Eventi: Carlo Monni battezza ''Atuttomondo''

Da questa sera, con lo spettacolo di Carlo Monni, al via l'edizione 2009 del Festival "Atuttomondo". Tanti spettacoli tra il Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale e il centro storico di Poggibonsi (Siena).


Ritorna il Festival "Atuttomondo", in programma da oggi, martedì 7, al 23 luglio a Poggibonsi (Siena), con un pieno di spettacoli che si terranno tra il Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale e il centro storico.
Per la decima edizione il cartellone (direzione artistica di Luca Losi) presenta un calendario particolarmente incentrato su artisti e produzioni artistiche toscane.
Ospiti importanti del Festival sono Carlo Monni ed il suo “Notte Campana”, viaggio poetico-musicale dedicato a Dino Campana (questa sera ore 21:30 al Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale - ingressi 10 euro intero, 8 ridotto). Ginevra Di Marco con un concerto tratto dal suo ultimo cd “Donna Ginevra” (mercoledì 15 luglio ore 21:30 al Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale - ingressi 12 euro intero, 10 ridotto). Bobo Rondelli in concerto con il suo nuovo album "Per amor del cielo” (mercoledì 22 luglio ore 21:30 - Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale - ingressi 12 euro intero, 10 ridotto). Gli “Omini” con il curioso e divertente “Crisiko” (mercoledì 8 luglio ore 21:30 alla Fonte delle Fate – ingressi 2 euro intero, 1 ridotto).
Saranno inoltre presenti la “Bandidas”, orchestra di percussioniste tutta al femminile, con scatenanti ritmi e divertenti coreografie (giovedì 9 luglio ore 21:30 bel centro storico – ingresso libero) e la funambolica Dixie Train marching band che proporrà un repertorio jazz dalla tradizione dixieland New Orleans (giovedì 23 luglio ore 21:30 nel centro storico – ingresso libero).
“Il Festival Atuttomondo – spiega il direttore artistico, Luca Losi - festeggia i suoi dieci anni con un’edizione completamente dedicata agli artisti toscani. Così, se nelle passate edizioni il Festival ha presentato ospiti internazionali, nel 2009 lo sguardo va verso le migliori produzioni artistiche della Toscana. Lungi dal voler fare un’operazione campanilistica o dal mostrare il personaggio macchietta regionale e una visione da regione-cartolina, ci è sembrato interessante cercare nell’irrequietezza, nella vitalità, nell’umorismo irriverente e a volte, concediamocelo, nella genialità, il nostro lato migliore. E allora quale miglior mezzo del teatro, della musica e dell’arte in generale per esprimere lo spirito libero toscano? A noi, che da tanti anni lavoriamo in questo settore, sfugge, se c’è, una risposta diversa”.
La manifestazione è promossa dall’Amministrazione comunale di Poggibonsi e dall’Associazione culturale Timbre e realizzata grazie al contributo di Fondazione Monte dei Paschi di Siena e Banca di Credito Cooperativo di Cambiano.

Redazione Nove da Firenze