Pontedera: un mese di teatro

La Fondazione Pontedera Teatro inaugura le attività della nuova stagione con Festival 09 Teatro Era, una rassegna di teatro e cultura che si svolgerà dal 20 ottobre al 21 novembre prossimi al Teatro Era di Pontedera, a un anno esatto dalla sua apertura


FESTIVAL — La Fondazione Pontedera Teatro inaugura le attività della nuova stagione con Festival 09 Teatro Era, una rassegna di teatro e cultura che si svolgerà dal 20 ottobre al 21 novembre prossimi al Teatro Era di Pontedera, a un anno esatto dalla sua apertura.
Il programma, con appuntamenti di teatro, danza, concerti, presentazioni di libri, conferenze, laboratori e mostre fotografiche, rimarca le “linee guida” di una direzione artistica che, sempre devotamente memore della propria storia e attenta a non trascurare le proprie inclinazioni e ambizioni, è alimentata in modo complice da Roberto Bacci, Luca Dini e Carla Pollastrelli.
Non stupisce allora trovare tra gli ospiti in programma alcune “pietre miliari” delle attività della Fondazione Pontedera Teatro, come il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, l’eredità più tangibile lasciata da Grotowski a Pontedera (18, 20 e 21 novembre), Caca Carvalho, l’attore brasiliano complice di diversi progetti internazionali (12, 13 e 14 novembre), Dario Marconcini e Giovanna Daddi, che con Roberto Bacci hanno mosso i primi passi nel teatro degli anni Settanta (5 e 6 novembre), e gli attori della Compagnia Laboratorio di Pontedera, oggi tutti giovani ma sempre consapevoli artefici di un coerente progetto produttivo nato diversi anni fa (dal 26 ottobre al 2 novembre).
E non stupisce trovare anche vecchi amici, come Marco Paolini (21 ottobre), Jerzy Stuhr, Ascanio Celestini (6 e 7 novembre), César Brie (30 e 31 ottobre).
Oltre ad altri “compagni di avventura” come Claudio Morganti (dal 22 al 28 ottobre) e Roberto Latini con il suo Fortebraccio Teatro (7 e 8 novembre), l’apertura alla danza e al “nuovo teatro”, già collaudate l’anno scorso, trovano in questa edizione lo spazio di due progetti specifici appositamente dedicati: una minirassegna di danza, Rassegna Era Danza, realizzata in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo, con spettacoli di Virgilio Sieni (5 novembre), Raffaella Giordano (29 ottobre) e Roberto Castello (12 novembre) e una intensa tre giorni di Dewey Dell (i tre fratelli Teodora, Agata e Demetrio Castellucci con Eugenio Resta) con spettacoli, laboratori e Dj set (17, 18 e 19 novembre). La presenza di Oskaras Korsunovas (21 novembre), inoltre, sottolinea l’attenzione al panorama teatrale internazionale così come quella di Badara Seck e del Badamj Ensemble (24 ottobre) che, in più, rimarcano l’asse Pontedera-Firenze che collega il Teatro Era con il festival Fabbrica Europa.
Il festival di quest’anno si apre nel segno di Stanislavskij, con la presentazione a Firenze al Teatro della Pergola, il 20 ottobre alle ore 17.30, della nuova edizione, curata da Fausto Malcovati, del volume La mia vita nell’arte, da anni introvabile e ora pubblicato da La casa Usher , nella collana “Oggi del teatro”. Completano il programma incontri, conferenze, laboratori, libri.

Redazione Nove da Firenze