Le biblioteche toscane aprono i libri ai cittadini, da domani 600 eventi

E’ dal 2007 che la Regione Toscana promuove, ad ottobre, una campagna sulle biblioteche toscane. Anche quest’anno, a partire da domani e per tutto il mese, sono previsti circa seicento eventi con 150 soggetti aderenti


LIBRI —
E’ dal 2007 che la Regione Toscana promuove, ad ottobre, una campagna sulle biblioteche toscane. Anche quest’anno, a partire da domani e per tutto il mese, sono previsti circa seicento eventi con 150 soggetti aderenti; se si pensa che al via di cinque anni fa erano poco più di 300 eventi, oggi ne vengono registrati quasi il doppio. All’inizio la manifestazione era nata in collaborazione con la manifestazione nazionale “Ottobre Piovono Libri”, promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i beni e le attività culturali; quest’anno, per la prima volta, da soli, perché l’iniziativa ministeriale è stata anticipata a maggio.

Cambiano anche gli slogan; da “tipi da biblioteca” a “in biblioteca… perché c’è il futuro della tua storia”. Un invito diretto ai cittadini di recarsi nelle biblioteche che, sempre più luoghi di incontro della comunità e dispensatrici di nuovi servizi e di informazioni, accompagnano, in particolare i più giovani, nel tragitto verso un futuro ricco di potenzialità, ma anche mutevole, complesso, dove chi è privo di informazioni, di competenze e degli strumenti per acquisirle rischia di essere tagliato fuori.

“La Regione Toscana mantiene immutato il proprio sostegno a tutte le biblioteche del nostro territorio, un patrimonio straordinario – afferma l’assessore regionale alla cultura Cristina Scaletti -, nonostante il difficile periodo finanziario. Per questo invito ai cittadini toscani a conoscerle meglio, a scoprirne le tante opportunità e a gustarvi i piaceri dei tanti ‘cibi per la mente’ che potranno trovarvi”.

Qualche spigolatura tra le tante iniziative:

- autori che intervengono: Anna Scarfatti, Antonella Landi, Luigi Lombardi Vallauri, Stefano Benni, Walter Fochesato, Paolo Ciampi, Fabio Geda, Marco Malvaldi, Dominique Fernandez, Michele Ciliberto.
- le molte iniziative sull’Unità dell’Italia – ben 115 – declinano il tema nei modi più diversi, talvolta anche curioso (e con un successo particolare per Garibaldi): a Firenze arriva la Mostra “1861-2011 L’ Italia dei libri”, presentata al Salone internazionale del libro di Torino 2011; alla Biblioteca Nazionale Centrale la sezione dedicata ai 15 grandi libri, con particolare attenzione a Carlo Collodi e Pellegrino Artusi.
- le new entry, biblioteche che aderiscono per la prima volta e si aprono alla scoperta del pubblico: le biblioteche della Soprintendenza archeologica per la Toscana e dell’Istituto di studi etruschi e italici; la biblioteca dell’Associazione Italia Russia a Firenze, la Biblioteca del Centro cult. Il Funaro-Pistoia, che espone l’archivio di Andres Neumann;
- tra le iniziative sulle nuove tecnologie: a Pontassieve, incontro con l’Accademia della Crusca “Cmq nn T kapisko”-Nuove generazioni, nuove tecnologie e italiano contemporaneo; Firenze, Biblioteca di architettura, presentazione della web television Lars TV; Dicomano, incontro con la comunità degli scrittori on line Mangiastorie;
- la notte bianca della Biblioteca di Empoli, le pedalate letterarie della biblioteca del Palagio di Parte Guelfa a Firenze, il Libero Caffè Alzheimer alla Biblioteca Nova a Firenze;
- e per la prima volta una incursione in Liguria: numerose iniziative nelle biblioteche della provincia di La Spezia (La Spezia, Deiva Marina, Lerici, Levanto e altre ancora) nate dalla collaborazione con le biblioteche della Rete documentaria di Massa e Carrara.

Il programma completo su www.regione.toscana.it/inbiblioteca

Redazione Nove da Firenze