Aggredito controllore Ataf

Il controllore è stato aggredito da una passeggera sprovvista di biglietto e poi dal marito della donna. La duplice aggressione che è costata al verificatore il ricovero in ospedale con cinque giorni di prognosi e al responsabile l'arresto


FIRENZE — Firenze - Un controllore di Ataf è stato aggredito da una passeggera sprovvista di biglietto e poi, in un secondo momento, dal marito della signora: una duplice aggressione che è costata al verificatore il ricovero in ospedale con cinque giorni di prognosi e al responsabile l'arresto da parte della PolFer.

L'episodio risale a mercoledì mattina quando, verso le 10, il verificatore stava prestando servizio in piazza Puccini con altri due colleghi: una passeggera che si trovava sul bus 30, alla richiesta del verificatore ha esibito prima un titolo di viaggio scaduto e poi un altro non convalidato.

Quando il controllore le ha chiesto i documenti per compilare il verbale, la signora lo ha aggredito, schiaffeggiandolo e facendolo cadere sui gradini del bus con uno spintone. Mentre i colleghi del verificatore chiamavano la Polizia, la signora è scappata.

Dopo poco, la seconda aggressione: arrivato con un bus di servizio alla stazione Santa Maria Novella, il verificatore ha trovato la signora con il marito che lo aspettava e lo ha aggredito ancora, malmenandolo. E' intervenuta la PolFer che ha arrestato l'uomo, mentre il verificatore è stato accompagnato all'ospedale in ambulanza. E' stato dimesso poche ore dopo con cinque i giorni di prognosi.

L'azienda garantirà al verificatore l'assistenza legale necessaria e si riserva di costituirsi parte civile nell'eventuale procedimento a carico dell'aggressore.


Redazione Nove da Firenze