A Firenze aggressione omofoba a un ragazzo

Domani volantinaggio di Potere al Popolo. Amato: "Piena solidarietà alla vittima dell'aggressione in pieno centro storico". Trombi e Verdi (Sinistra): “In Italia spira un brutto vento, necessario spezzare l’odio per la diversità”


Domani, giovedì 5 luglio a partire dalle 18:00 Potere al Popolo sarà all'incrocio tra Via dei Pepi e Via Pietrapiana per un volantinaggio rivolto alla cittadinanza sull'aggressione subita da Salvatore nel quartiere. Questa la dichiarazione di Miriam Amato, consigliera aderente: "Inaccettabile che una persona sia aggredita e malmenata perché indossa una maglia che richiama alla libertà personale di scegliere della propria vita, gli affetti ed i legami sentimentali. Essere offeso, inseguito e picchiato, da delinquenti che si arrogano il diritto di trattare le persone come oggetti, di malmenarli e offenderli, se non di loro gradimento. La mia solidarietà va a Salvatore e a tutti coloro che quotidianamente si confrontano con una società bigotta, che ci riporta al medioevo".

Questa la dichiarazione del consigliere del gruppo Firenze riparte a sinistra Giacomo Trombi e della consigliera Donella Verdi: "Esprimiamo solidarietà e vicinanza al ragazzo aggredito da un branco di fascisti in pieno giorno nel centro di Firenze. Aggredito perché di sinistra, aggredito perché attivista lgbtqi. È un episodio da non sottovalutare, emblematico di un clima che va peggiorando di giorno in giorno, le cui responsabilità sono purtroppo diffuse: ne sarà contento forse chi semina ogni giorno odio, paura e sospetto, chi sdogana slogan e simbologie fasciste, chi minimizza l’omofobia e il razzismo, chi attacca la diversità, i poveri e gli emarginati. Crediamo che sia necessario invertire la rotta immediatamente, a tutti i livelli, in tutti gli ambiti: si smetta di seminare odio, ma si smetta anche di minimizzare e di tollerare fascismo, razzismo e omofobia".

Redazione Nove da Firenze