La memoria del cinema: mercoledì Carlo Lizzani al Teatro Cestello

Il prezzo del biglietto per l’intera giornata è 7 euro. Prenotazione obbligatoria. Info e prenotazioni 055-294609 info@teatrodicestello.it


Sarà il maestro Carlo Lizzani il protagonista del terzo appuntamento con “La memoria del cinema”, la rassegna organizzata al Teatro Cestello dal “Cenacolo dei Giovani” e dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, con il sostegno del Comune di Firenze (Quartiere 1) e della Mediateca Regionale Toscana. La giornata inizia alle ore 16.00, con un primo incontro con il regista, a cui seguirà la presentazione del film-documentario Giuseppe De Santis (2009, col., 60', mai proiettato a Firenze): storico e critico del cinema, oltre che eclettico regista, Lizzani, in questo film presentato all'ultima Mostra del Cinema di Venezia, ricostruisce la carriera di Giuseppe De Santis, uno dei grandi protagonisti della stagione neorealista, autore di vigorosi drammi, forti e popolari, come Caccia tragica e Riso amaro. Un'occasione speciale per riscoprire il cinema di quest'autore, oggi forse un po’ dimenticato. Si prosegue alle 17.30 con la proiezione del film di Lizzani La vita agra (1964, b/n, 100'), dal romanzo di Luciano Bianciardi, con Ugo Tognazzi, Giovanna Ralli, Pippo Starnazza ed Enzo Jannacci. I travagli di un giovane letterato stritolato dal “lavoro culturale” nella Milano che si avvia verso il boom. Il sogno di distruggere il “Pirellone” elettrizza la fatica quotidiana. Da un romanzo ironicamente autobiografico del “maledetto” Bianciardi, il quadro aspro e divertente delle illusioni e delle amarezze di un Paese in trasformazione. Alle 19.45 il consueto momento conviviale al ristorante “Pane e vino”, in cui il pubblico avrà l'occasione di cenare insieme al regista (menù fisso, euro 20.00, prenotazione obbligatoria). Il programma riprende alle 21.15 con una lettura scenica (a cura di Lorenzo Degl’Innocenti) di brani dal testo teatrale Cronache di poveri amanti (dal romanzo di Vasco Pratolini, mai rappresentato a Firenze), a cui seguirà la proiezione del film omonimo (1953) di Lizzani, con Marcello Mastroianni, Antonella Lualdi, Anna Maria Ferrero, Adolfo Consolini e Giuliano Montaldo. Nel cuore di Firenze (via del Corno) le amicizie, gli amori e la lotta contro l’ascesa del fascismo (la storia è ambientata nel 1925) di un gruppo di uomini e donne non privi di coraggio. Ispirato al più celebre romanzo di Pratolini, il film è costruito con un'affascinante struttura corale. Memorabili alcune scene-madri come la Notte dell’Apocalisse, con la fuga di Ugo (Mastroianni) e Maciste (l’olimpionico Consolini) per le vie di Firenze, fino al fatale sagrato di San Lorenzo. Condurranno gli incontri della giornata: Federico Ferrone, Andrea Martini e Andrea Vannini.

Redazione Nove da Firenze