Riccardo Tesi al Festival delle Colline


Mercoledì 28 giugno alla villa Medicea di Poggio a Caiano – ore 21,15 ingresso 5000 lire - secondo appuntamento della ventunesima edizione del Festival delle Colline, rassegna promossa dal Comune di Poggio a Caiano con la collaborazione della Provincia di Prato, del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, del Comune di Prato e del Comune di Carmignano.
Sul palco sarà la volta di RICCARDO TESI E BANDITALIANA, con un repertorio trascinante che spazia dalla tradizione musicale toscana al “bal musette” francese.
Riccardo Tesi è da tempo un’autorità all’interno degli ampi confini della world-music. Il suo percorso musicale è la storia di un lungo viaggio iniziato con la cantante toscana Caterina Bueno, proseguito con la musica innovativa dei Ritmia, trio di organetti con J. Kirkpatick e J. Junkera, il sodalizio con il mandolinista occitano P. Vaillant, la musica sarda di E. Ledda & Sonos, fino all’incontro con i musicisti di altre aree stilistiche: dal jazz di G. Trovesi e G. Mirassi, all’etnojazz partenopeo di D. Sepe, alla grande canzone d’autore di F. De Andrè, I. Fossati, O. Vanoni e G. Testa. Dopo vent’anni d’intenso e proficuo peregrinare, Tesi è stato oggetto di una sorta di richiamo da parte della sua terra d’origine, la Toscana, ed ha riunito intorno a sé alcuni dei musicisti di punta della scena folk e jazz. Nasce così il progetto Banditaliana con Maurizio Geri, funambolico chitarrista e cantante del quale in molti hanno apprezzato l’album Manouche e Dintorni, elegante omaggio allo swing di D. Reinhardt; Claudio Carboni sassofonista dotato di un fraseggio secco e precisio, cresciuto nella migliore tradizione del liscio; Ettore Bonafè alle percussioni ed al vibrafono, a proprio agio con i ritmi etnici e con l’improvvisazione jazz, capace di passare con disinvoltura dalle collaborazioni con il cantautore Sergio Caputo a quelle con i musicisti indiani ed africani. Il caleidoscopio di suoni che scaturisce da Banditaliana produce una musica di grande forza timbrica e compositiva, una sintesi di ampio respiro tra forme e riti della tradizione toscana, misti a sonorità jazz, echi di liscio e musica contemporanea.
Il Festival delle Colline continua mercoledì 5 luglio all’Anfiteatro di Bacchereto con il concerto di Banda Ionica e Macaco (produzione originale Toscana Musiche) mentre lunedì 10 luglio alla Villa Medicea di Poggio a Caiano appuntamento con la Michael Nyman Band. Last but not least gli spettacoli del Circo Bidon, di scena dal 12 al 15 luglio al Parco del Museo Quinto Martini di Seano (Carmignano/Prato) e dal 18 al 30 luglio in piazza Duomo di Prato (non in piazza Mercatale come precedentemente annunciato).

Redazione Nove da Firenze