All'Istituto degli Innocenti un'asta di gioielli d'epoca

Il 3 dicembre, ore 17, Istituto degli Innocenti. Il ricavato a sostegno delle strutture di accoglienza e delle attività educative per bambini e adolescenti degli Innocenti e dei Padri Rogazionisti di Firenze.


BENEFICENZA — Orologi da polso e da taschino, binocoli da teatro, medaglie, spille, anelli, orecchini, gemelli, in oro e in argento, con pietre preziose ed eleganti lavorazioni e molti altri lotti di altissimo valore potranno essere acquistati giovedì 3 dicembre all'asta di beneficenza battuta dalla Maison Bibelot all'Istituto degli Innocenti a Firenze.
In vendita circa 70 gioielli d'epoca, frutto di lasciti e donazioni di privati, dagli anni ottanta a oggi, a favore dell'Istituto e della Congregazione dei Padri Rogazionisti di Firenze.
L'asta è stata curata e sarà battuta gratuitamente dalla Casa d'Aste Maison Bibelot, che contribuisce così agli scopi dell'iniziativa con la propria esperienza e affidabilità.

Per l'occasione alcuni lotti saranno indossati da Regina Schrecker, storica protagonista del mondo della moda che ha offerto il proprio contributo all'evento benefico.
Ad occuparsi dell'ospitalità i ragazzi della struttura di accoglienza gestita dai Padri Rogazionisti

A partire dalle 15 si potranno vedere e provare in anteprima i lotti nella Sala del Coretto, all'interno del Museo degli Innocenti, mentre dalle 17 avrà inizio la vendita.
I partecipanti potranno così ammirare la collezione d'arte del MUDI - Museo degli Innocenti- che conta capolavori come l'Adorazione dei Magi, di Domenico Ghirlandaio, uno dei documenti più significativi della pittura fiorentina dell'ultimo quarto del Quattrocento, eseguito espressamente per l'altare maggiore della Chiesa di Santa Maria dei Santi Innocenti.
Alle 18 l'azienda di catering fiorentina "Del Colletto" offrirà un' aperitivo ai partecipanti negli spazi prestigiosi della Galleria Bassa.

Il ricavato dell'asta andrà a sostegno delle strutture di accoglienza e delle attività sociali ed educative che l'Istituto degli Innocenti e la Congregazione dei Padri Rogazionisti conducono da anni.
Con le attuali strutture per l'accoglienza di bambini e donne in difficoltà, l'Istituto degli Innocenti prosegue nella propria missione che fin dagli inizi del 1400 lo ha visto occuparsi ininterrottamente della cura e della tutela dell'infanzia.
I Padri Rogazionisti che a Firenze gestiscono l'Orfanotrofio Antoniano Maschile in via Gabriele D'annunzio, hanno deciso di edificare una nuova struttura "Casa Italia", dove ospitare i ragazzi in difficoltà segnalati dai loro centri diffusi sul territorio nazionale.

Per partecipare all'asta è necessario confermare la propria presenza all'indirizzo mail: sandroni@istitutodeglinnocenti.it
I pagamenti potranno essere effettuati in contanti o assegni, ma non con carte di credito.

Redazione Nove da Firenze