Incontri a Castello


Organizzati dall’Assessorato alla Promozione della Cultura e Formazione del Comune di Rosignano, insieme alla libreria Gaia Scienza di Livorno, si presentano nel giardino del Pasquini. Grazie alla collaborazione tra Comune, Armunia, che ha inserito l’appuntamento anche nella sua programmazione, e Icit, Istituto culturale italo tedesco, una rassegna fotografica e un recital della cantante Ute Becker ripercorreranno la vita dell’ "Angelo Azzurro".
Nei prossimi giorni poi il programma degli "Incontri a Castello" si intensificherà. Il 17 luglio alle 18,30 arriverà l’editorialista di Repubblica, Piero Ottone, che presenterà "Piccola filosofia di un grande amore: la vela", l’ultimo libro, in cui mette da parte i temi più impegnati, che hanno scandito la sua carriera, per dedicarsi, lui che è anche esperto marinaio e navigatore, sul mare. Ma uno degli appuntamenti su cui si concentrano le aspettative è quello del 20. Nel parco del Pasquini sosteranno Giancarlo Caselli, ex procuratore capo di Palermo, in prima linea negli anni Novanta contro la mafia e oggi rappresentante italiano in "Eurojust", e Antonio Ingroja, sostituto procuratore a Palermo. "L’eredità scomoda", del titolo del volume, fa riferimento a quella lasciata da Falcone e Borsellino. Con loro, a discutere di mafia, criminalità, intrecci politico – malavitosi, colpi subiti e vittorie dello Stato, Luca Testaroli (sostituto a Roma), Danilo Ammannato (avvocato di Parte civile per la strage fiorentina dei Georgofili) e Stefano Filucchi (dirigente Ufficio sicurezza del Comune di Firenze e consulente Anci per la sicurezza).
L’apertura degli "Incontri", invece, sarà dedicata all’attrice tedesca. L’omaggio che Comune e Armunia le riservano è nato da un’idea di Gertrud Schneider. Nel pomeriggio, alle 18, sarà presentata una retrospettiva fotografica. Le immagini arrivano dal museo cinematografico di Berlino e serviranno a ripercorrere la vita artistica e non soltanto della "diva"; la sera, Ute Becker canterà brani dedicati a lei o interpretati da lei stessa. A parte gli "Incontri a castello" d’impianto tradizionale, che riprendono la formula del dialogo e del dibattito fra autori e spettatori – lettori su temi some la filosofia, la comunicazione, l’arte, sono almeno altri due quelli dall’impostazione innovativa. Il 16 agosto, ad esempio, sarà proiettato un video su "Giovanni Fattori pittore dal vivo", nell’ambito della mostra sul pittore macchiaiolo Giuseppe Abbati. Sempre negli ultimi giorni di agosto, il 24, l’attenzione si sposterà su Pelé, il campione per eccellenza. Il giornalista Darwin Pastorin ne tratteggerà la figura di bambino; Stream Tv, di cui Pastorin è direttore, proietterà un video sulla sua infanzia.

Redazione Nove da Firenze