Nicola Piovani ed Erica Mou in Val D'Orcia

Dal 1 al 15 agosto sedicesima edizione del Festival a Pienza, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia e Radicofani nei luoghi patrimonio dell’umanità


MUSICA — Firenze - Dal pianoforte di Nicola Piovani alla chitarra di Erica Mou per passare poi ai violini, violoncelli, clarinetto, mandola, organetti in un viaggio in note dalla Puglia al Piemonte nell’Italia del folk e della musica popolare. Il Festival della Valdorcia, giunto alla sedicesima edizione per la direzione artistica di Antonio Murciano, celebra l’Italia in musica con un calendario ricco di appuntamenti tutti ad ingresso gratuito dal 1 al 15 agosto nei luoghi più suggestivi del Parco Artistico Naturale e culturale della Val d’Orcia in provincia di Siena (Castiglione d’Orcia, San Quirico d’Orcia, Pienza, Montalcino e Radicofani).

Il ricco tesoro naturale, di bellezze paesaggistiche, tradizioni artistiche e culturali della Val d’Orcia patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco farà da sfondo al maestro premio Oscar, alla cantautrice rivelazione del panorama cantautorale italiano ma anche a tanti gruppi che, da anni, interpretano in note la tradizione popolare delle diverse regioni italiane, dalla pizzica salentina ai suoni occitani del Piemonte passando per le ninne nanne toscane senza dimenticare le radici della musica barocca. Con una nota internazionale affidata al padre del clarinetto e al jazz di New Orleans.

Il programma:

Inaugurazione del Festival Valdorcia dedicata al gemellaggio con il Festival Musicalgiglio quando lunedì 1 agosto a Rocca d’Orcia (ore 21.30 – chiesa di San Simeone) la musica barocca avrà un’interpretazione tutta al femminile con “Lascia la spina, cogli la rosa” per la direzione di Daniela Petracchi e con la partecipazione del soprano Elizabeth Norberg-Schulz.

Mercoledì 3 agosto a Montalcino (ore 21.30 – Piazza del Popolo) viaggio nel mondo popolare toscano fatto di canti, filastrocche e ninne nanne con Giuditta Scorcelletti e Alessandro Bongi in “Coscine di pollo. Trastulli, ninne nanne e filastrocche di Toscana”.

Venerdì 5 agosto il Festival Valdorcia si sposta poi a Bagno Vignoni (ore 22 – Parco dei Mulini) quando sullo sfondo incantato delle acque termali risuonerà il clarinetto di Bill Smith in concerto con il jazz cool quartet.

Sabato 6 agosto alle 22 sarà invece la piazza di Pio II a Pienza a fare da cornice all’energia della pizzica salentina con l’Officina Zoè.

Dal sud al nord in un balzo con la musica occitana piemontese protagonista grazie alla storica band Lou Dalfin che si esibirà giovedì 11 agosto a Radicofani (ore 22 – Piazza San Pietro).

Venerdì 12 agosto a Bagno Vignoni (ore 22 – Parco dei Mulini) salirà invece sul palco la cantautrice rivelazione italiana che ha aperto il concerto dei Coldplay all’Heineken Jammin Festival, a risuonare sarà infatti la voce e la chitarra di Erica Mou. Da una delle cantautrici emergenti ad uno dei nomi che hanno portato il Belpaese in tutto il mondo con melodie e composizioni per cinema dal calibro internazionale.

Sabato 13 agosto a San Quirico d’Orcia (ore 21.30 – Horti Leonini) salirà sul palco Nicola Piovani per uno spettacolo imperdibile dal titolo “Concerto in quintetto” e che riproporrà in chiave riarrangiata le musiche delle pellicole di Fellini, Moretti, Benigni e dei Taviani.

Gran finale del Festival Valdorcia domenica 14 agosto a Bagno Vignoni per una serata tra musica e divertimento celebrando “La notte di Ferragosto”. Il Festival Valdorcia è inserito nel circuito La Toscana dei Festival ed è realizzato con il contributo ed il patrocinio di Regione Toscana e Provincia di Siena.

www.parcodellavaldorcia.com



Redazione Nove da Firenze