Preziosissimo tappeto Coveri all’asta per beneficenza

Disegnato tre decenni fa da Enrico e adesso realizzato dai laboratori Boralevi, va all’incanto domani 6 ottobre, alla Galleria il Palazzo, per finanziare la ricerca sulle malattie delle ossa.


SOLIDARIETÀ — Due celebri maison, un preziosissimo tappeto, un’asta pubblica e benefica, una battitrice d’eccezione e, a conclusione, un cocktail elegante assolutamente da non perdere.

Tutto ciò domani, martedì 6 ottobre, ore 18:45, alla Galleria del Palazzo (lungarno Guicciardini 19), ospiti Silvana Coveri e Daniele Boralevi, che con la complicità della princesse Giorgiana Corsini mettono all’incanto una loro straordinaria creazione a tutto beneficio della Fondazione Firmo, ossia della ricerca sulle malattie delle ossa.

Oggetto dell’asta è appunto un tappeto in seta-cotone di dimensioni ragguardevoli (cm 250 x 250, pari a 6,25 metri quadrati), pezzo unico figlio di due padri nobili: l’estro creativo di Enrico Coveri e l’abilità artigiana griffata Boralevi, mercanti d’arte antica in Firenze da tre generazioni.

Africa (ecco il nome del tappeto) è stato infatti realizzato dai laboratori Boralevi su disegno originale dall’archivio della Enrico Coveri Maison, appartenente alla collezione primavera-estate 1979. Fu l’anno in cui Coveri presentò alle sfilate di Parigi la sua prima collezione Donna, incassando lo smisurato successo di critica e di pubblico che ne fece, seduta stante, una star internazionale.

Con la collaborazione dell’impresa Lo Scalco, l’asta si svolgerà nel contesto della mostra Art Under Feet. Il tappeto come Arte, fra tradizione e contemporaneità firmata Daniele Boralevi. Battitore la principessa Corsini, che offre così il suo particolare contributo alle attività della Fondazione Firmo, rappresentata, nella circostanza, dal presidente Maria Luisa Brandi, endocrinologa dell’Università di Firenze.

Redazione Nove da Firenze