I Vinciani omaggiano Leonardo da Vinci

Scrittori della città del Genio uniti in una antologia che fa emergere un insolito Leonardo letterario. Tra i curatori anche Romano Nanni.


LIBRI — Pittore, sculture, architetto, ingegnere, anatomista, musicista. Sono a tutti note le poliedriche facce di uno dei più grandi geni dell’umanità, Leonardo da Vinci, a cui la nostra terra ha dato i natali. Poco si sa però del Leonardo letterario, autore di una prosa giudicata addirittura tra le migliori del Rinascimento italiano.
Il Genio di Vinci si dimostrò infatti inventore anche nella scrittura, moderno, privo di retorica e attinente alla realtà.

E’ per scoprire questo lato un po’ meno conosciuto del grande artista che nasce “Omaggio a Leonardo”, la nuova pubblicazione della Casa editrice Ibiskos Ulivieri di Empoli, in collaborazione con Auser volontariato territoriale, Circolo culturale La Piazza Auser Filo d’argento e con il patrocinio del Comune di Vinci.

“Questo volume è nato un po’ per caso – racconta l’editrice Alessandra Ulivieri –. Nel nostro territorio ci sono molti bravi autori di prosa e poesia e alcuni di essi vivono proprio dall’altra parte dell’Arno, nel Comune di Vinci. E’ per questo che ho pensato di coinvolgerli in un’antologia che potesse rendere omaggio al loro più illustre concittadino, famoso in tutto il mondo”.

“Omaggio a Leonardo” è già disponibile in libreria e presso la casa editrice empolese.
La presentazione del volume avverrà domenica 17 gennaio alle ore 16 alla Palazzina Uzielli di Vinci alla presenza degli autori e dell’editrice, il curatore della prefazione e della scelta dei testi Romano Nanni, Direttore della Biblioteca Leonardiana di Vinci, il sindaco di Vinci Dario Parrini, il coordinatore del Circolo La Piazza Giancarlo Faenzi, il presidente dell’Auser territoriale Raffaello Nesi, il presidente Auser-Filo d’argento di Empoli Daniela Tinghi e il responsabile SPI-CGIL Silvano Pini.

Il volume
L'antologia, dal titolo "Omaggio a Leonardo", si compone di due parti. La prima, curata dal Romano Nanni, Direttore della Biblioteca Leonardiana di Vinci, riporta alcuni brani dai manoscritti di Leonardo suddivisi in favole, profezie, facezie e descrizioni fantastiche scelti con il competente contributo dello studioso. La seconda parte, introdotta da una nota di Raffaello Nesi, coordinatore del Circolo la Piazza e Presidente dell'Auser dell'Empolese-Valdelsa, contiene racconti e poesie di autori residenti nel comune di Vinci.

Gli autori
Appassionati di arte, letteratura, musica, attualità, politica ed economia. Di ogni età e professione ma con tre cose in comune: la scrittura, il territorio di appartenenza e la passione per Leonardo. Operai, studenti, docenti, artisti, che posseggono complessivamente caratteristiche e conoscenze che Leonardo racchiudeva tutte in sé. Loro sono Enrica Arcioni, Vittorio Arcioni, Giuliano Bagagli, Liana Bagnoli, Antonia Bianco, Riccardo Mannori, Rolando Mannucci, Lorenzo Meozzi, Tamara Morelli, Siro Terreni e Marica Vignozzi.

“Con Omaggio a Leonardo – commentano gli autori – compiamo un atto dovuto. Formuliamo il nostro saluto doveroso, piccolo gesto ma spontaneo, con il cuore. E con l’orgoglio di avere il privilegio di condividere spazi, interessi culturali, ambienti naturali che oltre cinquecento anni fa videro nascere e vivere qui uno dei più grandi geni dell’umanità. Vivere a Vinci è anche questo: sentirsi ancora concittadini di così grande antenato. E sentire il dovere di ricordare e proseguire il compito di far conoscere la sua grandezza”.

Redazione Nove da Firenze