Pinocchio jazz riapre


Riparte la stagione del Pinoccho live jazz [presso Circolo Vie Nuove in Viale Giannotti 13 a Firenze]: quindici appuntamenti tutti i sabati, a partire dal prossimo sabato 13 gennaio fino al 21 aprile. Prosegue il circuito de La Via del Jazz, l’importante collaborazione con il Kabala Jazz Club di Pescara e con il Vicolo Jazz n' Pub di Fano, che per questa seconda parte di stagione prevede quattro date di livello internazionale (Enrico Pieranunzi Trio, Manhu Roche Quartet; Erwin Vann Group; Belcanto sestetto).
Il 13 Gennaio, la Millennium Bugs' Orchestra, con i suoi quindici elementi (tra i quali spicca Nico Gori, vincitore del premio Massimo Urbani 2000) firma l'esordio del 2001 con un concerto eccezionalmente gratuito in occasione del 40° anniversario del Circolo Vie Nuove. Sabato 20 vede protagonista Stefano Bollani con la sua Orchestra del Titanic. Il pianista toscano, in questo momento impegnato a New York insieme ai più grandi del jazz italiano con un progetto che lo porterà alla Town Hall e alla Carnegie Hall, sarà accompagnato, tra gli altri dalla fisarmonica di Antonello Salis. Per la Via del Jazz, Il 27 Gennaio Enrico Pieranunzi, poeta indiscusso della tastiera, suonerà in trio insieme a Piero Leveratto al contrabbasso e a Marcello Di Leonardo alla batteria.
Febbraio all'insegna dell'eterogeneità: dai ritmi gitani e manouche del Maurizio Geri Swingtet (formazione apprezzatissima all'ultima edizione del festival francese di Samois sur Seine) impegnati sabato 3 febbraio; all'italianità del Jazzinaria Quartet, che sabato 10 ci farà riascoltare in chiave jazz canzoni appartenenti all'archivio sentimentale della nostra memoria. Il 17 Febbraio omaggio a Michel Petrucciani, firmato dal chitarrista brasiliano Nelson Veras e dal batterista Manhu Roche, membri stabili di importanti formazioni capitanate dallo scomparso pianista francese. Il 24 Febbraio sul palco la classe indiscussa del pianista antillano Alain Jean Marie, vincitore col suo ultimo disco After Blue dell'esclusivo premio Django d'Or 2000.
Il 3 marzo un gradito ritorno: il quartetto di Rosario Giuliani, trionfatore nel sondaggio del Top Jazz 2000 come miglior nuovo talento. Il 10 Marzo il Quartetto Barueco, impreziosito dalla presenza di Annamaria Castelli, presenterà al Pinocchio un'esclusiva versione cantata dei capolavori di Piazzolla, mentre la settimana successiva, il 17 marzo, la cantante americana Rachel Gould, apprezzatissima da musicisti come Philip Catherine, Horace Parland e Chet Baker -che la scelse per incidere il capolavoro All Blues- esordirà a Firenze in quintetto col suo nuovo disco Dancin' on a Dime. Sabato 24 Marzo è la volta del quartetto del belga Erwin Vann, sassofonista attivo da molti anni che nel '95 si è aggiudicato lo Spes Prize per il suo disco Worlds. L'ultima data di Marzo, sabato 31, vede protagonisti per la prima volta a Firenze gli Enten Eller, storica formazione di ricerca nella musica di confine: il loro ultimo progetto, è stato scelto dalla rivista americana Down Beat come miglior disco straniero.
Sabato 7 aprile, ultima data della Via del Jazz con il sestetto Belcanto guidato dal poliedrico batterista Ettore Fioravanti, che guida i suoi compagni d'avventura, tra i quali Tino Tracanna e Achille Succi, in una vera "sfida espresssiva". Il 14 Marzo un musicista sul quale la direzione artistica del Pinocchio è pronta a scommettere: Sergio Cammariere, rivelazione assoluta al premio Tenco del '97, giovane cantautore dalla vena squisitamente jazzistica (i suoi bellissimi dischi sono stati avvicinati a quelli del più famoso Paolo Conte).Il 21 Aprile chiusura in grande stile con la presentazione del quarto disco degli Aires Tango, ospiti del Pinocchio per il secondo anno consecutivo, sempre più affiatati intorno al loro leader argentino Javier Girotto, entrato da poco far parte dell'Orchestra nazionale jazzistica di Francia.

Redazione Nove da Firenze