Costo dell’elettricità: Firenze la provincia con i consumi più alti


Firenze, 5 marzo 2009– Soltanto il 3,4% delle famiglie toscane (poco più di 61.000 nuclei) ha cambiato gestore elettrico dopo la liberalizzazione del mercato dell’energia, avviata nel luglio del 2007. Il dato – fornito dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas - è stato evidenziato da Edison che presenta oggi a Firenze “EDISONCASA”, la sua offerta di energia elettrica rivolta al mercato residenziale che consente oggi in Italia il maggior risparmio con uno sconto del 20% sulla componente energia del costo dell’elettricità (pari mediamente al 65% della bolletta).
In Italia le famiglie che hanno deciso di cambiare gestore sono 1,2 milioni, pari al 4,4% del totale, ma di queste meno di un terzo (circa 350.000 famiglie) ha scelto un operatore diverso, ossia un operatore che non fa parte dello stesso gruppo societario del vecchio fornitore. Nel Paese le famiglie che presentano una maggiore propensione al cambio di gestore sono quelle del Sud e Isole con un tasso del 5%. Seguono il Centro Italia (3,5%) e il Nord (4,3%). La Toscana con il suo 3,4% si colloca sotto la media nazionale nella classifica degli switch.
«La nostra offerta garantisce alle famiglie un risparmio che in Italia non ha paragoni per convenienza, come attestano anche molte comparazioni tariffarie effettuate dalle associazioni dei consumatori. – ha spiegato Fulvio Siotto di Edison – Anche i tentativi di imitazione da parte degli operatori più grandi si fermano a sconti di gran lunga inferiori rispetto a quelli offerti alle famiglie da Edison”.
«Considerando, inoltre, che non sono previsti costi di attivazione, cauzioni o modifiche al contatore o all’impianto elettrico, EDISONCASA consente un taglio netto e significativo alla bolletta dei consumatori, quotidianamente impegnati a confrontarsi con il carovita. L’impegno di Edison – ha concluso Siotto – è quello di offrire qualità e convenienza nella fornitura di energia, conquistare la fiducia di nuovi clienti e consolidare il rapporto con le famiglie che già si sono affidate a noi per contenere la loro spesa energetica”.
Il passaggio a Edison è estremamente semplice e immediato e non comporta interruzioni nella fornitura di servizio, dal momento che non prevede interventi sulle infrastrutture. In Toscana – dove Edison produce energia con due centrali termoelettriche a Porcari e a Piombino, una centrale idroelettrica a Pontremoli e un impianto eolico a Montemignaio – sono le famiglie della provincia di Lucca quelle che hanno consumato mediamente più energia con 2.933,2 kWh per nucleo nel 2007. Al secondo posto con poco più di 20 kWh in meno consumati le famiglie grossetane (2.909,3 kWh per nucleo). Seguono le famiglie di Prato con 2.836,5 kWh per ogni famiglia residente e di Pistoia con 2.835,2 kWh. Tra quelle che nella regione consumano meno le famiglie della provincia di Massa Carrara con 2.462,2 kWh per nucleo. Nella provincia di Firenze, invece, i consumi medi per famiglia sono stati di 2.701,4 kWh (2.272,3 kWh).
In Toscana i consumi elettrici residenziali sono lievemente diminuiti di quasi un punto percentuale (-0,97%) nel 2007, a quota 4.294,5 GWh (4.336,4 GWh nel 2006), collocando la regione all'ottavo posto in Italia per valore assoluto. Più della metà di quanto consumato dalla capolista Lombardia (11.112 GWh), a poca distanza dal Piemonte che la precede e della Puglia che la segue. A livello provinciale si notano quasi ovunque diminuzioni, seppur minime in alcuni casi, dei consumi. Diminuiscono dell'1,31% nella provincia di Firenze, mentre le province più parsimoniose in termini di consumi elettrici si rivelano Livorno e Pistoia (con rispettivamente -2,51% e -2,17%). Più contenuti, ma comunque con segno meno, le variazioni per le provincie di Arezzo (-0,5%), Grosseto (-1,15%), Lucca (-0,42%), Pisa (-0,06%) e Siena (-1,08%). Crescono invece, seppur di poco, i consumi domestici in provincia di Prato (0,11%) e Massa Carrara (0,05%). La provincia di Firenze è la decima in Italia per consumi domestici (1.140,3 GWh nel 2007), poco sotto Bologna e poco sopra Bergamo. (fonte Terna – rielaborazione Edison).
Edison
Fondata nel 1883, Edison è la più antica società europea nel settore dell’energia. Con oltre 12.000 MW di capacità elettrica installata a fine 2008, Edison ha realizzato nel corso degli ultimi 5 anni uno dei più significativi piani di investimento energetico in Europa. Nel settore degli idrocarburi, Edison è il secondo operatore italiano, presente su tutta la catena dall’esplorazione alla produzione, all’importazione, alla distribuzione e alla vendita. Nel 2008 Edison ha fatturato 11 miliardi di euro e conseguito un utile netto di 346 milioni.

Redazione Nove da Firenze