Puccini Around Midnight: stasera (ore 23.30) Ares Tavolazzi
Claudia Mar.S.S. Quartet a BZF martedì prossimo in Oltre il mare


Dopo lo spettacolo delle 21, il foyeur del teatro si trasformera’ in un jazz club per ospitare un grande contrabbassista e due artisti toscani di altissimo livello.
Ares Tavolazzi
Comincia gli studi musicali all'età di 10 anni, frequentando i corsi di violoncello e contrabbasso presso il Conservatorio G. FRESCOBALDI di Ferrara. A 15 anni comincia a suonare musica leggera nelle sale da ballo dell'Emilia; dopo il servizio militare, approda a Milano dove per alcuni anni lavora come session - man nelle sale di registrazione. Nel 1973 entra a far parte del gruppo storico d'avanguardia AREA dove già militano D. STRATOS, G.CAPIOZZO, P. FARISELLI, P. TOFANI e successivamente , M. URBANI, P. TONOLO e L.. NOCELLA. Con gli AREA registra oltre dieci LP e partecipa, nel 1976, a due importanti manifestazioni europee: il "Festival de l'Humanité" a Parigi ed il "Festival do Avante" a Lisbona.
Nell'anno 1978 il gruppo suona a Cuba al "Festival della Gioventù". Durante lo stesso periodo comincia a suonare jazz alle jam-session del "Capolinea" a Milano. Nel 1982, trascorre alcuni mesi a New York, questa esperienza lo porterà definitivamente ad occuparsi di improvvisazione. Al ritorno dagli Stati Uniti, partecipa ad una tournè e italiana con l'orchestra di G.EVANS, dove suonano: P. Tonolo, S. Lacy, R. Anderson, L. Soloff, J. Clark ed altri famosi musicisti. Negli anni 1983-84 é in tournèe con K. Wheeler, Bruno CESSELLI, S.Kaucic e M. Negri. In quegli anni prende parte alla fondazione di alcune scuole di musica, come il C.P.M di Milano, La PERA a Bologna, il CEPAM a R.Emilia e la C. CHAPLIN a Ferrara. Per tre anni consecutivi (1984-85-86) è primo in una speciale classifica dei bassisti indetta da "Guitar Club"(una pubblicazione specializzata). Nel 1987 riceve a Ferrara il premio "A. WILLAERT" come migliore musicista dell'anno. Sempre nel 1987 fonda un quintetto con Bruno CESSELLI, M. TAMBUBINI, P. ODORICI, G. OLEANDRI, con i quali suona ad "Umbria jazz". In quel Festival è presente anche con F.SFERRA, R. CIAMMARUGHI e F. ZEPPETELLA; questo quartetto continuerà ad esistere ancora per alcuni anni. Alcune importanti collaborazioni: con J. OWENS (Festival jazz di PORI in Finlandia), S. RIVERS (Festival Jazz di Ravenna), L. KONITZ, G. BARZ, J. BASILE, B. MELVIN ( Tour italiano in memoria di J.PASTORIUS). Seguono: B. FORMAN, G. MANUSARDI, F. CERRI, E. INTRA, G.COSCA, J. CABLES, R MANTILLA, A. GRAY, M. MELILLO, E. ZIGMUND, A. CAVICCHI, R. BIANCOLI, C. RODITI e molti altri. Nell 1991 incide un CD a proprio nome con Bruno CESSELLI, F. SFERRA, A.CAVICCHI e M. NEGRI per l'eticheffa ARTIS RECORD. Nell 1997 partecipa ad un tour in Italia con il chitarrista M. GOODRICK. Suona in jam-session con P. METHENY, G.BENSON ed E. JONES. Con E. BANDINI, A. POZZA, R. ROSSI e C. ATTI suona al "RONNIE SCOTT" di Londra per due settimane.
Collaborazioni teatrali: VOCIFER/AZIONE Teatro Nucleo (1986), GLI UCCELLI (Aristofane) regia di Memè Perlini ,con AREA, 1981, TRISTANO e ISOTTA (Angelo Dallagiacoma) regia di A.Amodio (1981). Collaborazioni musicali: in quartetto con Stefano (Cocco) CANTINI, Piero BORRI e Danilo REA, in trio con Bruno CESSELLI e Slatko KAUCIC (progetto sulle musiche di Bill Evans), in quintetto con Alberto BORSARI, Bruno CESSELLI, Francesco PETRENI, Giancarlo BIANCHETTI, in trio con Enrico RAVA e Stefano BOLLANI, quartetto A.G.A.S con Silvia DONATI, Giancarlo BIANCHETTI e Alberto BORSARI, in trio con Alessandro GALATI e Piero BORRI, in trio con Sandro GIBELLINI e Mauro BEGGIO, in trio con Mike MELILLO e G.P.ASCOLESE.
Per contatti: Via Con Minzoni, 4 - 40012 Calderara di Reno (BO) -TEl. 051 725034

Secondo appuntamento di febbraio per il Jazz a BZF, realizzato con la collaborazione di Alexander Platz di Giampiero Rubei e la consulenza tecnica di Giancarlo Amarù, con la cantante brasiliana Claudia Mar.S.S. accompagnata da Andrea Beneventano ( piano forte, tastiera), Francesco Puglisi (contrabbasso, basso elettrico), Simone Prattico ( batteria) e Francisco Miceli ( chitarra).
“Além Mar” è un viaggio nel cuore del Brasile ed in particolare a Bahia. Un viaggio pieno di ritmi, colori ed atmosfere, raccontato con eleganza e la raffinatezza di un repertorio composto da brani propri e da rivisitazioni di brani di grandi autori quali Ary Barroso, Gilberto Gil, Chico Buarque de Holanda, Antonio Carlos Jobim, Toninho Horta tanti altri, nello stile Brasilian –Jazz.
La vocalist di Bahia è accompagnata da un gruppo di jazzisti, tra i più bravi ed affermati. Lo spettacolo è strutturato in modo da esaltare sia le qualità vocali della cantante sia la gran classe dei musicisti. Con questa stessa proposta si è esibita in vari locali quali: Alexander Platz, La Palma, Cafè Renault ed in rassegne jazz come: “Le Signore del jazz” al Teatro Municipale di Sulmona, “Calagonone Jazz”, “JVC-Jazz Image Festival” di Villa Celimontana, “Roma incontra il mondo” di Villa Ada, “Jazz Time” della Brass Group a Catania e Messina, “International Festival for Peace” ad Assisi.
Nata a Salvador de Bahia, Brasile, il 25 agosto 1966.
La storia musicale di Claudia Mar.S.S. inizia al Conservatorio di Musica dell’Università Cattolica di Salvador con gli studi di chitarra classica. Mostra subito una naturale inclinazione per il canto ed è così incoraggiata ad intraprendere la strada di cantante ed interprete. Era il 1985.
Si dedica inizialmente alla bossa nova, al samba e presto s’innamora del jazz, scoprendo quanto si possano integrare questi diversi generi, arricchendosi vicendevolmente.
Nel 1986 presenta il suo primo spettacolo da solista, vincendo il “Premio Troféu Caymmi” come miglior interprete emergente ed incidendo un brano nel disco antologico della rassegna.
Nel 1988 collabora con Gilberto Gil partecipando alla sua Tournee Brasiliana. Parallelamente registra “jingles” pubblicitari, dando voce al jingle “Manuel Castro” che vince il premio “Miglior jingle dell’anno”. Nel 1989 si trasferisce a Roma.
Nel 1990, già in Italia, come solista del gruppo “Riomania” di Corrado Nofri partecipa a diverse rassegne tra cui: “Euritmia Jazz Festival”, “Roma Jazz Fest” dell’estate romana e “Le Signore del Jazz” al teatro municipale di Sulmona.
Nel 1991 partecipa alla trasmissione “Gulliver” di “Radio Uno” Rai e “Fuori Onda- Ricomincio da due” di RAI due.
Collabora con “Harold Bradley and Jona’s Blues Band” tra il’91 ed il 1992, partecipando, fra l’altro, alla rassegna “Calagonone Jazz 91”. Compare nel film di Carlo Verdone “Maledetto il giorno che ti ho incontrato” cantando uno dei temi della colonna sonora.
Nel 1993 è la cantante solista della “Folk Magic Band”, formazione di 25 elementi tra cui: Sandro Satta, Rosario Giuliani, Dario Deidda, Giancarlo Maurino, Cici Santucci, Mario Raja, Mario Corvini, Massimo Pironi, Paolo Mappa e tanti altri, con i quali partecipa al “Roma Jazz Festival”. Collabora inoltre con il pianista Corrado Nofri registrando due album come voce solista: “Blu Bahia” e “Azul”.
Nel 1996 partecipa con un suo gruppo al Festival jazz della “Rocca di Cesena” ed effettua una tournee in Sicilia, Veneto ed Emilia.
Nel 1997 partecipa al “JVC Jazz Image Festival” di Villa Celimontana a Roma, replicando lo spettacolo nella sera successiva.
Da quell’anno inizia a collaborare con il gruppo gospel “Voices of Glory” di Roma.
Sempre nello stesso anno con il gruppo “Brazil Way” presenta presso il jazz club “Alexander Platz” di Roma il suo nuovo lavoro e partecipa al programma, in onda su RAI tre, “Mestieri di vivere”, insieme al pianista del gruppo Federico Laterza.
Nel 1998, presso il “JVC Jazz Image Festival” di Villa Celimontana e la rassegna di Villa Ada a Roma, presenta il suo nuovo lavoro “Azulejos”.
Nel 1999, accompagnata sempre dal gruppo “Brazil Way”, partecipa alla rassegna “Roma Incontra il Mondo” di Villa Ada ed al “JVC Jazz Image Festival” di Villa Celimontana presenta un suo nuovo progetto, “Brazil Jazz Combo”, con la partecipazione di Aldo Bassi alla tromba.
Nell’estate del 2000 ha nuovamente partecipato al“JVC Jazz Image Festival” di Villa Celimontana presentando lo spettacolo “Bahia” con suo nuovo quartetto.

Redazione Nove da Firenze