Valdarno Jazz Summer Festival

Mercoledì 27 e Giovedì 28 luglio due appuntamenti speciali. Il quartetto del chitarrista John Scofield (Miles Davis, Herbie Hancock etc) e “On the way to Damascus” di Luigi Campoccia


MUSICA — Mercoledě 27 e Giovedě 28 luglio si giunge al cuore della 18a edizione del Valdarno Jazz Summer Festival, la prestigiosa kermesse musicale organizzata dall’Associazione Valdarno Jazz, diretta dal sassofonista Daniele Malvisi e dal contrabbassista Gianmarco Scaglia. In programma Mercoledě in piazza Masaccio a San Giovanni Valdarno, in collaborazione con Eventi Music Pool, il quartetto dell’eclettico chitarrista statunitense John Scofield, accompagnato da Mulgrew Miller al piano, Scott Colley al contrabbasso e Bill Stewart alla batteria (ingresso posto unico numerato 22 € intero, 20 € ridotto. Prevendite su ticketone e su www.eventimusicpool.it).

Scofield (in foto) č senza dubbio uno dei chitarristi piů interessanti della scena jazz internazionale, un artista che suona tanti stili musicali con raro virtuosismo. Ha fatto parte della band di Billy Cobham e Gorge Duke e successivamente, ha incrociato le strade di jazzisti come Herbie Hancock, Chick Corea, Joe Henderson, McCoy Tyner, Jim Hall, Gary Burton, Dave Liebman, Steve Swallow, Miles Davis (con il quale ha inciso tre album e condiviso tre anni e mezzo della sua carriera), Dennis Chambers, Joe Lovano, Pat Metheny fino a Medeski, Martin and Wood. Scofield da sempre si č confrontato senza pregiudizi con codici e musicisti differenti, in una spinta a contaminare stilemi ed esperienze, linguaggi e prospettive. Avventurandosi in territori altrui, ha convertito ogni nuovo incontro in una tessera del proprio mosaico espressivo. In repertorio Mercoledě dal blues al jazz al funky, passando per le pietre miliari di Miles Davis.

Secondo appuntamento da non perdere ad ingresso libero Giovedě 28 luglio a Terranuova Bracciolini, in Piazza Liberazione, l’ensemble di Luigi Campoccia, pianista jazz per moltissimi anni a fianco di Giorgio Gaber, in "On the way to Damascus", progetto rivolto all’inesauribile ricchezza culturale dell'area del mediterraneo. “On The Way To Damascus” o meglio, dall'Isola d'Elba al golfo di Smirne, un dialogo tra due culture musicali, Oriente ed Occidente che si fondono e a tratti si confondono, mantenendo perň sempre ben radicate le proprie radici. Il concerto č un suggestivo percorso ricco di atmosfere adesso soffuse e nascoste nella penombra, adesso calde e avvolgenti come gli stretti vicoli di un'antica cittŕ turca. Valdarno Jazz si chiude poi il 3 agosto sempre a Terranuova con le “Jade Visions” del contrabbassista Furio Di Castri, tributo alla leggenda del contrabbassista Scott LaFaro, una storia vissuta tra jazz, gospel, tanghi e free.

Inizio concerti ore 21.30. Tutti i concerti sono a ingresso libero escluso il 27 Luglio John Scofield Quartet (ingresso unico numerato 22 € intero, 20 ridotto. Prevendite su ticketone e su www.eventimusicpool.it).

Per ulteriori informazioni Associazione Valdarno Jazz - valdarnojazz@gmail.com.

Redazione Nove da Firenze