Maremma sempre più Green e rinnovabile

Tutti i numeri delle fonti rinnovabili in provincia di Grosseto presentati a Festambiente, manifestazione nazionale Legambiente in corso a Rispescia in provincia di Grosseto


AMBIENTE — Grosseto - Tutti i 28 Comuni della Provincia di Grosseto presentano sul proprio territorio impianti solari fotovoltaici e termici. Sono 43,1 i MW complessivi installati sull’intera provincia, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico elettrico di oltre 25 mila famiglie Maremma sempre più green, viaggia con numeri da record con il vento in poppa e sole in faccia. I numeri, i dati, le esperienze sono state presentate a Festambiente, la manifestazione nazionale di Legambiente in corso di svolgimento a Rispescia in provincia di Grosseto.

Il geotermico, rappresenta senza dubbio la fonte più diffusa con 180 MW installati. Il fotovoltaico, con oltre 43 MWp installati, è ormai diffuso in modo capillare e distribuito in quasi tutti i comuni della provincia di Grosseto. Anche il mini-idroelettrico ha la sua diffusione con oltre 2 MW installati, mentre l'eolico con il parco di Scansano ha una produzione di 20 MW, ai quali si aggiungono circa 100 kW di minieolico realizzato soprattutto presso agriturismi e aziende agricole. Gli impianti a biomasse, e per la precisione a biogas, sono diffusi in modo distribuito sul territorio provinciale e sono per lo più impianti a filiera corta che utilizzano colture dedicate, sottoprodotti agricoli e deiezioni animali. La potenza elettrica complessiva degli impianti installati ammonta a circa 4,5 MW.

Gli impianti di solare termico sono diffusi in tutti i comuni della provincia di Grosseto e in particolare nel capoluogo, a Castiglione della Pescaia e a Roccalbegna, per un totale di oltre 2.000 m2 di pannelli, utilizzati sia per l'acqua calda sanitaria che per l'integrazione al riscaldamento.” In particolar modo – commenta Legambiente - tutti i 28 Comuni della Provincia di Grosseto presentano sul proprio territorio impianti solari fotovoltaici e termici. Sono 43,1 i MW complessivi installati sull’intera provincia, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico elettrico di oltre 25 mila famiglie e risparmiare in atmosfera l’immissione di oltre 38 mila tonnellate di CO2 ogni anno. Tra i 28 Comuni grossetani è Civitella Paganico, con 3.249 abitanti ad avere la maggiore potenza installata in relazione al numero dei abitanti, con 972,3 kW/1.000 ab. Seguono altri due “Piccoli Comuni” Cinigliano e Montieri rispettivamente con 939,1 e 840,5 kW/1.000 abitanti.

Per numerose aziende artigiane maremmane, l’impegno sul fronte delle energie rinnovabili dell'efficienza energetica ha significato in questi due ultimi anni sopravvivere alle difficoltà del mercato, innovando la propria impresa e, in molti casi, incrementando il numero di occupati, invertendo la rotta e trasformando un momento di forte crisi in un utilizzo di nuove opportunità: solo nel comparto del fotovoltaico e del solare termico sono circa 300 le aziende installatrici che operano nel settore, per un totale di oltre 1.000 occupati“La provincia di Grosseto- ha commentato Angelo Gentili, coordinatore nazionale Festambiente e segreteria nazionale Legambiente- rappresenta senza alcun dubbio un laboratorio concreto di crescita per quanto riguarda la presenza e la distribuzione delle energie rinnovabili In questo laboratorio La Maremma rappresenta l’eccellenza dove la distribuzione di impianti delle diverse fonti rinnovabili dal fotovoltaico alle biomasse ,dall'eolico al geotermico è ampia e rappresenta l'embrione di un vero e proprio modello di generazione distribuita e integrata in modo significativo con il territorio.”

Redazione Nove da Firenze