta calmo e rottama", luci illuminano la platea e sul pubblico degli spalti ogni volta che applaude. Renzi riparte dal Mandela per la seconda fase delle sue primarie e parla di «Firenze, capitale politica». Ha chiesto «scusa» alla moglie Agnese, alla sua famiglia e anche a Firenze per i tanti impegni che lo hanno portato in giro per l'Italia, ma «non dobbiamo chiedere scusa».



Parte all'attacco sin dall'inizio, Matteo Renzi, che ironizza sulle scelte regolamentari delle Primarie del Centrosinistra: "Fareste mai rinnovare la PA, o scrivere una legge a chi ha scritto le regole delle primarie?". Al centro della serata stavolta ci sono alcuni temi guida, che probabilmente saranno sviluppati nelle prossime settimane di campagna elettorale. Tra questi il servizio civile obbligatorio per i giovani che devono trovare motivazioni e spirito di servizio per l'Italia; un piano per gli asili nido in tutto il paese e per restituire valore sociale al lavoro degli insegnanti di ogni ordine e grado; valorizzare il patrimonio culturale come risorsa economica; riportare il merito al centro dell'attenzione collettiva come grande risorsa per il rilancio nazionale e per il sostegno alle politiche sociali. Ma prima di tutto l'invito a non aver paura del cambiamento.

Di seguito l'evento in video streaming


Live streaming by Ustream

Nel pomeriggio il sindaco nella sua e-news aveva scritto: "Oggi siamo a Firenze. Nelson Mandela Forum. Tappa ovviamente particolare per me. Sono felice di essere a casa. Ci saranno tanti amici e per le famiglie abbiamo predisposto anche i gonfiabili per i bambini: perché per noi la politica deve essere fatta con le persone normali, non solo con gli addetti ai lavori. Su questo punto c'è una profonda divergenza: per me ogni occasione di allargare la partecipazione, di coinvolgere, di aprirsi è un fatto positivo. Per cui stasera potrete venire anche senza preregistrazione, senza codice fiscale, senza esami del sangue. Ma portate il vostro entusiasmo, ne abbiamo bisogno".

La risposta dell'altra faccia del PD arriva per bocca di dieci consiglieri comunali del gruppo PD di Palazzo Vecchio che proprio oggi dichiararano di sostenere la candidatura di Pier Luigi Bersani alle primarie del centrosinistra e stanno organizzando per l'8 novembre all'Obi Hall una iniziativa sul tema delle autonomie locali con amministratori del territorio fiorentino e non solo.

di N. Nov.

Redazione Nove da Firenze