Senzatomica

Alle Pagliere una mostra dell'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai per promuovere il disarmo nucleare.


MOSTRE — A pochi giorni dal dramma giapponese che spinge a una riflessione su un addio al nucleare civile una mostra sottolinea l'importanza e la necessità di un mondo libero dalle armi nucleari. E' la mostra "Senzatomica" allestita sino al 16 aprile a Le Pagliere di Firenze (Viale Machiavelli 24).La mostra s'inserisce in una campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari promossa dalla Soka Gakkai Internazionale su impulso del suo presidente, Daisaku Ikeda. E' un'occasione per comunicare e stimolare la riflessione sul tema della sicurezza e sulla connessione tra violenza, armi nucleari e sicurezza. E' anche l'opportunità per riflettere su temi di ampio respiro come la funzione sociale della scienza, la responsabilità nei confronti delle generazioni future, l'impatto ambientale dei test nucleari, le spese per gli armamenti.

"Proprio in questo momento storico - ha dichiarato il Vice Direttore dell'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, Andrea Bottai - c'è un'opportunità unica per fare un cambiamento, qualcosa di mai visto prima. Il documento finale del Trattato di Non Proliferazione del 2010, per la prima volta, fa riferimento alla proposta di Convenzione che proibisca gli armamenti nucleari e anche il segretario generale delle Nazioni Unite Ban-ki Moon si è espresso in tal senso. Da un recente sondaggio di Archivio Disarmo emerge che il 96% delle persone ritiene che le armi nucleari dovrebbero essere proibite. Occorre perciò cogliere questa opportunità. Senzatomica è una campagna che vuole dare espressione al desiderio delle persone per un mondo libero da armi nucleari". Nella sua funzione educativa la mostra rappresenta un'occasione per integrare il percorso del curriculum scolastico con informazioni e dati sui temi della sicurezza, della pace e del disarmo. L'ingresso è gratuito ed è previsto un servizio di visite guidate per le classi di studenti, prenotabile al numero 055 4269810 dalle 9.30 alle 13.30, dal lunedì al sabato.

La mostra si articola in un percorso principale e da un altro rivolto ai bambini delle scuole elementari. Entrambi si snodano da una zona d'ingresso comune e confluiscono nella quarta sezione o "agorà" del percorso principale. Il percorso espositivo principale è composto da 42 pannelli mentre quello per i bambini è composto da 11 pannelli. La mostra si articola in quattro sezioni:

Garantire la sicurezza umana, il diritto alla vita, di tutti i popoli;
Passare dalla sicurezza basata sulle armi alla sicurezza basata sul soddisfacimento dei bisogni fondamentali degli esseri umani;
Cambiare la visione del mondo: da una cultura della paura a una cultura della fiducia reciproca;
Le azioni che costruiscono la pace.


Come supporti multimediali, nel percorso della mostra sono visibili filmati inediti sulla storia delle armi nucleari e testimonianze dei sopravvissuti dei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki.

La mostra, che è a ingresso libero è aperta i giorni lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e domenica dalle ore 9.00 alle 22.00. Venerdì e Sabato dalle ore 9.00 alle 23.00.

Alessandro Lazzeri

Redazione Nove da Firenze