Buon Ferragosto, Toscana!

Cultura, teatro, musica, enogastronomia e castelli di sabbia, pool party e live show: un'ondata di eventi all'aria aperta in tutta la regione


FOTOGRAFIE — Firenze, 14 agosto 2017– Martedì 15 agosto, un Ferragosto davvero speciale per chi si trova in Toscana in vacanza, nelle città d'arte oppure sulle spiagge della Versilia. Ferragosto tra fiere, sagre e musica. Oltre ovviamente, ad una rilassante natura e ad un’offerta enogastronomica di assoluto valore.

Quello che viene considerato il periodo più bollente dell’estate troverà Firenze pronta a soddisfare i desideri di chi viene a visitare una città d’arte. A Ferragosto saranno aperti sia gli Uffizi, visitabili fino alle 21.50, con la rassegna estiva #UffiziLive, che vedrà in scena i Vincanto & Patrizia Breschi, così come tutti i musei di Palazzo Pitti, insieme a Boboli. Un’occasione particolarmente favorevole per visitare la città riuscendo a gustare i suoi più significativi monumenti anche durante il rientro dalla vacanze.Si ricorda che l’ultimo biglietto viene venduto fino ad un’ora prima delle chiusura indicata nello schema sottostante e che le operazioni di chiusura avvengono con circa 20 minuti di anticipo rispetto all’orario definitivo.

Aperti anche il Parco di Pratolino e Palazzo Medici Riccardi. Per il Parco orario continuato 10-20. Per il Museo orario 8.30-19 e biglietto integrato con la mostra 'Oltre le mura'. L'ingresso è gratuito. Regolarmente aperto anche Palazzo Medici Riccardi, con orario 8.30-19. Biglietto a 10 euro integrato con quello della mostra 'Oltre le mura'.

Sulla Spiaggia urbana più grande d’Europa torna il Torneo dei Castelli di Sabbia, appuntamento ormai tradizionale per chi passa il Ferragosto a Firenze. A partire dalle ore 16.30 da Easy Living – Spiaggia sull’Arno, lo spazio estivo distribuito tra la terrazza verde di Piazza Poggi e Lungarno Serristori, si terrà la settima edizione della sfida a squadre dal sapore marittimo. La gara consiste nel costruire un castello a tema libero con la "sabbia della riva dell'Arno": le squadre saranno composte da un minimo di 3 a un massimo di 10 persone e dovranno presentare le proprie “opere” entro le ore 18.30 del giorno stesso. Le iscrizioni sono già aperte online (via mail a info@easylivingfirenze.it), ma ci si può iscrivere anche direttamente sul posto il giorno di Ferragosto. Una giuria formata da cinque esperti premierà i primi tre classificati e privilegerà nell’assegnazione dei punti le squadre con minori di 12 anni. Il regolamento completo è disponibile sulla pagina Facebook e sul sito di Easy Living. Tutti i partecipanti alla gara e gli spettatori potranno utilizzare le strutture della spiaggia (ingresso libero) e noleggiare gratuitamente sdraio, ombrelloni, palloni, racchette e molto altro. Durante la gara per far fronte alla calura e rinfrescarsi sarà possibile utilizzare le docce disegnate e costruite per l’ambiente naturalistico dell’Arno. Sulla spiaggia sarà inoltre possibile di usufruire gratuitamente del percorso sportivo attrezzato, con panche e spalliere in legno, per combattere la calura mantenendosi in forma. Il ristorante Easy Living sarà aperto regolarmente, con un menu dal sapore di mare: linguine alle vongole, frittura di pesce, maxi insalate rinfrescanti, oltre alla pizza e ai maxi burger.

Da 19 anni la compagnia teatrale diretta da Claudio Ascoli ha fatto nascere e consolidato nel tempo una bella tradizione che anche ad agosto vede il parco dell’ex-città manicomio di Firenze felicemente invaso da fiorentini e turisti alla ricerca del fresco e di un sano divertimento per tutte le età e tutte le tasche. Così è “Festa di Ferragosto” in una San Salvi meta di un pic-nic allietato da… picnic, cocomerata e apericena a cura del Gainsbarre. E alle ore 21 e 30 ecco il tradizionale concerto di Riccardo Tesi e Banditaliana. Un festoso appuntamento che si ripete anno dopo anno. Nella magica atmosfera sansalvina, Tesi è con il suo storico gruppo di Banditaliana, in un concerto “unico” per quest’estate. Fin dall’inizio, l’intenzione di Riccardo Tesi e Maurizio Geri, fondatori del gruppo, era quella di andar oltre le proprie radici, conservandole: una sorta di virtuosa dialettica artistica, per far procedere la quale era necessario sporgersi, sbilanciarsi, essere curiosi, prendersi dei rischi, incontrarsi e ibridarsi con musiche, culture, artisti e forme d’arte diverse. Cose che Banditaliana ha fatto fin da subito, raccogliendone via via i frutti: il terzo membro fondatore e anch’egli sempre presente nel quartetto, Claudio Carboni, proveniva da un ambito comune – la musica popolare – ma da una cultura già diversa, sebbene prossima – il liscio – e portava il capitale di uno strumento alieno alla tradizione propriamente folklorica – il saxofono. E i diversi percussionisti che si sono avvicendati fino alla straordinaria attuale presenza di Gigi Biolcati, cambiavano i colori e i ritmi della tradizione, arricchendoli con suoni originali – vibrafono, percussioni africane… – e culture musicali diverse. Negli oltre 900 concerti in 19 paesi in 4 continenti – che ne fanno la band italiana più internazionale – Banditaliana ha esplorato gli ambiti musicali più diversi, collaborando con musicisti jazz, artisti folk, cantanti e musicisti eclettici. Per il concerto di Ferragosto, novità e tradizione, come sempre con Riccardo Tesi e Banditaliana, per una musica alla ricerca di un ritrovato equilibrio tra uomo e natura, quanto mai attuale e necessario ai nostri giorni. Per il concerto di Ferragosto l’ingresso costa solo 10 euro, la prenotazione è vivamente consigliata.

Dalle ore 12.30, al Circolo Arci Bottai, in via Cassia 28, Pranzo di Ferragosto: prosecco di benvenuto, spaghetto allo scoglio, farfalle al salmone, fritto totani, paranza e gamberi, insalata mista, sorbetto, acqua, vino e limoncello. Prezzo: 23 euro. Organizzatori: Vanni Romano 338 9779118, Mazzini Mauro 338 2134117, Ricci Angiolo 328 8424303. Prenotazione obbligatoria. Riservato ai soci Arci. Dalle ore 20.30: Ferragosto in Musica con il DJ Fastellino. Cena a 25 euro: prosciutto e melone, tortellini, bocconcini di pollo con funghi, piselli, gelato, caffè, acqua e vino. Piattello Green, via Vittorio Veneto 39, Impruneta. Prenotazioni tel. 349 5870212 (Laura) o 335 5384558 (Osvaldo).

A Palazzuolo sul Senio per l’intera giornata, banchi di ogni genere invaderanno il piccolo paese per la tradizionale fiera. A partire dalle 11 e poi dalle 18 lo stand gastronomico, allestito alla Casa del Villeggiante, soddisferà i palati più esigenti con la 25° sagra del Cinghiale. La sera, a partire dalle 21.30, presso Parco Fontana, ci si potrà divertire e ballare con il concerto del gruppo "Gli Taliani", che eseguono i classici della canzone italiana rivisitati in chiave Powerpop, Rock, Ska, Reggae. Per ballare, cantare e sudare in compagnia! A seguire dj set. Ingresso gratuito.

L'arte e la cultura a Prato non solo non vanno in vacanza e si offrono con tutta la loro bellezza anche durante il mese di agosto. Il Museo di Palazzo Pretorio resterà infatti aperto, nonostante sia turno di riposo, per permettere a turisti e pratesi di scoprire e ammirare le collezioni d'arte custodite nello splendido edificio medievale nel cuore della città. Insieme alle esposizioni permanenti i visitatori potranno salire sulla vetta del Pretorio volgere uno sguardo alle suggestioni offerte dalla terrazza panoramica, anche questa aperta fino alle 22. Ma non solo. A partire dalle 18 per i residenti a Prato l'ingresso sarà completamente gratuito. Un regalo per chi resta in città che va a sommarsi alle iniziative promosse dal Comune di Prato per la festa di Ferragosto con il tradizionale taglio del cocomero in piazza delle Carceri.

Al Pappafico di Marina di Pisa i festeggiamenti en­trano nel clou già dal pomeriggio con il Beach Party di Ferrag­osto con svariate po­ssibilità di relax sin dal mattino (lettini, gazebo all inclusive, brunch su­lla spiaggia) e la festa con tanto di mu­sica a partire dalle 15.30. Alle 18 animazione caraibica in spiaggia. Dalle ore 20 Natale a Ferragosto, attesi­ssimo party che pren­derà il via alle ore 20 con buffet al tramonto e proseguirà alle 20.30 con la cena animata con Fran­cesca Mascolo & Gabr­iele Volterrani. Dal­le 23 Neve Party al Papaya Club con Miky Runner dj & La stravagante Niki Bom Bom, mentre nella Piazzetta Pappafico andrà in scena la serata latina con il dj Alex Calzolari.

Il Nikki Beach di Marina di Pietrasanta si appresta a festeggiare in grande stile la tradizionale festa: dalle ore 12 l'esclusiva spiaggia di lusso si animerà con un pool party a base di musica, live-show di arte visiva e spettacoli coreografici realizzati dalla Nikki Beach Tribe, un insieme di artisti e ballerini di talento. Musica di DJ Santarini più special guest DJ Nicola Vega (direttamente da St Tropez/Phuket). Evento aperto al pubblico. Prenotazione raccomandata: mail info.versilia@nikkibeach.com, t. 388 645 6763

La sera  alle 21.15, si esibirà a Pieve a Elici, nella chiesa di San Pantaleone, Mariangela Vacatello, pianista molto apprezzata in Italia e all’estero. Ad aprire il concerto sarà la musica di uno dei più grandi pianisti di sempre e unanimemente annoverato tra i padri della musica pianistica moderna,Ferenc Liszt. Nel 1835 Liszt intraprende un viaggio attraverso l’Europa insieme a Marie d’Agoult, che per lui ha abbandonato la famiglia. Da questo viaggio nascono le Années de pèlerinage, ventisei pezzi suddivisi in tre “quaderni”. I primi due pezzi proposti da Vacatello fanno parte della Première année – Suisse (Au Lac de Wallenstadt e Au bord d’une source) e riprende i giorni passati in Svizzera; il terzo (Les jeux d’eau à la Villa d’Este) si riferisce invece ai giorni italiani di Liszt ed è parte integrante della Troisième année. Dopo Liszt, sarà la volta di Ludwig van Beethoven, con la Sonata n. 8 in do minore, op. 13, «Patetica», una delle sonate con cui il giovane compositore si impose all’attenzione dei viennesi, elevando il genere al livello della sinfonia, del concerto per pianoforte e del quartetto d’archi. Il Notturno in re bemolle maggiore, op. 27 n. 2 è probabilmente uno dei più noti notturni di Fryderyk Chopin, una composizione dal carattere intimistico, che sembra nascere dal silenzio e al silenzio ritornare. Dalle caratteristiche opposte è la Rhapsody in blue di George Gershwin, una sfilata di temi accattivanti, gradevoli e di varia espressione riferiti alla quotidianità newyorkese che ancora oggi, a 93 anni dalla prima esecuzione, è considerata una delle icone musicali del ventesimo secolo.

Nella notte (ore 21,30, piazza Anita Garibaldi) a Radicofani la residenza teatrale curata da Angela Malfitano celebra i dieci anni di attività, mettendo in scena “Isabella, tre caravelle e un cacciaballe” (1963), opera tragicomica del grande drammaturgo e premio Nobel Dario Fo. Protagonisti sono Cristoforo Colombo e la conquista dell’America. La storia è ispirata a un fatto vero: in Spagna un attore è stato condannato al rogo per eresia. Gli fu concesso di fare un’ultima rappresentazione. Poi la pena gli fu commutata nel taglio della testa. Su palco del supplizio parte il racconto dei tentativi di Colombo di ottenere navi e finanziamenti per intraprendere una via più diretta per raggiungere le Indie. L’ambiente descritto è quello del regno di Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona. Colombo è un marinaio considerato poco credibile. Le sue idee lo hanno già allontanato dal regno del Portogallo, che è la patria di ben altri navigatori, e ora cerca di farle approvare dal regno di Castiglia. Colombo non esista a mentire, a inventarsi prove inesistenti che l’India è raggiungibilissima. Durante questo “processo” si manifestano situazioni di assurda comicità. C’è poi il problema dei riconoscimenti dovuti a Colombo in caso di successo: premio in danaro e attribuzione di onorificenze. Occorrono soldi. Per ottenerli, Isabella caccia gli ebrei dalla Spagna sequestrando le loro ricchezze. Così Colombo potrà salpare per le Indie con tre caravelle. Nel secondo atto ha avuto successo. È tornato, portando con sé ricchezze e indigeni catturati, vendibili come schiavi, ma non è oggetto di trionfo. Anzi, viene sottoposto a processo perché i tempi di percorrenza si sono dimostrati più lunghi del previsto e c’è stato un ammutinamento. La condanna è durissima. La situazione tuttavia vuole che eventi fausti nella casa reale, elargiscano amnistie. Alla fine Colombo anziché debitore, diventa creditore di anni di galera. Intanto gli eventi si accavallano. La Spagna è in guerra con la Francia. Nel 1502 Colombo fa il quarto e ultimo suo viaggio verso le Americhe. Le condanne, i disconoscimenti, la sottrazione di quasi tutti i diritti sulle scoperte effettuate, lo hanno ridotto in miseria. “Ho ritratto i personaggi come caricature – spiega Angela Malfitano- seguendo la logica di Dario Fo. Gli attori non (in tutto una ventina di ragazzi) si immedesimeranno nel proprio personaggio ma sarà una continua autoironia della propria figura che porteranno in scena. Sarà, dunque, un teatro nel teatro e il finale avrà un risvolto meno amaro di quello dell’opera originale. La regia sarà curata da Angela Malfitano e da Sara Sacchi, l’organizzazione da Alessandra Lanfranchi. Le scene sono di Andrea Fagioli e Laura Guasconi. Comune, Proloco e la popolazione di Radicofani ogni anno rendono possibile questo progetto culturale.

Redazione Nove da Firenze