Artigianato e Palazzo: successo per la XVII edizione

Anche Marta Marzotto al Giardino Corsini


FIRENZE — Firenze, 15 maggio 2011 – Anche Marta Marzotto tra gli oltre 5.500 visitatori arrivati a Giardino Corsini per ammirare le dimostrazioni dal vivo e carpire i segreti degli antichi mestieri tramandati dagli ottanta maestri artigiani presenti alla XVII edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO. Nonostante la domenica piovosa, la manifestazione ha registrato un grande successo di pubblico grazie agli ottimi risultati di venerdì e sabato che hanno permesso di mantenere alta l'affluenza.

Il bilancio è stato positivo anche per gli espositori che negli spazi del giardino seicentesco, nelle limonaie e nell'Orto delle Monache, aperto quest'anno per la prima volta, hanno esposto le loro creazioni: scarpe, gioielli, abiti e accessori, tessuti ricamati o dipinti a mano, oggetti di arredamento, profumi e prelibatezze di alta gastronomia. Molte le nuove proposte: i creatori di aquiloni di Bagno a Ripoli che hanno riprodotto modelli utilizzati durante la prima guerra mondiale e hanno coinvolto i bambini nella costruzione di piccoli modelli personalizzati; Diamante Marzotto figlia della nota stilista che ha proposto oggetti d'arte il cui ricavato sarà devoluto all'istruzione dei bambini indiani; i coltelli Titanus design ideati dall'eccentrico Tiziano Paulon; la francese Michèle Coustou con i particolari sculture in bronzo a forma di animali.

Domenica sera è stato consegnato ad Anna Maria Lorimer il PREMIO PERSEO, che in ogni edizione viene assegnato all'artigiano più votato e apprezzato dal pubblico. Nel suo laboratorio fra le colline di Scandicci l'artigiana lavora la ceramica secondo uno stile personale raffinato nel corso della lunga carriera, producendo oggetti di uso comune ma anche vere e proprie opere d'arte.

Gli alunni delle scuole primarie hanno affollato entusiasti i corsi Artigiano per un giorno e Artigiani in Famiglia proposti come lo scorso anno da Oma - Osservatorio dei Mestieri d'arte in collaborazione con il Museo Horne. I turisti stranieri hanno potuto usufruire di guide d'eccezione: un gruppo di studentesse dello Smith College riunite nel progetto ideato dalla Professoressa Costanza Menchi e da Debora Chellini, che rientra nella proposta LET'S WORK ARTISANS, Learning through experience rivolta agli studenti americani in Italia.

Comitato Promotore Internazionale: Bianca Arrivabene, Barbara Berlingeri, Fausto Calderai, Fabrizia Caracciolo, Adalberto Cremonese, Michel de Grèce, Maria de’ Peverelli, Mario d’Urso, Giovanna Folonari, Bona Frescobaldi, Anna Gastel, Mario Augusto Lolli Ghetti, Raffaello Napoleone, Carlo Orsi, Alvar Gonzales Palacios, Giovanni Pratesi, Nicolo Sella, Luigi Settembrini, James Stourton, Simone Todorow, Christian Witt-Dörring.

Redazione Nove da Firenze