Skin Cancer Day. Una giornata dedicata alla prevenzione dei tumori della pelle


Il 3 maggio 2008 si svolgerà in tutta Italia lo “Skin Cancer Day 2008” (Giornata dei Tumori della Pelle) : è promosso dalla SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia Medica, Chirurgica, Estetica e Malattie Sessualmente Trasmesse, presieduta dal Professor Mario Aricò) e dalla ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani, presieduta dal Dottor Patrizio Mulas). Obiettivo della giornata è quello di combattere i carcinomi e i melanomi, tumori maligni della pelle che colpiscono di più rispetto agli altri, soprattutto le persone al di sopra di 40 anni. È importante evidenziare tali tumori il più presto possibile, per poter intervenire in tempo utile e salvare la vita del paziente. Ecco perché sabato 3 maggio i dermatologi italiani saranno a disposizione, presso le strutture ospedaliere ed universitarie, per informazioni, distribuzione di materiale esplicativo,e/o visite gratuite alle persone appunto con più di 40 anni. I cittadini potranno ricevere le giuste risposte ai dubbi ed alle problematiche legate alla presenza di nei, soprattutto se numerosi o di recente e rapida insorgenza, alla esposizione solare e consigli utili per la opportuna prevenzione dei tumori cutanei. Circa 100 Centri Dermatologici saranno aperti al pubblico: per informazioni sulla dislocazione dei vari Centri, visitare i siti:
www.skincancerday.it
www.adoi.it
www.sidemast.org
I tumori maligni della pelle sono molto frequenti: in Italia ogni anno si osservano circa 135 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, complessivamente oltre 65.000 nuovi malati. L’obiettivo primario dello “Skin Cancer Day 2008” è la prevenzione dei tumori epiteliali cutanei e del melanoma. Il carcinoma basocellulare, più frequente negli uomini, è la più comune neoplasia cutanea nella popolazione bianca. Tra i fattori predisponenti bisogna annoverare: il fototipo, l’esposizione alle radiazioni ultraviolette, le radiazioni ionizzanti, le cicatrici da ustioni o le ulcere croniche. Il carcinoma spinocellulare o epidermoide è una proliferazione maligna in grado di metastatizzare. Talvolta prende origine da una lesione precancerosa. Come fattori predisponenti ambientali bisogna considerare principalmente l’esposizione solare, il fototipo e le abitudini di vita. Il tumore può assumere diversi aspetti clinici. Il melanoma, tumore biologicamente maligno, dà metastasi ed è poco sensibile alle chemio-radioterapie, con alto rischio di mortalità. Se diagnosticato nella sua fase iniziale il tasso di guarigione si aggira intorno al 95% dei casi.

Redazione Nove da Firenze