Rubrica — Mostre

Alla Fortezza da Basso la Mostra internazionale dell’artigianato

Dal 24 aprile al 3 maggio 2015. Stamani presentata alla stampa la 79^ edizione


Una superficie espositiva di 55mila metri quadrati con oltre 800 espositori provenienti dall’Italia e dall’estero, e 150mila visitatori attesi. Sono i numeri della Mostra internazionale dell’artigianato che torna alla Fortezza da Basso al 24 aprile al 3 maggio. La mostra, organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con le principali istituzioni, realtà imprenditoriali e associazioni di categoria rappresenta ogni anno l’evento catalizzatore di incontri commerciali e nuove potenzialità di business, un appuntamento che valorizza le eccellenze della filiera dell’artigianato in nome della ricerca, qualità e bellezza. A fianco dei settori tradizionali, l’edizione numero 79 gioca la carta di nuove aeree espositive in un mix di nuovi contenuti e progettualità, offrendo al visitatore proposte diversificate. Ospite d’onore il Tibet che porterà in Fortezza le sue tradizioni secolari presentando oggetti rituali, sculture sacre, mobili, gioielli , stoffe preziose. L’evento è stato presentato questa mattina alla Fortezza da Basso alla presenza, tra gli altri, dell’assessore allo Sviluppo economico e del consigliere delegato dal sindaco per le politiche giovanili.

55.000 metriquadri di superficie espositiva, oltre 800 espositori provenienti da ogni angolo d’Italia e da 45 paesi esteri. Dal 24 aprile al 3 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze l’artigianato troverà la sua dimensione più completa, innovativa e market oriented. Per dieci giorni, con orario no stop dalle 10,00 alle 22,30 (ultimo giorno chiusura alle 20,00) pubblico e buyer (attesI 150.000 visitatori) saranno accolti in un’atmosfera di festa, intrattenimento e business con una girandola di iniziative collaterali, dimostrazioni dal vivo, incontri con maestri artigiani e giovani talenti.

La mostra, organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con le principali istituzioni, realtà imprenditoriali ed associazioni di categoria, rappresenta ogni anno l’evento catalizzatore di incontri commerciali e nuove potenzialità di business, un appuntamento che valorizza le eccellenze della filiera dell’artigianato in nome della ricerca, qualità e bellezza.

“Già da questa edizione il nostro impegno - spiega Fabio Camilletti, Direttore commerciale di Firenze Fiera - è quello di allargare il raggio di azione della mostra attraverso rapporti di collaborazione e spin off con altre importanti fiere italiane sul ‘fatto a mano’. Inoltre grazie ad accordi con l’Associazione Enti Fieristici Italiani (AEFI) e con il Ministero dello Sviluppo Economico, ci stiamo attivando per l’internalizzazione della fiera, in vista anche di tutte le iniziative che metteremo in campo per festeggiare, nel 2016, gli 80 anni della storica manifestazione fiorentina”.

A fianco dei settori tradizionali, l’edizione n.79 gioca la carta di nuove aeree espositive in un mix variegato ed eccentrico di nuovi contenuti e progettualità, offrendo al visitatore un’infinita gamma di proposte così diversificate da accontentare ogni desiderio e gusto. Come Rendez-vous Vintage in Fortezza, uno spazio interamente dedicato al mondo del vintage, con capi sartoriali d’epoca e accessori, pezzi di design e di modernariato esclusivi. Casa In & Out è la mostra collaterale dedicata al modo di abitare oggi, alle tecniche di ristrutturazione, alle nuove tecnologie, agli impianti e a tutte quelle proposte innovative per la casa. Centopercento BIO, all’interno del padiglione dedicato al Gusto, ospiterà aziende di prodotti biologici certificati, che fanno parte della ‘filiera corta’ e a km zero, portavoci della biodiversità, per un’alimentazione di qualità, sostenibile e sicura.

Torna, a grande richiesta, Bellezza e Benessere, vetrina della cosmesi artigianale e su misura con trattamenti viso-corpo, percorsi benessere, consigli e coccole a volontà, T-Riciclo Green Market, il settore dedicato al riciclo e all’eco-sostenibilità e Centopercento, lo spazio riservato ai giovani talenti emergenti in grado di creare manufatti originali facendo uso dei materiali più svariati.

Ospite d’onore il TIBET che porterà in Fortezza tutto il fascino delle sue tradizioni secolari presentando oggetti rituali, sculture sacre, mobili, gioielli , stoffe preziose, ecc.

Dalla testa ai piedi. L’artigianato d’arte nelle collezioni e nei musei d’impresa in Italia sarà un appassionante viaggio nell’alta artigianalità made in Italy con l’esposizione di abiti ed accessori: storie di uomini e donne protagonisti della moda e dello stile italiano nel mondo.

Fa il suo ingresso in fiera OROAREZZO Experience, preview di AROREZZO 2015, il Salone Internazionale dell’oreficeria e gioielleria di Arezzo Fiere e Congressi (Arezzo 9 - 12 maggio).

Riflettori puntati anche sulle Strade della ceramica di Montelupo Fiorentino e sulla storia del Cappello di paglia di Firenze, nel terzo centenario della fondazione dell’industria della paglia avviata da Domenico Michelacci fra il 1714 ed il 1718.

In programma, tutti i giorni, laboratori e dimostrazioni dal vivo. In concomitanza con EXPO 2015 ampio spazio verrà dato agli eventi dedicati al cibo: protagonisti saranno famosi chef, sommelier, pasticceri e gastronomi di livello internazionale.

Quest’anno la mostra sarà ancora più social. I visitatori potranno postare le proprie foto sui canali ufficiali dell’evento utilizzando l'hashtag #mostrart2015. Inoltre sono in programma attività con gli Igers di Firenze e l’illustratrice Virginia Di Giorgio, in arte Virgola, famosa per le su originali illustrazioni che danno vita agli oggetti di tutti i giorni.

Qualita sarà presente alla 79° Mostra Internazionale dell’Artigianato, dal 24 Aprile al 3 Maggio, con il progetto La via delle eccellenze, uno spazio dedicato ad una rosa selezionata di produttori di vere eccellenze, che racconteranno e offriranno in degustazione al pubblico i propri prodotti in grado di suscitare l‘interesse anche dei palati più raffinati. Tra le aziende Podere Ghisone, produttore di vino biologico, Dolceverde che farà degustare ottime confetture e composte e Pasticceria Fiorentina con una selezione della deliziosa pasticceria secca di produzione artigianale. Non mancheranno i live cooking show, nello spazio targato Le Delizie di Leonardo Romanelli, in cui tutti i giorni dalle ore 11 alle 14 l'eclettico critico enogastronomico condurrà vere e proprie lezioni di cucina realizzate da chef di grande talento che intratterranno il pubblico con la preparazione di golose ricette ispirate ai valori dell’Expo. Tra i nomi noti della ristorazione Toscana figurano Italo Bassi e Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri, Simone Cipriani del Santo Graal, Paolo Gori della Trattoria Da Burde, Matia Barciulli dell’Osteria di Passignano e ancora Filippo Saporito de La Leggenda dei Frati, Alessandro Zanieri, chef del ristorante e wine bar Dei Frescobaldi e molti altri. Grande spazio anche a coloro che fanno tendenza sul web con una selezione di food blogger italiani, da Lorenzo Noccioli di Pop Eating a Rosa Celeghin di Cose fatte in casa e un doppio contest sui prodotti tipici, lanciato on line, in cui tutti gli amanti della cucina sono chiamati a cimentarsi: la migliore zuppa inglese e la frittata perfetta saranno giudicate da un pool di esperti rispettivamente il 25 aprile alle ore 19.30 ed il 1 maggio alle ore 20.30. Ma non finisce qui tante le degustazioni in programma di vari prodotti: dal vino, all'olio, alla pasta, ai biscotti, al te, al caffè. E sull'onda dell’attualità, dove il vegetariano ed il vegano sono protagonisti, non potevano mancare appuntamenti, educational ed assaggi dedicati al biologico. La via delle eccellenze e Le Delizie di Leonardo Romanelli sono ospiti della Mostra Internazionale dell’Artigianato, al piano attico del Padiglione Spadolini della Fortezza da Basso.

Redazione Nove da Firenze