Giorno della Memoria 2008: oltre 200 gli eventi in Toscana


di Federico Taverniti
Firenze Tantissime iniziative coinvolgeranno la Toscana in occasione delle celebrazioni del Giorno della Memoria 2008. Ne sono state organizzate più di 200 in tutti i comuni. Un programma vasto e articolato che avrà il suo momento clou nella giornata del 28 gennaio, al Mandela Forum di Firenze. Da segnalare il convegno internazionale ‘Sterminio e stermini. Shoah e violenze di massa nel Novecento’ organizzato in collaborazione con il Forum per i problemi della pace e della guerra, nell’Aula Magna dell’Università di Firenze nei giorni 28, 29 e 30 gennaio, la seduta solenne del Consiglio regionale nell’Aula Magna dell’Università di Pisa (25 gennaio), la rievocazione del processo di Norimberga nell’Aula Bunker del Tribunale di Firenze (16 marzo) e il viaggio studio a Berlino per gli insegnanti delle scuole che parteciperanno al Treno della Memoria 2009 (30 marzo-3 aprile).
Il 28 gennaio al Mandela Forum di Firenze, a partire dalle 9.30, più di 5000 studenti provenienti da tutta la Toscana saranno i protagonisti di una giornata particolarmente toccante che proporrà la voce di testimoni di altri stermini del ‘900. Il titolo scelto è ‘Sterminio e stermini. È successo, può succedere di nuovo’. Si parlerà, oltre che di Shoah, di altri stermini commessi dall’uomo nel corso del Novecento. Ci saranno testimoni d’eccezione: Alice Tachdjian parlerà del genocidio armeno, Shozo Tanaka della tragedia di Hiroshima, Esther Mujawayo dei massacri perpetrati in Rwanda. Sarà presente anche Jona Oberski, il protagonista di ‘Jona che visse nella balena’, il film del ’93 diretto da Roberto Faenza e tratto dal romanzo autobiografico del protagonista stesso.
Due dei momenti più importanti della mattinata sono il saluto in video del regista Steven Spielberg, espressamente rivolto alla Toscana e ai suoi giovani, e l’incontro con Douglas Greenberg, presidente della Shoah Foundation di Los Angeles. Di grande qualità la mini tavola rotonda con i registi Roberto Faenza, Paolo e Vittorio Taviani, Carlo Lizzani ed Ettore Scola. Altra presenza che arricchirà il programma del meeting è quella dello scrittore David Grossman che concluderà l’iniziativa. Completano l’evento alcune proiezioni di filmati tratti dalle opere dei registi presenti e altri documenti della Mediateca Regionale Toscana.
Tanti ospiti di grande livello internazionale animeranno il convegno internazionale previsto per i giorni 28, 29 e 30 gennaio nell’Aula Magna dell’Università di Firenze, dal titolo ‘Sterminio e stermini. Shoah e violenze di massa nel novecento’. Interverranno studiosi ed esperti da tutto il mondo con contributi di grande rilievo sugli stermini del XX secolo. Il 19 gennaio alle ore 21 nel Salone degli scheletri del Museo di Storia Naturale della Specola, sarà proposto in prima nazionale l’adattamento teatrale del romanzo di Paolo Ciampi ‘Un nome’. Presentato dall’Associazione Versiliadanza lo spettacolo, intitolato ‘Un nome nel vento’, ripercorre la biografia di Enrica Calabresi, insegnante e scienziata emiliana perseguitata dalle leggi razziali che lavorò alla Specola. Proprio per ricordarne la memoria, prima dello spettacolo, sarà scoperta e apposta una targa nei locali del museo.

Redazione Nove da Firenze